Politica
"Raccogliamo l'appello del Presidente Emiliano. Il Gruppo consiliare del Pd e' pronto a fare la propria parte"

Quote rosa, PD: presto riforma legge elettorale

"Ma la norma nazionale non basta, serve la determinazione del Consiglio Regionale, serve una forte volontà politica"

Di:

Bari. “Raccogliamo l’appello del Presidente Emiliano. Il Gruppo consiliare del Pd e’ pronto a fare la propria parte per modificare da subito la legge elettorale regionale introducendo la parità di genere”. Lo ha dichiarato il Capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale, Michele Mazzarano, in seguito alla proposta del governatore che, a margine della conferenza stampa sulle iniziative della Regione contro le violenze sulle donne, aveva invitato il Consiglio Regionale a portare in Aula la nuova legge elettorale. “Va superata quella brutta pagina della precedente legislatura. Quella ferita va sanata quanto prima. Nel frattempo è intervenuta – ha aggiunto Mazzarano – la recente legge sulle quote rosa varata dal Parlamento”. Si tratta della legge 20 del 15 febbraio 2016 entrata in vigore il 26 febbraio 2016 che modifica l’art. 4 della legge 165/2014 sulle disposizioni volte a garantire l’equilibrio nella rappresentanza tra donne e uomini nei consigli regionali. In particolare, la nuova norma prevede la promozione delle pari opportunità tra donne e uomini nell’accesso alle cariche elettive.

“Ma la norma nazionale non basta, serve la determinazione del Consiglio Regionale, serve una forte volontà politica. Quella del Pd c’è. Ora dobbiamo stringere i tempi. Il Consiglio può adoperarsi subito – ha concluso il Capogruppo del Pd – per una prima modifica della legge elettorale che contempli la doppia preferenza di genere, in attesa di procedere alle ulteriori modifiche alla legge elettorale derivanti dalla Riforma Costituzionale”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • rothbard

    Nelle primarie del PD dello scorso febbraio i votanti erano composti per il 51% da donne e per il 49% da uomini. L’unica candidata donna, Balzani, ha preso il 34% dei voti.
    Quindi, a cosa servono le quote rosa, se le stesse elettrici non chiedono la rappresentanza in base al sesso del candidato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi