Editoriali

Saldi, più cibo che vestiti per gli italiani

Di:

Saldi Milano (@ Roby Bettolini)

PER la prima volta quest’anno, gli italiani che vanno a caccia di panettoni, pandori, torroni cotechini, zamponi e spumanti messi in saldo dopo le feste superano quelli interessati all’acquisto dei capi di abbigliamento. E’ quanto emerge da un’indagine on line della Coldiretti, dalla quale si evidenzia che il 66% degli italiani acquisterà prodotti alimentari delle feste in offerta, mentre scendono ad appena il 58% quelli interessati all’acquisto dei vestiti e calzature nei saldi invernali. La crisi – sottolinea la Coldiretti – ha dunque cambiato le priorità degli italiani penalizzando maggiormente beni come l’abbigliamento rispetto al cibo, la cui spesa peraltro quest’anno è stata contenuta nei pranzi e nei cenoni di Natale.

Secondo l’indagine on line della Coldiretti, in particolare, il 30% degli italiani compra dolci come panettoni, pandori e torroni in sconto, il 10% cerca cotechini e zamponi in offerta, il 10% spumanti e liquori, il 16% altri prodotti come lenticchie, frutta secca o pacchi misti. A conclusione delle festività di fine anno dall’Epifania c’è infatti l’opportunità di risparmiare sulla tavola per motivi esclusivamente commerciali che non influiscono in alcun modo sulle caratteristiche qualitative dei prodotti.

Si tratta spesso – sottolinea la Coldiretti – di molti alimenti tipicamente natalizi che non possono essere conservati per il prossimo anno tra i quali soprattutto pandori, panettoni, torroni, cotechini, zamponi, ma anche la frutta secca o gli spumanti secondo formule diverse che vanno dal uno per due al due per tre, ma possono essere offerti anche sconti rilevanti arrivano al dimezzamento dei prezzi. Offerte di grande qualità per i prodotti artigianali sono disponibili nelle aziende agricole e nei mercati e nelle botteghe degli agricoltori di ‘Campagna Amica’ aperti in molte città.

(Fonte Labitalia)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi