Foggia
"Per combattere criminalità, racket ed usura, chieda insieme a noi più attenzione al Governo guidato dal segretario nazionale del suo partito"

Sicurezza, Mainiero: ‘da De Pellegrino la solita propaganda elettorale’

"Pronti a confrontarci in Consiglio comunale sul ‘modello Ercolano’"


Di:

Foggia – “Il consigliere De Pellegrino ha perso, come sempre, una buona occasione per tacere. Anche su un tema delicato come quello che riguarda l’emergenza sicurezza è riuscito a buttarla in becera propaganda politica, tanto da far confusione anche sulle più elementari competenze legate ai ruoli istituzionali. A De Pellegrino voglio ricordare che non spetta al sindaco calendarizzare l’Ordine del Giorno delle sedute dell’Assemblea consiliare, prerogativa che appartiene al presidente del Consiglio. È dunque surreale il suo chiedere conto al sindaco della mancata discussione in Consiglio comunale della proposta avanzata dal Partito Democratico.

Sul punto, inoltre, è bene sgombrare il campo da equivoci. Per essere credibili nelle contestazioni occorre essere onesti intellettualmente. Non mi pare di aver letto una sola dichiarazione con la quale De Pellegrino abbia chiamato il Governo guidato dal segretario nazionale del partito al quale egli dovrebbe essere iscritto ed il Ministro dell’Interno Angelino Alfano alle loro responsabilità, nonostante la carenza di uomini e mezzi delle Forze dell’Ordine sia ormai un dato acclarato e denunciato praticamente da tutti i sindacati di Polizia. Se De Pellegrino non si fida di queste ‘fonti’ chieda pure informazioni al suo segretario provinciale, Raffaele Piemontese, che ha invocato l’arrivo di almeno 100 agenti in più per presidiare adeguatamente il territorio ed una migliore attenzione per Foggia da parte dell’esecutivo guidato da Matteo Renzi.

Allo stesso modo sarebbe interessante sapere se per contrastare la criminalità il consigliere comunale di minoranza consideri uno strumento utile la depenalizzazione di una valanga di reati operata dal Governo di cui egli decanta le lodi. Così, giusto per capire quale sia il suo concetto di legalità.

La propaganda elettorale, dunque, alla fine si svela sempre per ciò che è. Difficile mascherarla in qualcosa di più serio. Trovo infatti gravissimo che l’ex presidente di Amgas Blu abbia derubricato la solidarietà portata personalmente dal sindaco ai titolari degli esercizi commerciali danneggiati dalle ‘spaccate’ a chiacchiere e strette di mano.

La lotta per la legalità si nutre infatti anche della vicinanza fisica delle istituzioni alle vittime degli atti criminali. Nella lotta al racket e all’usura il Comune di Foggia sta facendo la sua parte, in quella logica di sinergia e collaborazione con le altre istituzioni cui è demandata la tutela dell’ordine pubblico, che approfitto per ringraziare per l’attività – resa ancor più difficile dal disinteresse del Governo nazionale rispetto alle richieste di maggiore sostegno formulate in più occasioni – che svolgono ogni giorno nell’interesse della nostra comunità.

De Pellegrino la smetta quindi di trasformare un tema così serio come l’emergenza sicurezza in propaganda elettorale. Sul ‘modello Ercolano’ ci confronteremo in Consiglio comunale quando la discussione sarà calendarizzata, valutando anche la sua compatibilità con le prescrizioni legate all’adesione del Comune di Foggia al Decreto Salva Enti. Perché dopo lo sfascio provocato alle finanze comunali dal centrosinistra e dal Partito Democratico, purtroppo, per poter esentare i contribuenti dal pagamento dei tributi è necessario chiedere il parere della Corte dei Conti”.

Lo scrive in una nota il portavoce cittadino di Foggia e capogruppo in Consiglio comunale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Mainiero.

Redazione Stato

Sicurezza, Mainiero: ‘da De Pellegrino la solita propaganda elettorale’ ultima modifica: 2015-04-08T21:51:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi