Scuola e Giovani

A “scuola” di solidarietà e collaborazione


Di:

Unicef IV Circolo Manfredonia (ST)

UN gran concerto pro Unicef, coordinato dal IV Circolo Madre Teresa di Calcutta di Manfredonia, mette in rete diverse agenzie educative.

Manfredonia – “UNA canzone e un sorriso per tutti i bambini del mondo”, questo è stato lo slogan dell’evento che la scuola Primaria Statale IV Circolo “Madre Teresa di Calcutta” ha voluto lanciare organizzando una serata in musica, un gran concerto pro Unicef, giovedì 28 aprile 2011 presso il teatro comunale “N. Perotto”.

Sul palco si sono esibiti più di duecento bambini e ragazzi con canzoni, balli, e brani strumentali, offrendo momenti di allegria e riflessione al pubblico accorso numeroso. In un proscenio sociale dominato da valori non sempre educativi, quali l’arrivismo, la competizione, l’esibizionismo e l’individualismo, si è voluto lanciare un appello in controtendenza ispirato ai propositi di altruismo e solidarietà, emblemi storici dell’ Unicef, l’organismo mondiale che si sforza di tutelare la delicata fascia dell’infanzia, soprattutto nelle aree più degradate. La stessa scuola primaria “Madre Teresa di Calcutta” di Manfredonia è stata nominata dal Comitato Italiano per l’Unicef “Ambasciatrice di buona volontà”, grazie alle sue numerose iniziative in tal senso. Per l’occasione, inoltre, sono stati presentate esibizioni degli alunni dello stesso IV Circolo dedicate ai 150anni dell’Unità d’Italia, come ha sottolineare che solidarietà fa rima con unità. Una lotteria a premi è servita anche per raccogliere fondi da donare in beneficenza in favore dei più bisognosi.

Il giovane e brillante Carlo Albrizio ha presentato i cori ed i balletti delle Scuole Primarie “Madre Teresa di Calcutta” e “Cardinal Orsini” di Manfredonia, l’orchestra della Scuola Secondaria di I grado “Mozzillo-Ungaretti” di Manfredonia, la musicista Giada Quarata all’arpa, i cantanti Michel Bottalico e Matteo Castrignano, i ballerini Francesco Pio Prencipe, Alessia Cesonate, Antonio e Rita Albrizio. Sono intervenuti il presidente provinciale Unicef Rosalbina Perricone e la referente di zona Marta Losapio, l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Annarita Prencipe. Ha sostenuto in modo particolare l’iniziativa l’assessore cittadino alle Politiche Sociali Paolo Cascavilla. Hanno collaborato, inoltre, i maestri Luciano Conoscitore, Pasquina Mangano, Tina Russo e il maestro di danza Gianluca Campanile.

Il dirigente scolastico del IV Circolo, la dottoressa Maria Grazia Valente, ha commentato così questo interessante evento culturale: “L’iniziativa si armonizza perfettamente con alcune corde che ispirano da sempre le nostre attività scolastiche. I valori umanitari dell’altruismo e della collaborazione sono il terreno fertile che sorregge l’intero corpo didattico e cognitivo che ci impegniamo a trasmettere ai bambini. Soprattutto, imparare a donare e a condividere le difficoltà, può rappresentare un deterrente per tutti i messaggi contrari di egoismo, competizione e superficialità che spesso i media, in maniera dilagante, propongono a noi adulti e alle nuove generazioni. Un altro aspetto che ritengo importante sottolineare, collegato a questo evento, è il concetto di rete solidale, di interconnessione tra le agenzie educative e sociali del territorio, il quale si può innescare e mobilitare in funzione di un obiettivo comune quale è stato, ad esempio, questo concerto. Lo testimonia la collaborazione avvenuta tra le scuole cittadine e le istituzioni amministrative, le quali non sono “monadi” che possono operare in solitudine o peggio in competizione, ma devono costituire sinergie utili che permeino le realtà del nostro territorio, dalle quali non si può essere avulsi”.

In fondo “mettere in rete” è la metafora di realizzare uno scopo, segnare, passare in vantaggio (“goal” in inglese), ed anche quella di collaborare tramite interconnessioni reciproche.

armientoantonio@libero.it

A “scuola” di solidarietà e collaborazione ultima modifica: 2011-05-08T23:20:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Carlo

    Un commento da parte mia è doveroso in quanto sono stato il presentatore della serata e ho organizzato, con le altre insegnanti, tutto lo spettacolo nei minimi particolari.
    Ci terrei a sottolineare che l’insegnante Mangano ha solo preso parte allo spettacolo con un balletto coreografato dal maestro di ballo Campanile.
    In realtà le insegnanti che hanno collaborato, oltre a Luciano Conoscitore e Tina Russo, sono state: Michela Quitadamo in primis, Rosanna Dilella, Tina Iaccarino, Linda Castigliego, Pasquale Guerra, l’assistente amministrativo Imma Messina e il collaboratore Giovanni.
    Scusatemi se ho precisato questa cosa, ma è giusto che i complimenti vadano a chi ha lavorato. Saluti. Carlo


  • Carlo

    Ah. Dimenticavo. Davvero grazie per i complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This