Manfredonia
"Due vere e proprie ali di folla - diverse decine di migliaia di spettatori e turisti, con un congruo numero di presenze provenienti da tutto il Mezzogiorno d'Italia"

Carnevale Manfredonia, Mazzone: orgoglioso per la grande risposta del pubblico

"Il successo della 1^ Gran Parata è una bella e pronta risposta di una città pronta a riscattarsi"

Di:

Manfredonia. Due vere e proprie ali di folla – diverse decine di migliaia di spettatori e turisti, con un congruo numero di presenze provenienti da tutto il Mezzogiorno d’Italia – lungo il percorso, in un tripudio di colori e divertimento. La 63^ edizione del Carnevale di Manfredonia non ha affatto tradito le attese: 4 Carri allegorici, 11 Gruppi mascherati (tra i quali sono spiccate le “Meraviglie”), 20 “Principesse”, una madrina d’eccezione Caterina Balivo. Un suggestivo colpo d’occhio quello della 1^ Gran Parata di Carri Allegorici e gruppi mascherati che ha ridato verve ad una delle manifestazioni più longeve del Mezzogiorno d’Italia.

Protagonisti assoluti l’ingegno e l’artigianalità di maestri cartapestai, gruppi mascherati e scuole che sono riusciti anche quest’anno a sorprendere ed entusiasmare il pubblico – in primis Caterina Balivo, che instancabilmente ‘postava’ live foto sui suoi seguitissimi canali social – per l’originalità e la manifattura.

Un successo, quindi, di pubblico e di critica per una manifestazione che è riuscita finalmente ha superare i confini locali puntando su un nuovo format di forte impatto comunicativo e promozionale, tale da esaltare le bellezze le peculiarità non solo della kermesse, ma di tutto quanto offerto dal territorio. Politica, goliardia e denuncia sociale le tematiche più gettonate con il Premier Renzi rappresentato su ben due Carri allegorici assai arguti e sarcastici, oltre che di pregevole estetica.

Il successo della 1^ Gran Parata è una bella e pronta risposta di una città pronta a riscattarsi. “Questa è dimostrazione che Manfredonia ha mille risorse, molte delle quali non ancora del tutto espresse o sottovalutate – ha dichiarato il sindaco Angelo Riccardi-. Mi complimento con l’Agenzia del Turismo e l’Amministratore Saverio Mazzone per aver garantito una manifestazione di questa portata e molto apprezzata nonostante il poco tempo a disposizione. Manfredonia può e deve contare sulle sue peculiarità per vincere la sfida di un territorio che intrinsecamente ha una forte identità turistica. L’Amministrazione comunale continuerà quotidianamente a battersi per risolvere le problematicità insistenti, ma allo stesso tempo, punterà sempre più sulla valorizzazione e promozione della città per garantire risposte e respiro al futuro di questa comunità”.

“Non posso che essere orgoglioso per la grande risposta che il pubblico ed i turisti hanno tributato al 63° Carnevale di Manfredonia – evidenzia Saverio Mazzone -. Le attestazioni di soddisfazioni del sindaco non fanno altro che dare linfa ad un progetto importante ed ambizioso di rilancio culturale ed economico della città che è solo all’inzio del proprio percorso. Un ringraziamento particolare ai maestri cartapestai, ai responsabili delle Associazioni, alle insegnati, alle famiglie, ai partecipanti: tutti tasselli fondamentali per il puzzle del successo confezionato per la 1^ Gran Parata, riuscita a lasciare senza parole anche la madrina Caterina Balivo, estasiata dalla manifattura e dalla cura dei particolari di abiti e carri allegorici. Obiettivo raggiunto anche sull’importante fronte dell’incoming e promozione turistica a beneficio dell’economia locale – rileva l’Amministratore Unico dell’Agenzia del Turismo-. Infatti, sono state decine e decine le migliaia di persone che, senza soluzione di continuità, hanno invaso e vissuto Manfredonia dalla mattina e sino alla tarda serata. Come si suol dire, chi ben comincia è già a metà dell’opera e noi vogliamo far sempre meglio!”.

Ma, è già tempo di “Golden Night”, la Gran Parata serale di Carri e Gruppi in programma domani dalle ore 18 in occasione del “Martedì Grasso” (Viale Miramare, Piazzale Ferri, Lungomare Nazario Sauro, Piazza Marconi). Nella sfilata, la banda musicale e le majorettes dell’istituto Comprensivo G.T. Giordani-De Sanctis. Due i punti nevralgici: Piazza Marconi con la due Tribune “Ze Peppe” e “Siponta”(musica Live di Leo Zingariello, presentatori Matteo Perillo ed Annarita Granatiero) e Piazzale Ferri (con BLUENOTE Vincenzo e Maria D’Oria con Daniele Guida). Un’occasione per rivedere in tutto il loro splendore, sotto la magia del suggestivo cielo stellato, le emozioni ed il divertimento del Carnevale di Manfredonia. La serata del “Martedì Grasso” a Manfredonia non si esaurisce affatto con la Gran Parata. Alle ore 21 sono in programma i Solenni Funerali di Zè Peppe celebrati dal gruppo “Pedelìgge” dell’Associazione “La Rosa dei Venti” (percorso: Corso Manfredi, Piazza del Popolo, Villa Comunale con sosta presso il “Mercatino del Carnevale” per il consueto “Cunsule”). A seguire, Spiaggia Castello per l’accensione del fantoccio Ze Pèppe. Alle 21.30, nuovamente protagonista Piazza del Popolo con il concerto live della band “I Sovrani”, per un viaggio nell’epoca d’oro della musica italiana.

Mezz’ora più tardi, ecco una delle novità più attese di questa edizione del Carnevale sipontino “Il Ballo per Casa 2.0”, ovvero la rivisitazione di una delle tradizioni più divertenti che rivivrà in un circuito di ballo nei locali del centro della città: Dominus (animazione: Dino Mione ); Per Bacco (animazione: Matteo Iacoviello e Michael Patterson); Bar Centrale (animazione: Dj Andrew); Civico 5 (animazione: I Cartoni Rianimati).

Agli albori della kermesse sipontina, l’accesso alle socie era libero a tutte le maschere che tradizionalmente facevano “u bbàlle pe chèse” (il ballo per casa ).Gruppi di maschere “i bbattagliune de masquere “ correndo e urlando per le vie cittadine giravano dal pomeriggio fino a tarda sera, di casa in casa per ballare dove erano allestite “le socie”. Ognuna di essa aveva un proprio capo (u chèpe ‘ndreje, persona nota e temuta), e proprie regole, che i soci erano tenuti a rispettare e a far rispettare agli avventori mascherati e non, che la frequentavano. Si utilizzavano i sottani a due stanze, in una delle quali si ammonticchiava il mobilio, adibendo l’altra a sala da ballo. Veniva addobbata con festoni, con lampioncini, maschere e una pioggia di stelle filanti, per creare quell’atmosfera magicamente festosa nella quale si comandavano quadriglie alla francese o ci si inebriava in tarantelle vivacissime, che toglievano il respiro e fiaccavano le gambe.
Una rievocazione storica della “Socia” sarà allestita dalle 18 alle 22 in Arco Boccolicchio dall’Associazione “Arte in Arco”, per rivivere i sapori colorati ed il puro divertimento degli anni sessanta.

Ufficio Stampa Manfredonia Turismo – Agenzia di Promozione

FOTOGALLERY



Vota questo articolo:
27

Commenti


  • Tom

    Caro Sig. Mazzone vorei sapere se qualcuno la fatto notare quello che si scrive nelle pagine precedenti grazie.


  • dino giordano

    La convinzione che la gente arrivi a Manfredonia per ammirare la sua città di mare con le sue bellezze(lasciamo perdere le bruttezze nascoste sotto i tappetti mentali) ed in questa occasione il carnevale,autorizza a cantare vittoria anche in caso di palese sconfitte. Per chi forestiero viene da anni a godersi il carnevale i commenti erano a dir poco NEGATIVO. Orgoglioso di che?


  • antonella

    Milioni di turisti accorsi da tutto il mondo accalcati per ammirare la sfilata di manfredonia con centinaia, anzi, migliaia di figuranti adornati da creazioni sartoriali di infinito pregio e dai colori variopinti che esaltano magicamente e in modo fantasioso i temi carnevaleschi cosi significativi , pregni di messaggi culturali, cogliendo in pieno lo spirito scherzoso e satirico del carnevale che hanno animato la sfilata danzando a ritmo instancabilie, senza mai fermarsi un attimo regalando allegria e spensieratezza ad una folla festante e divertita, per non parlare dei carri allegorici , veri e propri capolavori di cartapesta sapientemente lavorati e assemblati, così grandi , lanciati verso l’ alto così tanto che sembravano toccare il cielo con un dito, esplodenti di una satira sagace e irriverente che ha divertito così tanto la platea festante, eccitata e felice, che molti hanno riso per giorni e giorni al sol pensiero. Insomma, il carnevale di Manfredonia ora, a FUROR di popoli è stato insignito tra i grandi momunenti mondiali ” patrimonio dell’ umanità “.
    Giornalisti da tutto il mondo arrivati nella splendida location attrezzata ad ok per l’ evento, hanno trasmesso in diretta mondiale, minuto dopo minuto ogni momento della manifestazione, gruppi temi, coreografie, balletti, permettendo a miliardi di telespettatori appassionati ed ansiosi di poter vedere il magico spettacolo in onda su tutti i canali ovviamente, in mondovisione.
    Che dire , non ci sono parole, per descrivere uno spettacolo così meraviglioso, senza ombra di dubbio si può affermare, che mai occhi umani videro tanta bellezza e maestoso spettacolo di infinita esaltazione del vero unico carnevale. Ovviamente , Manfredoniana. Se proprio si deve vendere, facciamolo al meglio.


  • Realista

    Oggettivamente un carnevale sottotono, orgoglio di che? Del suo stipendio?


  • Ridicoli

    Maaa come non si stancano di commentare sempre le stesse persone.. (deluse,rancorose) mah…
    Ridicoli questi commenti..
    -Sottotono.. -Stipendio..????
    Ma smettetela…
    Se aveste scritto: non ci voleva granché per migliorarlo rispetto agli ultimi anni, ci poteva pur stare..
    Ma sarebbe ammettere l’insufficente operato……..
    Fatevi più furbi..


  • pino83

    Sono rimasto deluso dalla qualità dei carri e alcuni gruppi erano scarsi , stiamo regredendo e mi dispiace ci si poteva impegnare di più.


  • VITO

    Trà di loro devono dire per forza,che e andato tutto bene…….mà fatemi il piacere scarso ,poca gente,pochi gruppi,carri ricamati…..complimenti a ci ha fatto sacrifici…..mà chi stà dietro le quinte…zero…..il carnevale non lò sapete gestire….finche starete voi sarà sempre un ricamo all ultimo secondo!!!e che bisogno cè di far venire 4 ospiti?povera manfredonia!!!

  • DESTRA E’SINISTRA….TUTT’UNO!!!ED IO PAGO….!!!!


  • bah

    Quanto prende Mazzone per fare ciò? qualcuno ha risposto nulla ma dato che io ai grandi benefattori non ci credo qualcuno potrebbe rendere trasparente e pubblico tale dato da buona amministrazione trasparente?


  • Luigi D.

    Questo articolo è firmato: Ufficio Stampa Manfredonia Turismo – Agenzia di Promozione.
    Infatti, è un articolo promozionale, auto promozionale.

    Io non prendo soldi per promuovere nulla, dico quello che penso, sono del 1972, è questa è l’edizione più misera del nostro carnevale che io abbia mai visto.


  • bah

    “le mani sulla città “


  • Bah

    Vorrei che si facesse un bilancio costi e benefici. Sono sicuro che ci sarebbero solo costi.


  • Gino

    Prenderanno un sacco di soldi di noi cittadini
    Quanto guadagna Mazzone ???
    Quale aziende fa lavorare con i soldi pubblici senza appalti???
    Trasparenza zero
    Inciuci politici mille
    Ed il PD guarda quello che fa il re riccardic
    senza poter fare nulla


  • Realman

    Assolutamente solo costi e sprechi soprattutto di denaro pubblico che sicuramente poteva essere utilizzato in maniera molto ma molto diversa, come gli altri anni d’altronde. Purtroppo chi comanda fa legge. Auguri a tutti i pagliacci con e senza maschera. Che tristezza……..


  • bla

    Avete sentito l’intervista di mazzone al TG3? hihihiihhihihi ma che cavolo ha detto? non sapeva cosa dire e ha fatto la figura di arlecchino. Cosa ti fà la politica…


  • Nuovo partito della nazione

    Sperimentazioni renziane a Manfredonia


  • zonzo

    ma per favore dai….che c…o di carnevale misero…buono solo per gli ospiti e li meglio tacere….


  • Libero Speranzoso

    Sono venuti i miei parenti da Foggia con amici, come fanno ogni anno, e sono rimasti entusiasti per la qualità di gran lunga superiore agli anni precedenti.
    Se permettete, il carnevale lo abbiamo inventato noi foggiani e lo abbiamo visto sempre migliorare a Manfredonia. Sono sicuro che qualche “esagitato” parla per invidia.
    Certamente si poteva fare di più ma alla base è stato un ottimo carnevale. Anzi lo è ancora per quello che sta vivendo la città in questi giorni. Chiedetelo ai commercianti, ai ragazzi, alle famiglie comuni che non parteggiano ma sentono il carnevale come manfredoniani.
    Mazzone, sei troppo bravo e gli esperti lo hanno notato.


  • Sorella di Marinella

    Ho una grande lamentela da fare !!!
    La reginetta la doverte esibire, in compagnia del presidente dell’agenzia e del sindaco, per tutto il corso Manfredi e per tutta la sfilata dei gruppi per tre giorni consecutivi. Io la volevo vedere e non è stato possibile.


  • Sorella di Marinella

    Per la gioia ho dimenticato che ho goduto molto di questo carnevale. Bello, anzi molto bello, anche se mancavano alcuni big. Sono certa che il prossimo anno saranno tutti presenti e torneremo nell’olimpo dei carnevali d’Italia.


  • Arciere

    Premetto che il carnevale non è tra le cose che condivido tra i nostri “rilanci” economici.Ma i vari commentatori che hanno dato definizione di misero,sottotono ecc…mi vogliono spiegare come deve essere sto carnevale? Criticare senza esporre o proporre è mero disfattismo.


  • Uno di Voi

    Come al solito si è fatto il massimo delle proprie possibilità e credo che per questo, chi ha dato generosamente molto per rendere il Carnevale di Manfredonia degno di essere visto e vissuto, meriti un minimo di riconoscimento collettivo e… chiaramente non mi riferisco agli ex-carristi, quelli che da qualche anno sono divenuti imprenditori all’italiana inventandosi, da veri artisti, il riciclaggio dei “pezzi antichi”.

    Ammetto tutto, o quasi, ma essere preso platealmente per il c- da chi prende soldi pubblici in modo sfacciatamente .mi fa incazzare di brutto come cittadino contribuente.

    Il Carnevale è bello (e lo si gode fino in fondo) nel momento in cui, se ricevi uno scherzo, puoi rispondere a tono, oppure se fai uno scherzo ne subisci le conseguenze, ma con questi carristi “artisti ed imprenditori all’italiana” il loro “scherzo plateale” lo abbiamo subito per intero in modo collettivo, in un modo così chiaro che è facilmente documentabile.

    Spero che chi di dovere, la giuria, il Presidente, i maggiori responsabili del Carnevale, gli facciano un bello scherzetto di Carnevale…. in tempo utile, altrimenti si è conniventi ed istigatori di questa pratica “furba”.

    In generale c’è stata molta partecipazione durante il percorso, ma è mancata la GENUINA BALDORIA GENERALE, vera ed autentica molla del Carnevale Dauno !!!!

    Stranamente e paradossalmente in una città dove la libertà totale è una regola assoluta e quotidiana (vedesi carristi imprenditori), durante il Carnevale questa stessa libertà viene molto regolamentata durante la sfilata dei gruppi, dalle distanze da tenere, dalle coreografie, dal numero dei passi, dai vestiti rigidi, insomma, dall’ordine e dalla disciplina, con spettatori rigorosamente vestiti a festa, nemmeno fosse Natale, e in religioso silenzio, nemmeno quando si sta in Chiesa a pregare la venuta di Gesù Bambino.

    Da ridere compostamente.


  • pierino

    purtroppo conosciamo mazzone, purtroppo conosciamo tutti i scuoi amici del Pd, purtroppo gli abbiamo permesso noi di manipolare la città. adesso che ci lamentiamo a fare. E’ opportuno solo dire che è un pessimo carnevale….forse il peggiore degli ultimi 50 anni


  • Antonella

    Ma che premio ha vinto Riccardi? lo si vedeva soddisfatto…..! Poveri noi


  • Ze Peppe carnevele

    Il PD di Riccardi and company è riuscito insieme agli amici dell’inciucio della destra Manfredoniana a far morire il carnevale ma quale successo ma dove vivete su un altro pianeta qualità dei carri zero, gruppi sotto zero, unico elemento positivo (le scuole elementari) forse ancora per poco, il successo è dovuto alla città non a VOI, perché non lo sapete il nostro è l’unico carnevale popolare fatto da popolo.


  • Mauro

    Ma dopo il Carnevale penseremo al Manfredonia festival?
    Vi prego fate distruggere quei carri che sono 5 anni che sfilano. Il massimo rendimento di un investimento in carte


  • antonella

    Quante o quanti copioni a Manfredonia, commentare con nick diverso proprio no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi