Sport
“Orgoglioso di poter tornare ad allenare la mia squadra del cuore”

Zazzera nuovo responsabile tecnico CUS Foggia Rugby

Matteo Zazzera è il nuovo responsabile tecnico del CUS Foggia Rugby

Di:

Foggia. Tempo di vacanze ma anche di novità in casa CUS Foggia Rugby. Con una nota ufficiale, il sodalizio guidato dal presidente Claudio Amorese, ha comunicato la decisione di ritenere concluso il rapporto di collaborazione con Alberto Follo, allenatore della prima squadra e responsabile tecnico del Cus Foggia Rugby nell’ultima stagione. Il posto del tecnico beneventano, a cui la società ha inviato sinceri ringraziamenti ed auguri per il prosieguo della carriera, sarà preso da Matteo Zazzera, già tecnico del CUS Foggia dal 2010 al 2012. La stretta di mano tra la nuova guida tecnica cussina ed il presidente Amorese è avvenuta venerdì scorso all’intenro degli uffici di Via Napoli. “Abbiamo tutti apprezzato il lavoro fatto da mister Follo, persona che ha dimostrato di avere grandi qualità tecniche ed umane – commenta lo stesso Amorese – ma abbiamo deciso di puntare per la prossima stagione su un profilo che riteniamo altrettanto importante ed affidabile. Riabbracciamo con piacere Matteo Zazzera, un professionista che conosce il nostro ambiente e conosce il rugby. Ci sono i presupposti per fare bene, per continuare a crescere e a far crescere il movimento rugbistico del Cus Foggia. E’ una scelta che mi soddisfa e che credo ci porterà a raccogliere ottimi risultati, fuori e dentro il campo”.

Visibilmente emozionato ma assolutamente entusiasta, il nuovo tecnico cussino non ha nascosto la sua felicità per quello che lui stesso ha definito un bellissimo ritorno a casa. “Dopo due anni vissuti lontano dal rugby, avevo voglia di tornare a vivere la mia grande passione per questo sport. Poterlo fare con la mia squadra e nella mia città rappresenta per me un motivo non solo di gioia ma anche di grande orgoglio. Ringrazio il presidente Amorese, il vice presidente Mario Fuiano e la società tutta: ritrovo un ambiente profondamente cambiato, più positivo e propositivo. C’è un coinvolgimento e un senso di appartenenza che deve e può spingere noi tutti a dare il meglio”. Classe 1986, foggiano doc, allenatore di 1° livello FIR dal 2010, Matteo Zazzera ha giocato in serie A con i Lions Piacenza Rugby per tre stagioni, dal 2007 al 2010. Dopo il biennio cussino, dal 2012 al 2014 ha militato tra le fila dello Svicat Rugby, compagine salentina con cui ha ottenuto una promozione in serie B. Il suo curriculum sportivo rivela il profilo di un atleta a tutto tondo. Campione italiano di Powerlifting nel 2003, campione europeo W.D.F.P.F. (WorldDrug Free Powerlifting Federation) nel 2004 Under 18 con tanto di record di Deadlift, e campione italiano C.S.E.N. F.I.B.A.T. DEADLIFT CAT +93 KG nel 2016, Matteo, insieme al fratello Luigi – futuro preparatore atletico del CUS Foggia Rugby – attualmente si occupa con successo della gestione tecnica del centro ROCK FIT, palestra di via Cariglia 48/50 riconosciuta dal circuito internazionale CrossFit, specializzata anche in ginnastica funzionale, posturale, artistica, allenamenti personalizzati sia di squadra che individuali, adatti a qualsiasi tipo di età ed esigenza.

Una cultura del lavoro e della programmazione che Zazzera porterà anche sul campo del Centro Sportivo dell’UniFG. “Sono abituato a fare un passo alla volta. Lavoreremo per costruire una mentalità vincente, vorrei avere a disposizione giocatori pronti ad aiutarsi dal primo all’ultimo minuto, fieri della maglia che indossano, vogliosi di non indietreggiare mai di fronte all’avversario, pronti a fare solo il bene della squadra”. La sua precedente esperienza sulla panchina rossonera si era conclusa nel 2012 con la vittoria del campionato e la promozione in serie C1, campionato che il CUS Foggia affronterà dal prossimo 2 ottobre. Dopo la pausa estiva il tecnico foggiano, sostenuto dal dirigente cussino Matteo Ricucci e dallo storico capitano Ermanno Baiardi, definirà il volto della rosa della squadra senior. “Punteremo molto sul settore giovanile, sui tanti elementi interessanti che se indirizzati verso una corretta cultura rugbistica potranno costituire una base solida per il futuro. A questi ragazzi dovremo però dare gli strumenti e le possibilità di vivere tutte le sfumature di questo sport, creando occasioni di confronto con altre realtà, allargando gli orizzonti e aiutandoli ad emergere nel migliore dei modi”.

L’ultimo pensiero del neo tecnico cussino non può che essere rivolto al suo predecessore. “Mister Follo ha lavorato benissimo e ha contribuito in modo decisivo alla crescita della società. Raccogliere la sua eredità sarà per me ulteriore motivo di orgoglio”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati