ManfredoniaStato news
Nota stmapa

Cisnac Manfredonia: “Piazzolla dia risposte chiare sul futuro dell’ospedale San Camillo”

"La gente non chiede favoritismi ma rispetto ed equità, senza dover fare viaggi della speranza per trovare un minimo di assistenza sanitaria"

Di:

Manfredonia. ”Il piano di riordino, che la Regione Puglia ha inviato al governo, a tutt’oggi non è stato accettato e, sicuramente, non lo sarà in futuro. Nel frattempo, il Direttore Generale, Dott. Piazzolla, al Consiglio comunale monotematico di Manfredonia, si è proclamato ‘paladino della giustizia’, e, invece, a nostra modesta opinione, è in atto un’opera di ulteriore depotenziamento e relativa chiusura o, peggio, accorpamento delle strutture complesse. Non vogliamo, ancora una volta (come disse qualcuno) essere classificati come allarmisti, catastrofisti, estremisti, ma come sempre forse essere facili profeti (vedi il reparto ostetricia). Alla luce dei fatti siamo convinti che il P.O. di Manfredonia e tutta la sanità di questo territorio vada verso un binario morto; basti leggere ciò che è stato scritto recentemente, su un giornale, circa i disguidi creati alla gente dai dipendenti del numero verde riguardo alle prenotazioni per una Tac , RM e viste senologiche.

Questi (speriamo in buona fede), sostenevano che il P.O. di Manfredonia era sprovvisto di tali servizi e speriamo sempre in buona fede, o per svista, dirottavano gli utenti verso altre strutture, creando notevoli disagi, visto che gli altri presidi distano chi a più di 50 km (vedi ospedale di Cerignola e quello di San Severo). Inoltre, come tutti sappiamo, l’Italia è stata costretta ad adeguarsi alla normativa europea per i turni di lavoro e questo ha creato seri problemi a tutti i Presidi ospedalieri. Comunque, intenzioni, da parte del Direttore Generale, di coprire le carenze di personale non le vediamo. Tutto ciò comporterà inevitabilmente il non poter raggiungere gli obiettivi prefissati . Basti guardare alla ormai cronica carenza di personale nel reparto di Ortopedia , nonostante continui ad offrire un ottimo servizio; la Chirurgia che, con il dott. Ciavarella prima e il dott. Roggia poi, è stato il reparto più produttivo di tutti gli altri presenti nell’Asl .

Adesso per motivi sconosciuti ( non a noi) da quando Piazzolla ha dato l’incarico al dott. Ulivieri ( già dirigente della chirugia di Cerignola) di dirigere anche quella di Manfredonia. Interventi che fino ad oggi si effettuavano presso il nostro P.O., vengono – per motivi “incomprensibili” – trasferiti ed eseguiti a Cerignola . Chi può va ad operarsi a Foggia e altri, per interventi urgenti, sono costretti ad operarsi a Cerignola, creando inevitabilmente grandi disagi ai pazienti e ai loro familiari. Se questa situazione continua è normale che a fine anno non si raggiungeranno gli obiettivi minimi. Non si capisce come mai non si faccia nulla per risolvere questo problema (…).

Parliamo del Pronto Soccorso, struttura fondamentale per un territorio come il nostro, vasto e morfologicamente complesso, i cui operatori, nonostante l’ingiustificato declassamento e conseguente carenza di personale, continuano a svolgere il proprio lavoro con la massima professionalità e abnegazione. Stesso discorso vale per la cardiologia, struttura ridotta a cardiologia geriatrica. Tutto ciò nonostante la grande richiesta da parte della popolazione di una assistenza cardiologia e del mantenimento dell’Utic. Ancora, gli operatori della Psichiatria, reparto altamente produttivo, che continuano da anni a chiedere personale ,ma a quanto pare restano inascoltati. In radiologia, a differenza degli altri P.O., le apparecchiature non vengono sostituite e, nonostante, si tratti di strumenti ormai obsoleti si continua incessantemente a fare il massimo per soddisfare le richieste. Stesso discorso vale per tutte le altre strutture ancora aperte e per quelle aperte solo sulla carta ( lungo degenza, riabilitazione cardiologia riabilitativa , etc…). Pertanto, la Cisnac chiede al dott. Piazzolla risposte chiare sul futuro del nostro nosocomio e di tutta la sanità di questo territorio. La gente non chiede favoritismi ma rispetto ed equità, senza dover fare viaggi della speranza per trovare un minimo di assistenza sanitaria; perché un concetto deve essere chiaro, e forse sfugge, che, per motivi storici ,culturali ed anche ” campanilistici”, nessuno mai andrà all’ospedale di Cerignola per curarsi”.

(A cura del Sindacato CISNAC Manfredonia – 08.04.2016)



Vota questo articolo:
22

Commenti


  • Giovanni

    Ormai in chirurgia non si opera quasi più .. Non si fanno più urgenze.. Chirurghi che non si presentano in pronto soccorso .. Mha…


  • depresso

    Sono un infermiere del reparto di chirurgia non posso dire il mio nome per evitare danni alla mia persona nell ambito lavorativo ma posso solo dire con tristezza ma anche con rabbia che sono ormai due mesi che nel reparto non lavoriamo più e la mia paura più grande è che fra un po ci diranno che saremo costretti a chiudere. …….. che amarezza!!!!!!


  • Lucia

    La Chirurgia di Manfredonia, è l’unica che in provincia ha la day surgery, e se il reparto negli anni ha raggiunto livelli alti non lo si deve solo ed esclusivamente alla presenza dei citati dottori, ma a tutti i membri dell’equipe.
    Anzi la presenza del dottor roggia ha avuto la funzione di far trasferire interventi a lucera prima della chiusura, analoga cosa che avviene con marco ulivieri, si preferisce operare a Cerignola per la presenza della rianimazione.
    La chirurgia ormai è ridotta ai minimi termini, non si fanno più urgenze, chirurghi che vengono sospesi improvvisamente, interventi rimandati .


  • sipontino

    Non c’è dubbio, il cisnac è l’unico sindacato che in questi anni ha sempre scritto la verità, attaccando coloro che fanno di tutto per chiudere il nostro ospedale.


  • Claudio

    È possibile che la nostra amministrazione non è in grado di alzare la voce e far valere un sacrosanto diritto, possibile che la nostra città deve essere maltrattata in questo modo ignobile, i nostri rappresentanti alla regione cosa fanno? FORSE È IL CASO DI UNA RIVOLTA………


  • Arciere

    Bravi i nostri politici.Complimenti per il vostro tacito assenso al nuovo primario della chirurgia:asso raccogli tutto per alzare i numeri cerignolani.
    Verissimo il discorso sugli operatori del centralino CUP che hanno negato la possibilità di effettuare esami TAC dicendo che Manfredonia ne era sprovvista.Sono uno di quelli che se lo è sentito dire.
    Ortopedia d’Eccellenza che si cerca di affossare non facendo arrivare un altro medico. E via dicendo come dice la nota stampa.
    La Cisnac ha fatto una denuncia precisa,puntuale e reale.Ma tutto questo il Direttore Sanitario, la commissione sanità del Comune,il Sindaco,i politici regionali e nazionali lo sanno.Non vorrebbero farci credere che lo apprendono ora da questa nota stampa!!forse avrebbero dovuto farla prima allora….


  • Rob

    Dove aver prenotato una visita specialistica, mi sono recato nel reparto di chirurgia per ben tre volte con la speranza di essere visitato dallo stesso dottore che mi ha operato. E per ben tre volte, sempre dalla stessa infermiera, mi sono state date motivazioni discordanti per la sua assenza. A distanza di tempo ho saputo la verità. E posso affermare che c’è davvero tanta cattuveria nei confronti di determinati chirurghi, da parte delle stesse infermiere e colleghi!
    Quindi non fidatevi di quello che vogliono farvi credere!


  • film già visto

    Ma allora il trucco non lo avete ancora capito? Prima lanciano l allarme bomba della chiusura dell ospedale, poi fingendosi paladini del loro paese nominano la commissione sanitaria (basti pensare ai componenti e già si capisce tutto)poi arriva lui il sindaco che dichiara che manfredonia resterà un ospedale di base( e tutte le capre ad esultare bravo bravo con grande soddisfazione). Adesso c’è il finale perché stanno facendo di tutto per mettere determinati reparti nelle condizioni di chiudere “creando” (secondo il lettore,ndr) disagi così da poter dire il reparto non produce e bisogna chiuderlo. E voi vi rivolgere ancora a Piazzolla? ???? ….


  • deluso

    Sicuramente come hanno già fatto in passato, quando chiuderanno l’ospedale ,i signori politici diranno che hanno fatto di tutto ma la colpa è dei dirigenti . Gli stessi messi dai politici . L’ultimo a momenti stava per chiudere l’ospedale ,facendo sospensioni inutili o vecchie ruggini com’è accaduto ad un chirurgo stimato da tutti , grande lavoratore , sempre presente nel reparto. Quindi aspettatevi da parte dei politici questa scusante , e come sempre i manfredoniani ci crederanno e li voteranno nuovamente . Aprite gli occhi ci stanno togliendo tutto , dobbiamo scendere in piazza e ribellarci , chi ci rappresenta deve lavorare per solo per tutelare i nostri diritti .


  • Arciere

    Bravo film.È proprio così. E non si degna nessuno neanche di replicare.Una denuncia così grave e reale e loro la snobbano.Tutti.


  • sipontino

    X film già visto e arciere , ma veramente voi pensate o sperate che qualcuno replichi o faccia qualcosa per noi ?! Perdete tempo …. svegliatevi , ribbelatevi , scendete in piazza.


  • antonio

    piano piano il popolo di Manfredonia sta iniziando a capire …
    E adesso che i numeri non ci sono più a Manfredonia, e quindi piano piano paura inizia a salire l’ansia di dover fare ogni mattina km per andare a lavoro, che fate vi rivolgete ai sindacati?
    Bisognava pensarci prima, tenendo a bada cattiveria e gelosia, da parte degli stessi infermieri e dottori,addirittura si arriva ad approfittare dell’ingenuità di alcuni pazienti millantando accuse pur di screditare il dottore!


  • Maestro

    Sento parlare di politici,chi sono i nostri politici?Cosa sanno di Sanità’?Un nostro ex politico che tanto ha fatto per il nostro ospedale(ah ah ah ah) quando era in parlamento,adesso ha ottenuto l’ allungamento lavorativo fino al 2020,il nostro Sindaco che conosce bene la situazione cosa sta facendo? Il nostro rappresentante in commissione sanità cosa sta facendo? Perché non apre la lungo degenza?Perché la Risonanza Magnetica non….? Dove sono i rappresentanti 5 Stelle,dov’e il signor Magno?Il signor Gatta cosa dice e fa per questa situazione?E’ SOLO UNA LENTA EUTANASIA!!!!!!!

  • Piazzola come Renzi è l’uomo dei proclami, tra conferenze stampa e annunci sui giornali e interviste in televisioni è il N.1
    Nel concreto è venuto a commissariare la nostra Asl. Ringraziamo il Presidente Emiliano per questo regalo, visto che Piazzola disprezza la nostra classe politica. Caro Emiliano al prossimo appuntamento elettorale fatti votare …


  • ?????????

    Come mai a denunciare le carenze sono solo i sindacati ? Perché non lo fanno i medici ? Il silenzio è rassegnazione o c’è altro ? Probabilmente con queste risposte capiremo meglio cosa accade e cosa accadrà .


  • Arciere

    Scendiamo Si pontino e non scendete.


  • N.

    Ho appreso con stupore la notizia della sospensione del caro amico nonché collega pasquale. con certezza posso affermare che: ha fatto bene a non volersi piegare ala volontà politica,elemosinare ciò che da una vita gli spetta legittimamente, denunciare ciò che non va in quel reparto.
    Nelle sedi opportune saprà difendersi da questo palese abuso di potere.
    E con altrettanta certezza, sono sicuro che a breve Manfredonia perderà un ottimo chirurgo a vantaggio della sanità privata Foggia!


  • antonella

    Ma secondo voi per quale motivo è stato ceduto il suolo e tutto ciò che esiste sopra, dell’ ospedale san camillo, alla asl?


  • unico

    X Lucia ci dica visto ke lei (oLUI) difende l’equipe, quali interventi hanno fatto costoro senza la presenza dei due primari? e quali interventi hanno fatto senza quest’ultimo ke lei kiama MARCO ULIVIERI?E MI DICA QUEST’ULTIMO HA MAI OPERATO HA MANFREDONIA?(NN CREDO PROPRIO)ALTRIMENTI NN SI SAREBBE FATTO QUEST’ARTICOLO QUINDI SI DEDUCE KE QUEST’ULTIMO E STATO MANDATO X DARCI LA BOTTA FINALE


  • Piano - piano

    Piano piano i cittadini di Manfredonia stanno capendo che il male è nella dirigenza, sospensioni e conseguenti disagi si sono avuti proprio nel momento l’ospedale di cerignola stava per diventare ospedale di base, quindi bisognare aumentare la “produttiva”.
    piano piano adesso inizia a salire l’ansia,perché riducendosi al minimo la nostra di produttività , infermieri/e e medici dovranno fare i km per andare a lavorare ogni mattina. E adesso vi rivolgerete ai sindacati?
    Speriamo solo che il nuovo direttore sanitario MEZZADRI possa rimediare agli errori del precedente.


  • gerry

    La chirurgia a Manfredonia è morta e sepolta da quando è andato via il prof. Aulisa, poi solo una lunga e triste agonia…..


  • roby

    tutti i commenti vanno bene,ma la cosa più importante non si e ancora detta e fatta capire alla cittadinanza di manfredonia ed ai paesi di imitrofe che la salute e la prima cosa che la persona ha diritto curarsi.quindi non e un problema sindacale che dice la verita ma e un problema abbastanza serio che se non ci guardiamo in faccia e cominciamo ad addossare il tutto ai politici visto che loro campano sulle nostre spalle e non fanno che aumentare sempre le tasse ai cittadini. /// senza lavoro \\\ quindi di cosa vogliamo parlare se in primis il cittadino e consapevole che si deve chiudere,vogliamo parlare del pronto soccorso che oltre alla chirurgia e l’ortopedia e in carenza di personale sia infermieristico che MEDICI,non si può attivare il triage con soli due infermieri ed un medico di turno,si presenta in pronto soccorso un codice rosso e quei poveri disgraziati in turno che sbattono la testa x cercare di soccorrere il più possibile i pazienti presenti già al pronto soccorso che fanno terapia sanitaria.il problema serio e che da quando anno bloccato le graduatorie \\\\ infermieristiche e medici ////non si capisce più nulla al pronto soccorso si fanno turni strazianti con soli tre medici assunti il resto vengono a sopperire perchè la situazione non e delle migliori,per quando riguarda la chirurgia e vero che c’è personale infermieristico di livello ma se manca la figura medico specialista come si fa ad andare avanti,\\\DEVONO ASSUMERE PERSONALE ////’ììììì non si può morire cosi’ìììììììììììììììììììììììììììììììììì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!