FoggiaPolitica
Nota stampa

De Leonardis: “Rifiuti, serve svolta dopo fallimento vendoliano”

Di:

Nota del Presidente del gruppo Area Popolare, Giannicola De Leonardis. “Tra le pesanti emergenze che l’attuale esecutivo ha ereditato dal decennio vendoliano, quella legata al completo fallimento del ciclo dei rifiuti sta continuando a produrre effetti devastanti per la comunità pugliese. Chiusure pregiudiziali hanno determinato infiniti stop alla costruzione di nuovi impianti e al completamento di quelli avviati, all’inseguimento dell’utopia dei ‘rifiuti zero’ palesemente irrealistica e irrealizzabile, e le ripercussioni sui Comuni e sui cittadini sono state drammatiche. Al punto che oggi si è arrivati a una cura che rischia di aggravare la malattia, con la decisione di smaltire i rifiuti eccedenti nel brindisino nella lontana Emilia Romagna, a Bologna e Ferrara, e conseguente, ulteriore escalation dei costi (il doppio rispetto a quanto si spenderebbe rimanendo sul territorio) legati al trasporto, al trattamento, allo smaltimento e alle imposte per il ristoro ambientale, che ricadranno con un effetto domino dagli enti locali alle famiglie. Ma, a un anno dall’insediamento del governo Emiliano, continuare con le soluzioni tampone non ha più senso: serve e in tempi non più prorogabili una nuova legge, e soprattutto un nuovo indirizzo, un confronto nell’aula consiliare, una politica in merito all’insegna della totale discontinuità con il recente passato e del completamento del ciclo dei rifiuti attraverso gli impianti necessari per soddisfare fabbisogni e necessità sui vari territori. Confrontandosi finalmente con la realtà e non lanciandosi in proclami illusori che rischiano solo di frenare e cristallizzare un eterno presente all’insegna del caos, della confusione, di sprechi e costi assolutamente improduttivi, senza alcun ritorno e non più sostenibili da parte della collettività”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati