Cronaca

San Severo, Giuseppe Altieri candidato sindaco per primarie centrosinistra

Di:

Giuseppe Altieri (ST)

San Severo – GIUSEPPE Altieri si candida alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco. L’ex capogruppo del Pd ha le idee chiare sul futuro del centrosinistra locale e intende proporsi come uomo della società civile, ma con esperienza politica, capace di fare sintesi e rifondare il centrosinistra partendo dal confronto con i sindacati e il mondo delle associazioni e dallo sviluppo di attività e progetti partecipati.

“Allo stato attuale il Partito Democratico sanseverese – spiega l’ex consigliere Altieri –, appare isolato dal centrosinistra. Negli ultimi quattro anni non è riuscito a diventare punto di riferimento dei partiti di opposizione, in più risulta evidente a tutti la mancanza di una classe dirigente capace di esprimere il proprio candidato sindaco. Per questo motivo mi sono dimesso da consigliere comunale e non ho scelto di entrare nel direttivo del partito. Comunque continuo ad avere la tessera del Pd, perché ritengo che il partito, con le risorse umane e le energie culturali che lo compongono possa contribuire a creare una nuova idea di città oltre a progettualità importanti”.

Secondo il candidato alle primarie Altieri il segno evidente di una mancanza di leadership del Pd sta nel fatto che il partito continua ad essere invitato ai tavoli del centrosinistra invece di farsi promotore di un rinnovamento politico locale. Da Altieri arriva anche un appello a tutti i partiti del centro e di sinistra.
“Incontriamoci e confrontiamoci senza pregiudizi di partitocrazia – prosegue il candidato sindaco -, riuniamo gli uomini, le associazioni e i partiti per ricostruire insieme un centrosinistra inclusivo e capace di rilanciare la città. Chiamiamo i cittadini ad esprimersi avviando un confronto aperto come possono essere le primarie per la scelta del candidato sindaco”.

Il candidato sindaco alle primarie ha le idee chiare anche sulle problematiche che il prossimo governo cittadino dovrà affrontare, partendo innanzitutto dalla questione lavoro, senza dimenticare la sanità, le politiche sociali e le tematiche ambientali connesse soprattutto ad una migliore gestione della raccolta differenziata e all’inquinamento ambientale. “È sotto gli occhi di tutti – conclude Altieri – che l’attuale amministrazione non ha mai dialogato con le locali forze sindacali, che sono sempre state viste come una minaccia da combattere. Vogliamo confrontarci anche con loro, soprattutto per trovare insieme iniziative capaci di contribuire a dare risposte all’emergenza lavoro, aprendo ad esempio degli sportelli che aiutino i giovani a collocarsi nel mondo del lavoro”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi