Capitanata
"È stato un cammino non facile, che ci ha visti tutti protagonisti come squadra, ciascuno al servizio di un progetto condiviso"

Trinitapoli, il film dei 5 anni di amministrazione Di Feo

"Negli ultimi anni Trinitapoli ha sofferto, oltre alle necessarie ristrettezze del piano di rientro, anche dei feroci tagli ai trasferimenti erariali"

Di:

Trinitapoli. “È stato un cammino non facile, che ci ha visti tutti protagonisti come squadra, ciascuno al servizio di un progetto condiviso che era e resta la Rinascita Trinitapolese”. Il sindaco Francesco di Feo saluta così i tanti concittadini convenuti ieri pomeriggio all’auditorium dell’Assunta, per quella che è diventata sin dalle prime battute una vera e propria proiezione del film sui 5 anni di amministrazione che volgono al termine. Accompagnato dai suoi assessori e da tutto il gruppo dei consiglieri comunali, il primo cittadino ha ripercorso i momenti salienti dell’esperienza amministrativa, tra ansie, paure e soddisfazioni. Come quella dello scampato dissesto, un rischio ereditato dalle passate gestioni che la giunta di Feo si è trovata a gestire, rivelandosi all’altezza del ruolo: il 23 marzo scorso la Corte dei Conti, dopo un monitoraggio di 3 anni, ha sancito la salute dei conti del Comune casalino “che ora – ricorda il sindaco – può riprendere a progettare, ad assumere”.

Negli ultimi anni Trinitapoli ha sofferto, oltre alle necessarie ristrettezze del piano di rientro, anche dei feroci tagli ai trasferimenti erariali, operati dal governo centrale: “I cittadini sono stati i primi ammortizzatori sociali – riconosce il sindaco – perché hanno capito che la nostra era l’unica ricetta per rialzarsi in ogni senso. Per rinascere”. Malgrado la pesante eredità di debiti, con “impegno, abnegazione, sacrifici come quello di tagliarsi le indennità agli assessori” il Comune ce l’ha fatta: “Non solo Trinitapoli è salva ma abbiamo anche centrato gli obiettivi della campagna elettorale 2011, cioè quelli che determinavano e hanno determinato la rinascita sociale e culturale della città”.

“La gente sa verificare quanto è stato fatto – conclude di Feo – , oltre ciò che dicono e negano i detrattori, traditori di questa città, che votano contro le varianti urbanistiche che portano sviluppo e lavoro, capaci di votare pure contro il piano di rientro da un possibile dissesto di cui erano responsabili proprio loro. Allora questa è l’indecenza dei nostri avversari. Per questo non li temiamo: chi ha remato contro Trinitapoli è destinato a non amministrarla più”.

Il sindaco di Feo guarda avanti: “Abbiamo raccontato per ricordare quanto realizzato. D’ora in poi parleremo solo di ciò che vogliamo fare dal 2016 al 2021, su edilizia, sociale, famiglia, ambiente, con l’attenzione sempre viva verso Europa e Regione, occasioni di finanziamento. Il resto lo lasciamo alla demagogia di chi non ha migliori argomenti”.

LE TAPPE DELLA RINASCITA TRINITAPOLESE.

2011/2012 | Estate trinitapolese; Fiera della salute; partecipazione a Girolio per promuovere l’olio locale; la firma del patto dei Sindaci a Bruxelles; Festa del volontariato sociale; nuovo plesso scolastico, progetto “Dopo di noi” Camelot per il futuro dei disabili; Bimboil, coniugando coltura e cultura dell’olio nelle scuole; applicazione del Piano casa; acquisizione delle aree Unrra-Casas; riscossione delle somme dovute da parte di AtiSale che mai prima aveva pagato; progetto “Creattività”; concorso di idee col progetto “Buonisport”; festa dell’albero con nuove piantumature con gli studenti; intitolazione di piazza “Falcone e Borsellino”.

2012/2013 | inaugurazione del telescopio con Zichichi, cittadino onorario; messa in sicurezza delle scuole elementari “Don Milani e Lombardo Radice”; buoni lavoro per soggetti in difficoltà; apertura della Via del Mare; lavori di potenziamento delle rete idrica e di quella fognaria; seminari di accesso ai finanziamenti regionali “Principi attivi”; restyling e inaugurazione del campetto di Via Reggio Calabria; 5mila lampade a led al cimitero con Votiva+; dimensionamento scolastico al I circolo didattico ed al I comprensivo; mantenimento del Giudice di Pace malgrado l’accentramento dei Tribunali; recupero dell’ex mattatoio per attività destinate ai minori; partecipazione a Trieste a “Olio capitale”; passaggio del giro d’Italia in città.

2013/2014| Overcard per consumatori e aziende; accordo Comune-Gal per un infopoint al servizio delle imprese; apertura Urp Bat in città; riqualificazione quartiere Unrra-Casas; volley 8 Nazioni alla palestra “Leone”; evento “Ambientamoci”; potenziamento dell’impianto di depurazione; “Accendi il risparmio”, 110mila euro risparmiati con nuova illuminazione pubblica; elicotteri e telecamere per il controllo e la sicurezza; raccolta rifiuti “porta a porta” estesa tu tutto il territorio; raccolta olive con le scuole; infrastrutture e urbanizzazione in Zona industriale; “Carta Amica”, sussidi per cittadini in stato di bisogno; riconoscimento della Regione della calamità legata alla grandinata; convegno Gal-studio di consulenza, per finanziamenti in agricoltura; acquisizione casa mandamentale; progetto “Life on lagoon Salapia exploration project”; patentini per l’utilizzo dei fitofarmaci.

2014/2015| Torcia olimpica in città; interventi di disinfestazione e derattizzazione; richiesta stato di calamità per agricoltura danneggiata da vento, pioggia e grandine; dotazione mezzi alla Protezione civile; convegno sul recupero del germoplasma viticolo pugliese; riqualificazione della pineta; edumotional “Il fronte amico”; raggiunto il 65% nella raccolta dei rifiuti “porta a porta”; tolleranza zero per sversamenti illegali di rifiuti anche nei campi; ecotassa minima (5 euro/tonnellata) grazie alla percentuale di differenziata; “Dalla Puglia alla Lombardia”, poesia e tradizione in vetrina a Sesto San Giovanni; variante urbanistica per l’opificio Agrimperiale, prospettiva di sviluppo e lavoro; contributo per affitti alle famiglie; piano di emergenza neve, dieci e lode; 2 milioni di euro dal Psz a contrsto della povertà; apertura del Museo degli Ipogei col Ministro Dario Franceschini; intercettati i fondi completare il Parco degli Ipogei; notti bianche dello sport; adesione a “Borghi autentici d’Italia”; acque irrigua al Distretto 17; progetto di videosorveglianza “Casale della Legalità”.

2015/2016| Efficientamento energetico scuola materna “Agazzi”; aziende locali ad Expo con Comune e Gal; 600mila euro per ristrutturare gli immobili sociali di Via Mulini; ex scuola media di Via Cavallotti diventa Palazzo delle associazioni; rigenerazione urbana in Piazza Santo Stefano e Via Puzzacchio; 8 nuovi vigili tra novembre e gennaio; Natale della solidarietà in Viale Vittorio Veneto; ristrutturazione della palestra di Via San Pietro dopo la vandalizzazione; potature e manutenzione del verde nei viali principali; fine lavori di Masseria Scarola, agriturismo a due passi dal mare; fine lavori del campetto “io gioco legale”, uova di Pasqua alle famiglie bisognose, riqualificazione del Boschetto ofantino; manutenzione della fogna bianca in Via Tori e Via Zara; accordo Comune-Arca per 8 nuovi alloggi di edilizia residenziale sociale in Zona 167; messa in sicurezza di Via Federico II di Svevia; inaugurazione asilo agri-nido “Francesca Strazio”; manifestazioni istituzionali; intitolazioni strade a concittadini illustri.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi