Lavoro

Trem Bond BpPugliese, “57,8 milioni in 25 giorni”

Di:

A sinistra il presidente della Banca Popolare Pugliese Massimo Valli (fonte image: brindisireport)

Foggia – NELLA mattina dell’8 giugno 2012, dopo soli 25 giorni dall’avvio del collocamento da parte della Banca Popolare Pugliese dei Titoli di risparmio per l’economia meridionale (T.R.E.M.), è stato prenotato il 100% delle tre tranches delle obbligazioni con scadenze a 24, 36, 60 mesi, per complessivi 57,8 milioni di Euro. L’attività di sottoscrizione delle obbligazioni T.R.E.M., iniziata il 15 maggio scorso e presentata ufficialmente presso Confindustria Lecce e Confindustria Foggia, doveva per legge completarsi entro un periodo massimo di 60 giorni e dunque entro il 16 luglio.

“La collocazione in meno della metà del tempo disponibile dei Trem Bond rappresenta un risultato importante, che testimonia l’impegno profuso dalla Banca verso una finalità non puramente mercantile. Detti titoli, com’è noto, possono essere emessi in forza del Decreto Legge n. 70 del 13/05/2011 reso operativo dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 1° dicembre 2011 – entro il 30% del patrimonio di vigilanza, ed hanno la caratteristica di godere di un prelievo fiscale agevolato del 5% sugli interessi, in luogo del 20% vigente”.

“Questo risultato, ora consentirà alla Banca Popolare Pugliese di mantenere fede agli impegni assunti a sostegno dell’imprenditoria pugliese, anche oltre il disposto del D.L. 70, in questi tempi di congiuntura sfavorevole. L’impegno da parte delle aziende di credito era, infatti, quello di finanziare con le somme raccolte le piccole e medie imprese meridionali per un tempo equivalente alla durata degli strumenti di raccolta”.


“La Banca Popolare Pugliese, già fortemente attiva nel sostegno al credito per le piccole a medie imprese locali, potrà immediatamente immettere nel tessuto produttivo e imprenditoriale queste ulteriori risorse. Un ringraziamento particolare ai Sigg. Clienti per la fiducia ancora una volta confermata alla Banca Popolare Pugliese quale espressione del Territorio e per aver condiviso le finalità etico-finanziarie dell’operazione”. E’ quanto emerge da una nota del Direttore Commerciale della BPP, dr. Massimo Valli.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi