GarganoManfredonia
Inchiesta di Emilio Casalini

Report: puntata dedicata agli abusivismi in zona Parco Gargano

Una parte del servizio dovrebbe essere dedicata anche alle indagini sull'abusivismo in zona Parco Nazionale del Gargano

Di:

Roma, 8 maggio 2017. EDILIZIA e natura tra i temi della puntata odierna di “Report“, attraverso un’inchiesta di Emilio Casalini. Nel servizio “Parchi in gioco” si mostreranno infatti “gli effetti dell’abusivismo edilizio in un’Italia sempre più compromessa dal punto di vista ambientale“.

Una parte del servizio dovrebbe essere dedicata anche alle indagini sull’abusivismo in zona Parco Nazionale del Gargano. Come ricordato, e come visibili da immagini già divulgate, un privato aveva minacciato un inviato di Report durante il servizio.

focus abusivismo
Abusivismo sul Gargano: perché il Parco non ferma gli abusi recenti? (luglio 2016)
Mattinata, abusivismo in area Parco, sequestri e denuncia
Abusivismo edile, costituzione parte civile Ente Parco
“Abbattimenti abusivi nel Parco, assurda interrogazione di Alternativa Libera”
Abbattimento abusi edili in area Parco,già nel 2005 i fondi e i criteri

La storia di Report. La testata nasce nel 1997, in terza serata, con un budget di 10 milioni di lire a puntata. Milena Gabanelli (autrice del programma) organizza il lavoro insieme ad un gruppo di videogiornalisti freelance che utilizzano la propria telecamera, e in grado di autoprodurre i loro pezzi. L’obiettivo è “massimo risultato nonostante i mezzi scarsi”.

Il gruppo, forse unico nel panorama giornalistico italiano, condivide un ideale più forte delle difficoltà: la passione per il giornalismo investigativo. Un genere abbandonato a causa degli alti costi, in termini economici per l’editore, e in termini di impegno e sacrificio personale da parte dei singoli giornalisti. La forma scelta è quella vecchio stile, abbinata al metodo di lavoro più innovativo fra i network occidentali. Così la Gabanelli dà vita a Report, una scommessa che per durare negli anni aveva bisogno di autori che ci credessero e con capacità di tenuta, in considerazione del fatto che solo 10 anni dopo la Rai ha deciso di concedere la tutela legale.

Da subito la testata ha raccolto il gradimento del pubblico e della critica, e così nel tempo ha ampliato il suo spazio in palinsesto ed è arrivata nel 2003 a collocarsi in prima serata. Ha il merito di essere stata la prima trasmissione che ha trasferito in tv l’inchiesta di taglio economico, ed aver reso comprensibile al pubblico trame e intrighi complessi che normalmente occupano le pagine specializzate dei quotidiani. Oggi è fra i programmi di prima serata con il più basso rapporto “costo-ascolto”, ed è considerato un punto di riferimento nel giornalismo d’inchiesta televisivo italiano.

Dalla primavera 2017 il timone passa a Sigfrido Ranucci, da dieci anni co-autore del programma, affiancato dalle firme storiche Giovanna Boursier, Michele Buono, Bernardo Iovene e Paolo Mondani, mentre Milena Gabanelli è richiamata in Rai per riorganizzare l’informazione sul web.

Le segnalazioni possono essere inviate a report@rai.it.

Report: puntata dedicata agli abusivismi in zona Parco Gargano ultima modifica: 2017-05-08T15:21:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Carmen

    Mi vergogno io per il “grand’uomo” che ha minacciato il giornalista!
    “Complimenti”a Pecorella per come gestisce il Parco e mi fermò qui altrimenti mi censurano…


  • Alfrefonia

    Che bella figura di merd….
    Era meglio che stava zitto….


  • Povera Manfredonia

    Che figuraccia!! La minaccia del pagliatone roba da far west e che dire del Parco..


  • Manfrenercazzoledoniagas

    Meno male che trasmissioni che Report e le Jene vanno ancora in onda? Ma fino a quando?

  • i 2 energumeni in video sono -….vi dico solo (presenti le sue osservazioni presso le autorità competenti,grazie,ndr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi