Manfredonia
Nota stampa

“Perchè in Capitanata non trova attuazione il servizio ecologico volontario istituito dalla Regione?”

Di:

Foggia. La tutela ambientale, negli ultimi anni è al centro di programmazioni nazionali ed internazionali degli Stati e del Mondo Scientifico ed Economico, e nonostante ciò nella Provincia di Foggia non riesce a trovare attuazione il Servizio volontario ecologico istituito dalla Regione Puglia con la legge regionale n. 10/2003 e R.R. n.4/2006, per la salvaguardia dell’ambiente e allo scopo di diffondere la conoscenza e il rispetto del valori ambientali e concorrere con le istituzioni pubbliche alla tutela del patrimonio naturale. Sono infatti 117 le Guardie Ecologiche Volontarie, nominate dalla Provincia di Foggia in attuazione alla normativa regionale da oltre un anno, in attesa del decreto di riconoscimento di guardia giurata particolare (GEV) previsto dal T.U.L.P.S. che attribuisce lo status giuridico alle GEV per svolgere le attività previste.

Il procedimento è fermo presso la Prefettura di Foggia, e nonostante numerosi solleciti non è dato conoscere le motivazioni di tale ritardo. Il Servizio Ecologico volontario è attivo da molti anni nelle altre regioni come la Lombardia, le Marche, La Toscana, il Piemonte, l’Emilia Romagna ecc, e costituisce una preziosa risorsa per la collettività che, in collaborazione con altri enti( Comuni, Province, Parchi) o altri organismi di tutela ambientale, svolge compiti di prevenzione e salvaguardia ambientale, diffusione della cultura dell’ambiente e in collaborazione con gli insegnanti di numerosi istituti scolastici, predispone e realizza progetti di didattica naturalistica finalizzati alla formazione di una coscienza ecologica nuova, alla scoperta ed alla conoscenza, da parte degli allievi, dell’ambiente naturale e negli ultimi anni è attivo anche in altre province della Puglia.

Sono ben 12 i comuni della Provincia di Lecce che dal 2014 sono firmatari del protocollo di intesa con la Provincia per l’assegnazione di un certo numero di GEV per le finalità previste ( Galatone, Meledugno, Nardò, Galatina,Palmariggi, Porto Cesareo, Sogliano Cavour, Ugento, Squinzano, Trifase, Supersano e Vergole. Che ciò non sia ancora possibile nella Provincia di Foggia, territorio con habitat ambientali di importanza internazionale, pensiamo al Parco del Gargano, alla Faggeta della Foresta Umbra, candidata al riconoscimento di patrimonio dell’Umanità, è sicuramente penalizzante per il territorio. Per tali motivi si è ritenuto opportuno far presente la questione anche all’Ministro dell’Ambiente, Al Ministro dell’Interno alle associazioni ambientaliste nazionali quali il WWF e Legambiente, al Presidente del Parco Nazionale del Gargano e alla Regione Puglia ed è stato richiesto un incontro con la Prefetta d.ssa Maria Tirone, che speriamo voglia accoglierci. Riguardando un servizio gratuito per la collettività e per non vanificare l’impiego di risorse pubbliche impegnate per la realizzazione del 1° Corso di Formazione aspiranti GEV tenuto dalla Provincia di Foggia e l’impegno dei volontari che lo hanno frequentato con esito finale favorevole, si vuole diffondere a mezzo stampa tale percorso.
Lucia Vaira –Vieste

“Perchè in Capitanata non trova attuazione il servizio ecologico volontario istituito dalla Regione?” ultima modifica: 2016-04-08T11:57:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi