Cronaca

Casamassima, maxi sequestro alimenti cinesi scaduti

Di:

Controlli su alimenti cinesi (archivio; fonte image: blog.panorama)

Bari – MILITARI della Tenenza di Putignano, all’esito di una operazione di servizio condotta nel settore della sicurezza alimentare e della tutela della salute pubblica, in collaborazione con il personale del dipartimento di prevenzione servizio veterinario dell’asl Ba – di Putignano (Ba), a seguito di pregressa attivita’ info investigativa, hanno proceduto in Casamassima (ba), nei pressi del centro commerciale “il baricentro” al sequestro di pasti cotti, in evidente stato di alterazione, in quanto trasportati in contenitori non termici atti ad assicurare le temperature stabilite dalla legge, pronti per essere distribuiti alla clientela cinese.

Le indagini svolte hanno permesso altresi’ di individuare e sottoporre a sequestro in localita’ casamassima, anche la cucina ove le pietanze cotte venivano preparate, confezionate ed avviate alla distribuzione, nonche’ circa 300 chilogrammi di prodotti alimentari rinvenuti in quella sede, in violazione alle normative vigenti in materia di sicurezza alimentare.

Un cittadino di nazionalità cinese è stato denunziato all’autorità giudiziaria ai sensi dell’art. 5 lett. b) e d) della legge 30.04.1962 nr. 283 (disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande.


Redazione Stato@riproduzione riservata

Casamassima, maxi sequestro alimenti cinesi scaduti ultima modifica: 2012-06-08T11:29:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi