ManfredoniaMattinataVieste
60 profughi sono giunti invece a largo di Santa Maria di Leuca

Migranti, ancora uno sbarco tra Vieste e Mattinata

"È un fenomeno che preoccupa non solo per la frequenza delle ultime settimane, ma anche per la facilità con cui i profughi risalgono l’Adriatico e trovano approdo sul Promontorio"

Di:

Foggia. ANCORA sbarchi di migranti sulle coste pugliesi: come confermato dagli inquirenti, nella notte 36 profughi sono giunti sul Gargano, 60 a largo di Santa Maria di Leuca.

Relativamente al primo sbarco, si parla di 36 cittadini provenienti dal Medio Oriente: Iraq, Iran, Siria. 12 i minori presenti. I 36 profughi sono stati intercettati lungo la litoranea tra Vieste e Mattinata, dopo essere sbarcati su una spiaggia tra Baia di Campi e Porto Greco.

Si tratta del terzo sbarco nel Gargano, accertato negl ultimi mesi.

“Le coste del Gargano stanno diventando luogo di sbarco per profughi provenienti dai paesi mediorientali. Dopo lo sbarco nella Settimana Santa, si è replicato con quello di qualche giorno fa. Stesso tratto di costa, tra Vieste e Mattinata, stessa tipologia di profughi, curdi e siriani”, aveva detto il consigliere regionale Napoleone Cera – presidente del gruppo Popolari e membro della commissione criminalità della Regione Puglia – in seguito al penultimo sbarco di profughi dal Medio Oriente.

«È un fenomeno che preoccupa non solo per la frequenza delle ultime settimane, ma anche per la facilità con cui i profughi risalgono l’Adriatico e trovano approdo sul Promontorio. Segno che c’è una organizzazione che ha molti mezzi e capacità organizzative che dovrebbero, a mio avviso, diventare oggetto d’interesse della commissione regionale sui fenomeni criminali».

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • L'uomo delle paludi sipontine in pieno centro urbano

    Come mai gli immigrati sbarcano ovunque tranne che a Manfredonia? Eppure abbiamo 6 porti e coste molto accoglienti e rigogliose e spiaggie dorate incantevoli, insomma degli approdi da sogno, invece rischiano la vita per sbarcane dove ci sono coste frastagliate e anche alte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi