ManfredoniaMonte S. Angelo
Il Commissario Andrea Cantadori ha dichiarato che con l’inaugurazione del Complesso di Santo Stefano, che si affianca al Museo Etnografico Tancredi avvenuta lo scorso anno, il Comune di Monte arricchisce la propria offerta culturale

Monte Sant’Angelo, inaugurazione dell’ex chiesa di Santo Stefano

Con l’inaugurazione del Complesso si gettano altresì le basi per la individuazione di nuovi percorsi turistici che consentono di protrarre le presenze dei visitatori e condurli alla conoscenza della Città anche oltre i tradizionali itinerari


Di:

Monte Sant’Angelo. L’8 giugno, dopo quattro anni di lavori, è stata aperta al pubblico l’ex chiesa di Santo Stefano, parte del Complesso monastico e della chiesa di San Francesco. La gestione della struttura, la cui fondazione risale al XIII secolo, è stata affidata alla Pro Loco di Monte Sant’ Angelo che il 7 giugno ha firmato il protocollo d’intesa con il Comune per la gestione temporanea del bene in attesa delle determinazioni che verranno assunte dalla amministrazione subentrante.

L’intento è quello di creare, insieme al Meta (Museo Etnografico Tancredi), un polo museale animato da attività varie quali visite guidate e laboratori didattici, facendo diventare l’intero complesso un centro culturale in cui poter organizzare eventi che possano rendere il bene, a tanti sconosciuto, fruibile al pubblico in ogni giorno dell’anno. Erano presenti all’inaugurazione la Commissione Straordinaria i membri dell’Associazione, i volontari del Servizio civile, i ragazzi dell’Alternanza Scuola Lavoro e i rappresentanti del mondo della scuola.

Il Commissario Andrea Cantadori ha dichiarato che con l’inaugurazione del Complesso di Santo Stefano, che si affianca al Museo Etnografico Tancredi avvenuta lo scorso anno, il Comune di Monte arricchisce la propria offerta culturale. Anche la guida turistica, realizzata insieme alla Pro Loco, contribuisce alla riscoperta della storia della Città e alimenta le aspettative di un turismo culturale che si aggiunge a quello religioso.

Con l’inaugurazione del Complesso si gettano altresì le basi per la individuazione di nuovi percorsi turistici che consentono di protrarre le presenze dei visitatori e condurli alla conoscenza della Città anche oltre i tradizionali itinerari.

Monte Sant’Angelo, 8 giugno 2017

Monte Sant’Angelo, inaugurazione dell’ex chiesa di Santo Stefano ultima modifica: 2017-06-08T15:21:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
7

Commenti

  • È una gran bella cosa che ha aperto anche questo museo sono felice per la mia città

  • Ringraziamo il Commissario Cantadori per questo ultimo bellissimo regalo alla comunità di Monte e lo salutiamo con un pizzico di commozione e tanta tanta gratitudine.

  • Commossa che il Commissario va via.

  • Bellissimo ieri vedere il Commissario applaudito in strada dai cittadini e abbracciato dalle signore di ogni età. Mai vista una scena simile a Monte prima .

  • Bellissimo ieri vedere il Commissario applaudito dalla gente per strada e le signore di ogni età che lo abbracciavano. Mai vista prima una cosa simile a Monte.


  • Lu

    Premetto che sono molto dispiaciuto che il commissario sia partito e premetto che ha certamente lavorato benissimo e merita tutti gli applausi. Però ho visto la scena degli applausi e degli abbracci e mi è sembrata una scena da isteria collettiva vedere le donne che gli baciavano le mani e poi tutti quei selfie . Comunque grazie al commissario di tutto.

  • Mi associo ai ringraziamenti al Commissario che come ultimo atto ci ha riconsegnato santo Stefano che era chiusa da tantissimi anni è utilizzata come deposito. E ringrazio anche per la bellissima e utilissima app. del comune che ci fa fare bella figura anche con i turisti. Grazie commissario di tutto quanto è di averci mostrato come può essere (ben) governata Monte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi