Cronaca
Il film "Il Sindaco Pescatore", in onda OGGI lunedì 8 febbraio su Rai Uno, narra la storia e l’operato di Angelo Vassallo

Film sindaco pescatore, Cusmai ringrazia Fondazione Vassallo

“Il film per Angelo – spiega Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore - vuole essere un omaggio a chi si è impegnato fino alla morte per cambiare il destino di un territorio"

Di:

Foggia. Il film “Il Sindaco Pescatore”, in onda OGGI lunedì 8 febbraio su Rai Uno, narra la storia e l’operato di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica barbaramente ucciso il 5 settembre 2010, mentre rincasava. “Angelo Vassallo – commenta il Vice Presidente della Provincia, Rosario Cusmai – era un grande uomo ed amministratore intento a difendere il suo territorio e l’ambiente, che tutti ricordano come un eroe, colui che si trasformò da pescatore in sindaco, rimanendo sempre se stesso: un uomo onesto. Credo che sia un esempio per tutti noi, che siamo impegnati in politica. La fitta collaborazione con l’amico Dario Vassallo, intensificata in occasione del No Triv, proseguirà e si estenderà anche in futuro in altri ambiti. Credo che la Fondazione Vassallo – Sindaco Pescatore, stia facendo davvero un ottimo lavoro”. Il film, diretto da Maurizio Zaccaro ed interpretato da Sergio Castellitto si basa sul libro omonimo, scritto da Dario Vassallo, fratello dello scomparso Angelo e Nello Governato. “Il film per Angelo – spiega Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore – vuole essere un omaggio a chi si è impegnato fino alla morte per cambiare il destino di un territorio e del proprio Paese. È dedicato a Lorenzo Rago, il sindaco di Battipaglia scomparso nel buio di una fredda notte invernale del ‘53, nel pieno delle sue funzioni, e a Marcello Torre, il sindaco di Pagani ucciso dalla camorra l’11 dicembre 1980. Lorenzo, Marcello ed Angelo sono stati tre sindaci che hanno provato a trasformare il territorio della provincia di Salerno da terra di briganti a terra di legalità e di uomini onesti. Questi tre sindaci vestiti dalla volontà del popolo ci hanno insegnato che al di là della linea che congiunge il mare con il cielo ci sono i sogni: il nostro è che si possa costruire un Paese migliore, dove regni la legalità e l’onestà.” (Nota stampa)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi