Foggia
"Controreplica della Fast Confsal al presidente Ferrantino"

Fast “La situazione dell’Ataf è sotto gli occhi di tutti”

"Siamo curiosi di conoscere la fonte del documento che dimostra che l'Ataf è stata una delle prime aziende a cogliere l’opportunità dei finanziamenti previsti dal Piano nazionale strategico della mobilità sostenibile"

Di:

Foggia. “Capiamo la posizione del presidente costretto a difendere l’azienda che dirige, ma questo non lo legittima ad attaccare un sindacato con dichiarazioni strumentali”. La Segreteria Provinciale Fast Confsal Foggia controreplica al presidente dell’ATAF, Raffaele Ferrantino, sulla vicenda del parco mezzi e sull’opportunità di accedere al Piano nazionale strategico della mobilità sostenibile.

“Con grande amarezza apprendiamo che per il presidente di Ataf le funzioni di un sindacato si riducono al tesseramento, sminuendo, anzi non riconoscendo il ruolo principe che guida l’azione di ogni organizzazione sindacale, ovvero la tutela del lavoro e dei lavoratori. La situazione dell’azienda foggiana di trasporto pubblico locale è sotto gli occhi di tutti. La vivono quotidianamente i lavoratori e i cittadini, costretti a lavorare e viaggiare su mezzi tutt’altro che efficienti, con problemi meccanici e senza climatizzazione. Egregio presidente Ferrantino, questi, purtroppo, sono fatti, è cronaca quotidiana. La nostra non è sterile polemica, tutt’altro! La nostra è attenzione per l’azienda che eroga, alla città capoluogo di provincia, un servizio importantissimo. Per questo, abbiamo creduto opportuno ricordare ad Ataf che il Piano nazionale strategico della mobilità sostenibile è un’occasione imperdibile per poter rinnovare la flotta bus. Una flotta che, a proposito di precisione e di dati, non è comunque in grado di garantire la copertura di tutte le linee. Sul numero dei bus utilizzabili, Fast Confsal è disponibile ad una verifica congiunta sul campo. Sull’efficienza dei mezzi e del servizio, di cui non rispondono certo i lavoratori, siamo disponibili ad avviare, in collaborazione con le associazioni dei consumatori un sondaggio sul grado di soddisfazione degli utenti circa puntualità, sicurezza, confort e pulizia. Ciò darebbe effettivamente un riscontro oggettivo circa l’efficienza,efficacia ed economicità dei servizi erogati e sulla relativa competenza, capacità e abilità di chi conduce, da tempo, l’Azienda che li eroga.

Ma prima ancora, vogliamo ricordare che la stessa flotta bus che Ferrantino difende non risponde alle norme richieste dalla stessa Carta dei Servizi.

Capiamo, però, il nervosismo che ha generato la risposta di Ferrantino, visto che ad oggi il CDA non ha elaborato il Piano industriale, ma solo un accordo con FdG , non ancora attuato, vista l’annunciata verifica per il riscontro oggettivo della bontà dell’intesa per l’Ataf, forse solo riduzione di introiti.

Ci amareggia, ma non ci meraviglia l’atteggiamento del presidente, alla luce di comportamenti irrispettosi assunti con la mancata comunicazione, al prefetto, dell’assenza al tavolo con le Forze di Polizia, per far fronte all’emergenza di Borgo Mezzanone e poter discutere delle azioni necessarie a rafforzare la sicurezza dei dipendenti ATAF e degli utenti che usufruiscono del servizio di collegamento tra la città capoluogo di provincia e Borgo Mezzanone

Infine siamo curiosi di conoscere la fonte del documento che dimostra che l’Ataf è stata una delle prime aziende a cogliere l’opportunità dei finanziamenti previsti dal Piano nazionale strategico della mobilità sostenibile”.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

Fast “La situazione dell’Ataf è sotto gli occhi di tutti” ultima modifica: 2017-07-08T22:21:51+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi