Manfredonia

Entro 31.12 ASE privatizzata; bando per gestore

Di:

Palazzo Sa

Manfredonia, entrata Palazzo San Domenico, sede Comune (archivio - luigi.altervista - statoquotidiano)

Manfredonia – CON una recente polemica alle spalle, attivate – dalla Giunta – le procedure di privatizzazione della ASE s.p.a., in base a quanto disposto dalla cd Manovra Bis (art. 4 del D.L. 13 agosto 2011, n.138 convertito con modificazioni dalla L. 14 settembre 2011, n.148, e ss.mm.ii.).

In base alle disposizioni di legge citate, il Comune di Manfredonia – unico azionista della Spa – è tenuto alla procedure di privatizzazione della A.S.E. (municipalizzata in quote totalitarie, 100%, del Comune – bilancio 2011 con crediti per 5,6 milioni nei confronti del Comune – debiti fuori bilancio – che l’Ente è tenuto a risanare in 3 anni, somme nelle quali sono è compresa la vendita del mercato al coperto z.167 – ricordando le somme impignorabili del 2011), “cedendo quote del capitale sociale ad un socio privato al quale affidare specifici compiti operativi connessi alla gestione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, dei servizi accessori di igiene urbana e di servizi connessi da individuare con procedura competitiva a evidenza pubblica, nel rispetto dei principi del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea e dei principi generali relativi ai contratti pubblici” e dunque, in particolare, “dei principi di economicità, imparzialità, trasparenza (…)”.

Da qui è stato costituire il gruppo di lavoro interno, per l’espletamento di tutte le necessarie fasi per il raggiungimento della privatizzazione dell’ASE s.p.a..

Gruppo formato dal:
– Dirigente del Settore 8° – Ing. Simone Lorussi;
– Dirigente del settore 1° – Dott. Matteo Ognissanti;
– Dirigente del settore 3° Dott. Michelangelo Nigro;
– Sig. Vaira Lina funzionario dell’ufficio Appalti e contratti.

Responsabile unico del procedimento (RUP) è stato nominato il dirigente Ing. Simone Lorussi, per gli adempimenti riguardanti la procedura competitiva ad evidenza pubblica per la privatizzazione della Società ASE s.p.a.; il RUP è tenuto all’affidamento dell’incarico a professionalità esterne, per il supporto al gruppo di lavoro , con provvedimento Dirigenziale e secondo la forma della convenzione a termine di diritto privato, in base alle disposizioni di legge.

Si ricorda che l’Ase è diventata Spa dopo DCC n.44 del 03.04.2003, con l’Ente unico azionista; con DCC del 06.12.2004 il nuovo statuto della Società, con affidamento dei servizi di igiene urbana e collaterali “in house”; con DGC del 28/12/2006 la proroga del servizio all’ASE spa per ulteriori anni 9 (31.12.2016). Con la privatizzazione della società in house – come indicato dall’Ente – dovranno essere “affrontate operazioni di M&A (Merger and Acquisition) nelle quali deve essere progettata e gestita l’integrazione di 2 strutture aziendali, un compito che presenta molteplici difficoltà in quanto implica la risoluzione di problemi di natura anche molto diversa (industriale, finanziario/contabile, di identità/filosofia aziendale ecc.), la cui complessità cresce con il crescere delle dimensioni dei soggetti coinvolti”.


Dati raccolta.
Da ricordare che in ogni ATO (ambito territoriale ottimale, in corso modifiche per riduzione ad uno in Puglia) deve essere raggiunto il 65% di raccolta differenziata (DATI MANFREDONIA) dei rifiuti urbani entro il 31 dicembre 2012; i Comuni responsabili del mancato raggiungimento del predetto obiettivo sono soggetti al pagamento di un’addizionale del 20% del tributo speciale di conferimento dei rifiuti in discarica secondo il riparto dell’Autorità d’Ambito; il Comune di Manfredonia ha inteso aderire al Programma Operativo FESR 2007-2013 – PPA dell’ASSE II – Linea d’intervento 2.5. Azione 2.5.1, sottoazione b) – Procedura negoziale per la presentazione di proposte d’interventi per il potenziamento dei servizi di raccolta nei comuni attraverso l’introduzione di metodi innovativi di raccolta differenziata “integrata”, con la presentazione di un Progetto Definitivo approvato con Delibera di Giunta Comunale n.248 del 09/08/2011 (progetto della coop. Erica di Torino). Ora l’affidamento del servizio.

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi