AttualitàCulturaFoggia
La 3^ edizione targata Foggia 2017

Il successo è di casa al Festival del Nerd (FOTO)

A chiudere la 3^ edizione de Il Festival del Nerd son stati sempre loro “Le Stelle Di Hokuto”, che nella performance live, hanno suonato e cantato brani dei più famosi cartoni animati da trent’anni ad oggi, appunto quelli trattati da “Animeland”, brani intramontabili e richiesti e ballati da grandi, giovanissimi e piccini

Di:

Foggia, domenica 06 maggio 2017. Fa il pienone il Festival del Nerd edizione 2017. Giunto alla sua terza edizione, il festival dei giovanissimi che si identificano nell’informatica, prevalentemente nei giochi a nei fumetti, nei giorni 5 e 6 maggio 2017, ha ottenuto l’atteso successo. La kermesse, con la ormai collaudata e presenza colorata dei Cosplay, ha gremito la location de La Città del Cinema, in via Miranda a Foggia. Un mare di giovanissimi si è tuffato in quello che è l’appuntamento annuale di una festa spensierata, ricca di giochi, di computer, di musica, di fumetti, di libri, attrattive varie con workshop preposti. Quest’anno la formula magica è stata mettere insieme gioco e scuola, con incontri monotematici scolastici, dove molte classi per un giorno e con i loro docenti hanno abbandonato il banco per la piazza, per poi essere premiati per alcuni lavori di disegno fumettistico svolti durante la manifestazione. Il primo posto è andato al Liceo Artistico Perugini di Foggia, che ha superato l’Accademia Belle Arti e l’Istituto Einaudi, sempre di Foggia.

Organizzato dall’Associazione Festival del Nerd (www.festivaldelnerd.it), con la preziosa promozione de “Il Covo del Nerd” e “RM Service”, e con collaborazioni e patrocini istituzionali importanti, quest’anno le maggiori attrattive, stando alle preferenze dei giovanissimi intervistati, son stati gli incontri con i youtubers di fama internazionale, ospitati in alcune sale cinema, che pazientemente hanno firmato autografi e si son messi in posa per migliaia di foto. Da i Mates ai LasabriGamer, per proseguire con CharlieMoon, Kenoia, Mercy, MatteoFire, TheMark, Metano007, i Nerd hanno potuto scambiare opinioni e abbracciare i loro cyber-idoli. Ma Festival del Nerd è stata anche l’occasione per riunire giovani studenti intenti a mettere in mostra le loro capacità artistiche, come detto, disegnando pannelli con varie tecniche e tutti in tema fumettistico. Per l’occasione al festival erano presenti fumettisti dal calibro nazionale. C’erano quelli della DC Comics, con E Simeoni per Batman Eteral, della Erredi, con C. Astori per The Professor, della Inkiostro, con S. Simone per The Cannibal Family, del Lab. Tunu, con Ferramosca e Gulma, della notissima casa editrice Bonelli, con G. Pontrelli e G. Marzano per il fumetto Dylan Dog, dove quest’ultimo ha tenuto una lezione per la Scuola Adriatica di Fumetto.

Festival del Nerd non è solo workshop con gadget, c’erano quelli formativi, un motivo in più per esserci, insomma. C’erano libri a tema messi a disposizione della libreria foggiana Ubik, la Scuola di Fumetto ad Inchiostro, stand e work in progress delle scuole foggiane predette, l’archivio SPLASH dedicato ad Andrea Pazienza e tutte le attività legate al fumetto messo a disposizione del MAT – Museo Alto Tavoliere- di San Severo-. Difatti il MAT, come ad ogni festival, ha voluto esserci per promuovere e diffondere la Cultura del Fumetto. E per l’occasione ha anche organizzato un laboratorio didattico gratuito intitolato “METTITI NEI MIEI PANNI”, durante il quale i bambini, ispirandosi alle “favole” di Andrea Pazienza e ai suoi fantastici personaggi, si sono impegnati nella decorazione di una maglietta attraverso la tecnica della pittura su stoffa. C’era anche lo stand di Gigi Iacomino, storico appassionato del periodo bellico di Capitanata, con foto, cimeli e riproduzioni fedeli in miniatura di molti aerei militari, di navicelle spaziali e Ufo dei più famosi film e cartoni animati.

Ma il Festival del Nerd è stato anche l’occasione per incontri ludici con computer di ultimissima generazione, di scambi culturali vari, di contest e di musica. Il tutto con il comune denominatore: il fumetto. Un tema approfondito finanche con la proiezione del film “Animeland”, quel film che racconta il favoloso mondo immaginario dei cartoni animati giapponesi e non, dei manga, di anime e Cosplay, il tutto attraverso ricordi, aneddoti e sogni del documentarista tarantino Francesco Chiatante. Più che un film, è doveroso definirlo un docu-film con i maggiori protagonisti dei cartoni animati che furono e che sono, come Heidi, Goldrake, Jeeg Robot, Dragonball e Naruto, per poi arrivare ai più recenti Holly e Benji, a L’incantevole Creamy, a Ken il guerriero, fino alla recentissima e odierna vera e propria invasione “animata” giapponese. Un documento cinematografico, “Animeland”, con le voci di Caparezza, di Valerio Mastandrea, di Paola Cortellesi, e con testimonianza dei maestri del cinema come Shinya Tsukamoto e Michel Gondry.

Tuttavia, oltre ai giovanissimi, c’è stata anche una buona affluenza di adulti, che si sono divertiti assistendo ai vari contest e incontri a tema. Chissà, curiosità? Ricordi adolescenziali?
Un dato è certo, il Festival del Nerd, come del resto era già avvenuto lo scorso anno, è entrato di diritto tra gli appuntamenti fissi di una Foggia desiderosa di cambiamento, tant’è che è diventata la più grande fiera del fumetto della Capitanata dedicata agli amanti di Comics & Games. Merito non solo degli organizzatori e collaboratori, bensì della volontà di un Comune che ha creduto in questo evento. Bisogna dirlo: l’Assessore alla Cultura del Comune di Foggia, Anna Paola Giuliani, c’ha visto lungo, c’ha creduto. A Lei va il ringraziamento di molti giovani e genitori, che per due giorni hanno potuto respirare quell’aria salubre e ricca di spensieratezza, ed anche, permettetecelo, di cultura, perché il fumetto è cultura. E la Giuliani non ha perso tempo a trasformare le parole in fatti. Quelle parole dette, durante la seconda edizione, del 2016, dal Presidente dell’Associazione Festival del Nerd, Stefano Santangelo «Il Festival del Nerd si ispira alle maggiori fiere nazionali del settore comics ed ha come obiettivo quello di impiantare anche nella nostra realtà territoriale la medesima realtà aggregativa. Sono certo che, grazie al supporto dell’Amministrazione locale, rappresentata da un componente di spicco come la Dott.ssa Giuliani che da sempre è attenta osservatrice e promotrice delle iniziative socioculturali meritevoli della Città, il Festival del Nerd possa diventare uno degli eventi maggiormente rilevanti della Capitanata, con l’ambizione di evolversi in una realtà consolidata a livello anche nazionale come il Romics, il Comicon e il Lucca Comics e Games».

Insomma, il mondo “Nerd”, oltre che dal punto di vista sociale, rappresenta una realtà enormemente interessante e ricca di opportunità anche dal punto di vista economico, considerato il tasso di crescita e di espansione esponenziale che il settore sta registrando soprattutto negli ultimi anni. L’anno scorso si registrarono più di 10.000 presenze nei due giorni di manifestazione, quest’anno ha decisamente superato quella soglia. Il sold-out si è avuto durante gli incontri con i youtubers, voluti fortemente dal Presidente Santangelo: solo nelle sale in sole poche ore si è registrata una presenza di oltre 5.000 persone. Ma Santangelo ha fiducia nel prossimo evento, affidandosi al successo odierno e soprattutto alla sensibilità delle scuole, che hanno accolto l’invito e si sono prodigate per educare i giovani a forme culturali artitistiche spesso confuse con il gioco. Che sia di buon auspicio per il prossimo anno.

A chiudere la 3^ edizione de Il Festival del Nerd son stati sempre loro “Le Stelle Di Hokuto”, che nella performance live, hanno suonato e cantato brani dei più famosi cartoni animati da trent’anni ad oggi, appunto quelli trattati da “Animeland”, brani intramontabili e richiesti e ballati da grandi, giovanissimi e piccini.

(A cura di Nico Baratta, Foggia 08.05.2017)

fotogallery

Redazione Stato Quotidiano.it

Il successo è di casa al Festival del Nerd (FOTO) ultima modifica: 2017-05-08T09:26:54+00:00 da Nico Baratta



Vota questo articolo:
0

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi