FoggiaManfredoniaStato prima
"Centomila tonnellate di rifiuti smaltiti nelle campagne della Capitanata, un quadro che lascia sgomenti"

Rifiuti dalla Campania, M5S “Silenzio Emiliano e Santorsola è imbarazzante”

"La massiccia operazione della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza portata avanti ieri in Provincia di Foggia contro un’associazione dedita al traffico illegale di rifiuti, alla corruzione ed al falso ha portato a ben diciannove arresti"

Di:

Foggia. Gli otto consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, intendono far luce sulle recenti notizie di cronaca che hanno portato alla scoperta di un massiccio traffico illecito (centomila tonnellate) di rifiuti provenienti dalla Campania e smaltiti nelle campagne della Capitanata. I pentastellati annunciano la presentazione di una interrogazione indirizzata al presidente Emiliano e all’assessore all’ambiente Santorsola alla quale, il gruppo parlamentare M5S farà seguire una interrogazione diretta al Governo centrale.

Centomila tonnellate di rifiuti smaltiti nelle campagne della Capitanata, un quadro che lascia sgomenti. – dichiarano gli otto consiglieri regionali pentastellati – Questa interrogazione indirizzata a Santorsola e ad Emiliano che è stato anche assessore a San Severo, è solo la prima di una serie di azioni che intendiamo portare avanti per far luce su cause e responsabilità di un mastodontico traffico illecito di rifiuti provenienti dalla Campania e smaltiti nella provincia di Foggia, che ha causato un incalcolabile danno al territorio. Della questione si stanno già occupando anche i nostri parlamentari che a breve depositeranno una interrogazione al Governo. Siamo decisi ad andare fino in fondo, non è possibile che le organizzazioni criminali abbiano potuto trattare la Puglia come una pattumiera, portando avanti indisturbati un massiccio traffico di rifiuti inquinando i nostri suoli e mettendo a serio rischio la salute pubblica. Chi ha permesso tutto ciò dovrà pagare e le eventuali carenze di controlli o normative dovranno essere, necessariamente, al più presto colmate”.

La massiccia operazione della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza portata avanti ieri in Provincia di Foggia contro un’associazione dedita al traffico illegale di rifiuti, alla corruzione ed al falso ha portato a ben diciannove arresti. Coinvolti anche un funzionario dell’ARPA Puglia, i politici di Barletta Antonio Comitangelo e Paolo Antonio Del Prete, oltre al salviniano Primiano Calvo di San Severo. I consiglieri del Movimento 5 Stelle nell’interrogazione diretta al Presidente-assessore alla salute Emiliano e all’assessore Santorsola chiedono di conoscere: “quali azioni intenda esperire la Regione Puglia nell’immediato a tutela delle matrici ambientali compromesse in seguito agli illeciti accertati dalla DDA; se non si intenda potenziare il monitoraggio ambientale da parte di Arpa Puglia, viste le criticità ambientali emerse e, in ultimo se non intendano garantire il rispetto di quanto imposto dalla legge anticorruzione 190/2012 che impone l’obbligo della rotazione di incarichi nella pubblica amministrazione”

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Manfredonia terra di scempi e stupri

    Che schifo..se ne fottono tutti!

  • Poi a volte ci dicono.. ma ci sono le autorizzazioni firmate da funzionari ligi e fedeli, onesti e preparati e soprattutto incorrutibili.. quindi state tranquilli di cosa vi preoccupate è tutto a posto..


  • Dany

    È tuttt nu magna magna…
    Elezioni subito, solo cosí usciranno altri -anni!


  • cittadino

    E si ritorna a dire, stando nello specifico argomento: “Non c’è un palmo di terra netta.”…. e forse anche di…. mare….
    Dove c’è Arpa….., c’è la certezza che ….. suona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi