FoggiaScuola e Giovani
La Festa del Nerd fra reale e virtuale

Lisa Di Paolo, cosplay, racconta la sua passione

Cerca l’abito su internet o se lo fa cucire “in casa”, in ogni caso partecipa anche più volte all’anno a queste fiere con relativi premi, indossa una passione coltivata tutto l’anno e magari trova il libro sullo stand che sollecita la lettura

Di:

Foggia. E’ giunta alla terza edizione il festival del Nerd. Il 6 e 7 maggio nella Città del cinema si sono riversati appassionati di fumetti, libri, giochi, cosplay e youtubers. Con uno staff che è cresciuto negli anni ma che vede il nucleo originario nel negozio “Il Covo del Nerd”, fra laboratori e proiezioni, gli ingessi nelle sale preposte sono stati di almeno 5000 visitatori, senza contare gli ospiti disseminati nelle varie sale. Il cosplay è colui che si veste come un personaggio dei fumetti, delle serie tv e delle saghe tratte dai libri e poi approdate al grande schermo.

Cerca l’abito su internet o se lo fa cucire “in casa”, in ogni caso partecipa anche più volte all’anno a queste fiere con relativi premi, indossa una passione coltivata tutto l’anno e magari trova il libro sullo stand che sollecita la lettura. Lisa Di Paolo è di Isernia e ha conosciuto al Romics, la fiera di Roma, questo tipo di manifestazioni. “Ho impersonato Clairy Fray, protagonista di alcuni libri, Jack Frost e Bell della ‘Bella e la Bestia’ di Disney. Gli abiti si trovano su internet, dalle lentine alle scarpe, un vestito può costare da 50 euro a 500 euro. E’ bello dopo aver lavorato tanto vederlo apprezzato e magari premiato. I travestimenti di carnevale non c’entrano, è l’emozione di incarnare il “tuo personaggio preferito”. Più facile ispirarsi alla tv, per quelli dei libri devi capire bene i particolari. Oggi vanno di moda Suicide Squad, Batman e la fidanzata, Harley Queenn”. Ma non c’è solo questo, transitano nella kermesse in costume i videogiochi, i giochi di carte, il virtuale il fumetto con i workshop, i concerti, l’atmosfera descritta dagli organizzatori è “magica”, costellata di fantasy, di gadget e di stand.

“Arrivano da tutto il sud per partecipare al festival di Foggia, riceviamo prenotazioni da Roma in giù, per ora- dice Stefano Santangelo del ‘Covo del Nerd’- ma andremo oltre. In 3 anni le presenze sono aumentate, non mi aspettavo questa risposta da Foggia. Lucca e il suo storico festival hanno 50 anni e un rapporto molto stretto con la Regione Toscana, un vero e proprio ‘matrimonio’. Noi abbiamo sponsor e sostenitori fra cui il Comune, speriamo di arrivarci anche noi a Bari. Vent’ anni fa questo era un mondo di nicchia, ora è una moda. Il Festival del Nerd mira a diventare una delle più importanti fiere Comics&Games d’Italia”.

(A cura di Paola Lucino, Foggia 08.05.2017)

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi