Politica
"Ringrazio l'Assessore regionale al Bilancio Piemontese e la struttura tecnica di riferimento per il compimento di questo primo importante atto contabile"

Delibera riaccertamento, Amati: “Importante atto armonizzazione contabile”

"Diversamente i cittadini pugliesi rischierebbero di pagare i Consorzi di bonifica anche con le somme da accantonare nel fondo crediti di dubbia esigibilità"

Di:

Bari – “La delibera di riaccertamento straordinario dei residui attivi (14 miliardi circa) e passivi (10 miliardi circa) approvata ieri è un ottimo lavoro del Governo Emiliano con tanti significati virtuosi anche impliciti: tipo il fatto che nei prossimi mesi non si potrà più evitare il problema della restituzione delle anticipazioni di 131 milioni di euro erogati negli anni scorsi ai Consorzi di bonifica. E ciò a pena di una sofferenza che non possiamo permetterci sugli equilibri di bilancio della Regione.” Lo dichiara Fabiano Amati, Presidente della Commissione bilancio.

“Ringrazio l’Assessore regionale al Bilancio Piemontese e la struttura tecnica di riferimento per il compimento di questo primo importante atto contabile, in linea con le nuove norme di armonizzazione contabile. La delibera di riaccertamento sarà esaminata dalla Commissione bilancio dopo la pausa estiva. Sarà importante, in particolare, approfondire le singole voci residue confermate, cancellate e reimputate nel triennio 2015-2017 e collaborare con il Governo regionale per riqualificare le anticipazioni ai Consorzi di bonifica da “partite di giro” (non soggette a riaccertamento) a “residui attivi”, così come prescrive la nuova normativa contabile statale emanata in regime di competenza esclusiva.

Certo, pur non comprendendo come mai in passato le anticipazioni ai Consorzi di bonifica furono qualificate quali “partite di giro”, in contraddizione con la definizione giuridica di tale imputazione, devo ammettere che siffatta e forzata iscrizione ha prodotto sinora un indubbio vantaggio contabile: l’insussistenza cioè dell’obbligo di riaccertamento straordinario di quelle poste e quindi del correlativo e costosissimo accantonamento nel fondo crediti di dubbia esigibilità, come lo sono quelli dei Consorzi, che notevoli problemi di copertura avrebbe comportato.
Sarà molto probabilmente la legge di assestamento di bilancio che metterà ulteriore ordine a questa delicatissima materia, sulla scia della buona azione compiuta oggi dal Presidente Emiliano e dalla sua Giunta. Ma per far ciò, ovviamente, è necessario che si sappia che le anticipazioni erogate ai Consorzi di bonifica negli anni scorsi devono essere restituite, attraverso atti giuridicamente perfezionati ed idonei a rappresentare un giudizio di chiara esigibilità, sia in termini di contabilità che di tempestività. Diversamente i cittadini pugliesi rischierebbero di pagare i Consorzi di bonifica anche con le somme da accantonare nel fondo crediti di dubbia esigibilità, come se non bastassero le altre quattro voci di spesa sinora sostenute, e cioè le anticipazioni, le restrizioni di spazi finanziari da patto di stabilità, i tributi propri e la tariffa del servizio idrico integrato”.

Redazione Stato

Delibera riaccertamento, Amati: “Importante atto armonizzazione contabile” ultima modifica: 2015-08-08T00:01:34+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi