ManfredoniaStato news
"La consegna dei kit per la raccolta differenziata porta a porta è in fase di conclusione"

“35 facilitatori”, ASE precisa “Retribuiti con voucher, non saranno assunti al termine del lavoro”

"Ad oggi sono stati raggiunti circa 18mila utenti tra domestici e e commerciali"

Di:

Manfredonia. ”LA consegna dei kit per la raccolta differenziata porta a porta è in fase di conclusione. I 35 facilitatori (individuati attraverso una procedura con evidenza pubblica realizzata con l’agenzia interinale Manpower ,ndr) stanno servendo la zona centro della città. Ad oggi sono stati raggiunti circa 18mila utenti tra domestici e e commerciali. Si ribadisce che le citate figure non sono alle dirette dipendenze di ASE, essendo retribuiti con voucher da altra ditta. Il loro compito, come previsto, terminerà con la consegna kit porta a porta e non avranno alcun altro tipo di rapporto lavorativo con l’azienda. In ogni caso, ci farebbe sempre piacere avere i nomi degli utenti che avanzano anonimamente certe richieste. D’altronde l’azienda non nega mai il confronto e puntuali risposte“. Così parlò l’ASE SpA di Manfredonia, intervenendo nuovamente – su richiesta di Stato Quotidiano – per fare chiarezza sulle modalità di individuazione, sull’operato e sul futuro dei 35 facilitatori addetti alla distribuzione del materiale per la raccolta differenziata.

Giorni fa, un cittadino ha scritto a Stato Quotidiano, chiedendo informazioni in merito. “Perchè dopo i 60 giorni (inizialmente 30,ndr) previsti sono ancora impegnati nelle attività di distribuzione? Questo vuol significare una prossima assunzione da parte della municipalizzata in quote totalitarie del Comune?”.

L’ASE ha fatto chiarezza sul punto, ricordando in ogni modo l’attenzione posta anche dai consiglieri comunali di Manfredonia sul medesimo tema. ”Con la pubblicazione dell’ elenco dei facilitatori(http://asemanfredonia.it/3084-2/) – hanno scritto in una nota datata il 20 maggio 2016 i consiglieri Fiore e Ritucci – l’ASE accoglie le richieste, insistentemente avanzate, del M5S di Manfredonia. I pentastellati da tempo pressavano la partecipata chiedendo trasparenza sull’incarico conferito al personale, che da qualche mese provvede alla distribuzione dei mastelli per la raccolta differenziata. Il M5S, pur non completamente soddisfatto (si chiedeva anche la data di nascita di ognuno ed il periodo di lavoro), ritiene questo concreto obiettivo raggiunto un passo positivo verso quella doverosa trasparenza operativa nei confronti dei cittadini”.

Si ribadisce nuovamente come “il personale autorizzato alla consegna dei kit per la raccolta differenziata porta a porta è quello munito degli appositi tesserini e pettorine (color blu royal con loghi Comune di Manfredonia – in alto a destra – e “A.S.E. SpA” – in alto a sinistra – con la scritta “#DIFFERENZIAMOCI” sul fronte e sul retro).

Gli operatori consegneranno i kit in comodato d’uso gratuito sull’uscio della porta.

Il materiale da consegnare è così composto:
– N. 5 MASTELLI (marrone per l’organico; giallo per carta, cartone e tetrapak; blu per plastica e metalli; verde per il vetro; grigio per l’indifferenziato);
– N.1 BROCHURE ESPLICATIVA SU MODALITA’ CONFERIMENTO (anche per le utenze commerciali);
– N.1 CALENDARIO ADESIVO (per le utenze domestiche);
– N.1 GLOSSARIO (con spiegazione sulle modalità di conferimento dei singoli rifiuti).

In caso di mancata presenza dell’utente, sarà lasciato nella cassetta della posta un tagliando personalizzato da presentare all’ “Ufficio Raccolta Differenziata”, sito in Via Tratturo del Carmine, a disposizione per informazioni e ritiro kit dalle ore 8.30-12 dal lunedì al sabato.”

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • Luigi

    Volevo essere anche io pagato con i voucher.

    La prossima volta vedete di essere più trasparenti (come dovreste sempre essere)
    e pubblicate qualche manifesto per informare i cittadini interessati.

    Si si…la prossima volta.


  • Manfredolandia

    e mo mang to cumbè.


  • Antonio

    Ma se era pubblica la selezione come mai nessuno sapeva niente ???


  • Serpente pungente

    Salve credo che sia la cosa più giusta da fare,per rispetto di tanti cittadini di Manfredonia disoccupati con famiglia da sfamare,che meritano gareggiare ad un posto di lavoro con il diritto alla partecipazione ad un concorso o altro…Non si può fare,come hanno fatto alcuni elementi dell amministrazione politica PD chiamando all’Agenzia ^x^,e dare i nominativi. .tutto bene quello che finisce bene prima che qualche cittadino immortale denunciava il tutto alla magistratura con conseguenze irreversibili a qualcuno del PD.


  • Vincenzo

    Ringraziamo per la chiarezza ma sig. Amministratore mi spiace ricordarle lei nella veste che copre nn è stato ligio con la città per quanto concerne i 35 facilitatori.
    Per me nn esiste la prossima volta avete sbagliato!
    Ma lo so nn ve ne importa nulla ,tanto lei oggi c’è, domani nn c’è più.
    Peccato che la magistratura nn intervenga!

  • E sempre l’ Ase che paga la Voucher e i -che sono stati assunti da i politici Complimenti Capreeeeee


  • 10 lupi misto squali e 60 mila pecorelle

    C’è ancora l’agenzia di collocamento a Manfredonia?


  • antonio

    è sempre la stessa storia!!


  • RS

    Non vi preoccupate signori, per far funzionare la raccorta differenziata a Manfredonia per come è stata pensata sarà necessario assumere il doppio del personale in organico.
    Infatti hanno adottato il sistema di raccorta porta a porta utilizzato per centri a bassa densità di popolazione.
    Se ci fate caso adesso due operatori con un camioncino hanno bisogno di almeno 10 minuti per svuotare i contenitori di 50 utenti. Prima avrebbero svuotato in dieci minuti il contenitore dove confluivano i rifiuti di 400 utenti.
    Questi o sono dei geni del controllo dei costi e “tempi e metodi” o si stanno preparando per maxi assunzioni clientelari.
    Ho già tempo fa posto il quesito all’Ase e loro mi hanno risposto che per la raccorta differenziata avrebbero utilizzato lo stesso personale e non è prevista alcuna assunzione di ulteriore personale.
    A questo punto mi chiedo erano in troppi prima o tra poco andranno in crisi sospendendo il servizio raccolta?
    Sapete come andrà a finire ? verranno riacquistati altri contenitori di quartiere per la differenziata e sospesa il porta a porta . Scommettiamo?

    RS


  • SONO STANCO DI AVERE RAGIONE

    Se non l’avete capito vi spiego meglio perché per Porto Nogaro è andata meglio e perché sono stati più bravi.
    Con la gestione Sangalli, 4 aziende su 8 (Sangalli Vetro San Vito, Sangalli Vetro Maggione, Sangalli Vetro Isola 13, Sangalli Vetro Vittorio Veneto), sono andate in liquidazione, altre 3 aziende (Sangalli Vetro Manfredonia, Sangalli Vetro Satinato e Sangalli Vetro Magnetronico) sono fallite.
    L’ottava Sangalli Vetro Porto Nogaro sarebbe già anch’essa fallita se la regione Friuli con la loro maggioranza non avesse letteralmente buttato fuori la famiglia dal controllo dell’azienda.
    Basti pensare che due anni fa, con i valori di asset più alti, gli stessi Sangalli hanno venduto (regalato) il 50% di 4 stabilimenti a 5 milioni di euro ai Russi, mentre oggi la regione Friuli è riuscita a vendere un solo stabilimento a 90 milioni (c’è un mala gestio o no da parte della famiglia?)
    L’errore che abbiamo fatto a Manfredonia e quello di aver creduto in questa gente fino all’ultimo e di non averli buttati fuori già nel 2012 come ha fatto la regione Friuli.
    E’ altresì vero che i nostri politici non hanno le competenze che hanno i politici del nord.
    I nostri politici sono abituati a fare passerelle e buffet e noi siamo abituati ad apparecchiarli i tavoli nella speranza di chissà cosa.
    Noi siamo abituati a fare sceneggiate (napoletane) sui social, media ecc. ecc., mentre a Porto Nogaro fanno scrivere dagli avvocati.
    Questi sono solamente alcuni motivi ma non posso stare ore a cercare di far capire a capre, qual’ è la verità.
    Ricordo alle capre che i Sangalli per Manfredonia, avevano presentato un piano di concordato liquidatorio e non in continuità, quindi significa che se fosse passato, avrebbero svuotato l’azienda e fatto arricchire consulenti e avvocati e lui sarebbe fallito comunque.
    I creduloni del Satinato e Magnetronico pensano ancora che con la gestione Sangalli o company sarebbe andata meglio? Mi fate tenerezza.
    Perché non chiedete ai dipendenti della Sangalli Home Glass, ai dipendenti della Sangalli Vetro di Isola 13, ai dipendenti della Sangalli di Maggione, ai dipendenti della Sangalli di San Vito al Tagliamento, e perché no, ai dipendenti della Sangalli Vetro Manfredonia e ai dipendenti della Porto Nogaro come la pensano?
    I creduloni cronici della Famiglia Sangalli mi devono spiegare adesso dove sono i Sangalli e cosa fanno.

    Sono stanco di avere ragione


  • Antoninovergura

    Come disse un grande uomo di CULTURA :
    ” Chi non e’ con me, e’ contro di me “.
    Mentre Dante Alighieri disse :
    ” Perdete ogni speranza, voi che mi VOTATE”, e’ tutto gia’ preventivato.


  • Manfredonia svenduta, umiliata e senza dignità

    Ciao si può sapere quando forniranno le buste?


  • LA CONGIURA CONTRO I CITTADINI DI MANFREDONIA.

    farò una raccolta differenziata accurata, capillare, scientifica, civile e spiegherò anche ai miei amici e parenti come esperirla al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati