FoggiaLavoroManfredonia
"La campgna informativa continuerà a settembre in tutte le aziende che occupano sia lavoratori interinali che in somministrazione"

Barilla Foggia, “Interinali e somministrati”: iniziativa

“L’iniziativa nasce dalla consapevolezza che nel periodo estivo, quando i lavoratori dipendenti effettivi sono in ferie, nelle aziende aumentano in modo considerevole le assunzioni di lavoratori interinali e in somministrazione"


Di:

Foggia. “Anche se l’estate è nel suo pieno come Cgil e Nidil con le categorie di riferimento abbiamo inteso avviare una campagna informativa sui diritti contrattuali, previdenziali e sulle prestazioni rivenienti dalla bilateralità che interessano i lavoratori interinali e somministrati della Capitanata. La prima tappa del volantinaggio davanti i cancelli dell’azienda Barilla di Foggia e continuerà a settembre in tutte le aziende che occupano sia lavoratori interinali che in somministrazione”.

E’ quanto afferma il segretario provinciale della Camera del Lavoro di Foggia, Daniele Calamita, circa l’iniziativa della Cgil rivolta a questi lavoratori precari.

L’iniziativa nasce dalla consapevolezza che nel periodo estivo, quando i lavoratori dipendenti effettivi sono in ferie, nelle aziende aumentano in modo considerevole le assunzioni di lavoratori interinali e in somministrazione. Il volantino prodotto riporta quelle che sono le tutele principali per queste forme di lavoro, sono illustrate le regole rispetto alla NASPI, alla una tantum, al sostegno alla maternità, al contributo per asili nido, alle tutele sanitarie, all’accesso al credito, al contributo alla retta universitaria, al contributo per il trasporto extra-urbano ed al buono didattico per i figli dei lavoratori. Solo alcune delle tutele rivenienti dalla bilateralità di cui molti lavoratori spesso non sono a conoscenza”.

Daniele Calamita – Segretario Provinciale CGIL Foggia

Barilla Foggia, “Interinali e somministrati”: iniziativa ultima modifica: 2017-08-08T12:29:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • svolta

    Torno sui miei passi sulla vecchia strada…. Prima li avete fatti creare questi tipi di rapporti di lavoro che, nonostante tanti anni, i lavoratori mal sopportano perché sinonimo di precarietà incessante.
    Ora ci si mostra proni a far valere i diritti che nessuno rispetta.
    Sindacati se ci siete battete un colpo e ritornate a fare sindacato, altrimenti….
    Vi sconfesserete da soli.


  • Raffaele Vairo

    La crescente flessibilità del lavoro sta determinando in Italia (e non solo) la proliferazione di contratti di lavoro “atipici”, accompagnata da rilevanti e crescenti aspetti di “precarietà”.
    Continua ad essere propagandato il credo per cui la maggiore flessibilità, sia in entrata che in uscita nel e dal mercato del lavoro, ovvero maggiore precarietà e libertà quasi totale di licenziamento, favorirebbero maggiori investimenti nelle attività produttive, all’interno e dall’estero, con la conseguenza di un amento dell’occupazione.
    I fatti dimostrano il contrario. Infatti, a fronte delle politiche di austerità praticate dai governi Monti, Letta e Renzi, la disoccupazione in Italia è aumentata. Né si può dire che la riduzione dei salari del potere contrattuale dei lavoratori, misconoscimento dell’azione e rappresentanza sindacale abbiano favorito in alcun modo la crescita economica e dell’occupazione.
    Non ci sarà nessuna ripresa dell’economia e dell’occupazione (quella vera) se non cambia radicalmente la demenziale politica economica e finanziaria della UE e se non aumenterà il potere di acquisto dei lavoratori e la tassazione intollerabile sulle piccole e medie imprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi