Cronaca

Foggia, “più sicurezza in città per i nostri studenti”


Di:

Foggia, Via Capozzi

Foggia, Via Capozzi (St)

Foggia – FRA pochi giorni inizierà il nuovo anno scolastico. Le strade e gli autobus cittadini, e in particolar modo i marciapiedi, pulluleranno di studenti. Come ben sappiamo i minuti che precedono l’ingresso ai vari istituti scolastici, e quelli all’uscita, sono momenti concitati, vissuti dagli studenti con euforia e vivacità, spesso distratti e perciò colmi d’imprevisti.

Sono anche quegli attimi più pericolosi oggi giorno, un continuo batticuore per i genitori impauriti dal dilagare della delinquenza e spaccio di stupefacenti. Oggi non mi voglio occupare della delinquenza in genere, bensì dei pericoli nascosti che compongono una parte dell’arredo urbano. E lo faccio soprattutto su sollecitazione di molti genitori che mi hanno avvicinato.

Sappiamo tutti che la nostra cara amata città di Foggia sta attraversando un brutto momento (confido molto nel Sindaco Gianni Mongelli), che non permette migliorie, ma solo, spero, ripristini.
Tuttavia non bisogna piangersi addosso, e maggiormente trascurare la sicurezza, anche quella che il cittadino deve percepire per vivere senza ansie e che gli deve essere garantita.

Camminando per Foggia, ascoltando con molta attenzione (come sempre) la gente, ho potuto costatare che i concittadini sono preoccupati per l’incolumità dei propri figli, me compreso naturalmente. A parte tutte le insidie che i percorsi urbani ci riservano, come per esempio l’attraversamento stradale, il transito sulle “vie gruviera”, il passeggio molte volte affrettato sui marciapiedi dissestati, occupati da auto (in barba a ogni senso civico e di rispetto verso chi con bastoni e carrozzelle cerca di muoversi), o sporchi e puzzolenti per “padroni canini” incivili e trasgressori, incontri con oasi multicolore di discariche all’aperto, quello che ora preoccupa maggiormente chi mi ha incontrato, sono i numerosi cartelloni pubblicitari.

Difatti, e non mi si venga a dire che è un fenomeno circoscritto, moltissimi cartelloni pubblicitari presenti a Foggia, sono rotti, con lamiere divelte, contorte e arrugginite: in concreto sono “armi bianche” pronte a far male, lame pericolose e infette che il malcapitato, distrattamente o fra uno scherzo e un innocente spintone fra scolari, non si accorge del pericolo nascosto.

Per esempio: se si percorre a piedi Via Capozzi e si raggiunge la Scuola Media De Santis o quell’Elementare De Amicis, è impossibile non notare i cartelloni pubblicitari pericolosi (appunto, quelli pocanzi descritti e ripresi nelle foto qui pubblicate).

Foggia, zona Scuola De Santis

Foggia, zona Scuola De Santis (St)

Senza entrare nei particolari e nelle responsabilità soggettive (le oggettive rimbalzano l’una contro l’altra, senza mai portar soluzioni, nel caso specifico), l’appello che rivolgo, a nome di chi mi ha invitato a farlo, me compreso e spero della città,è che il Comune e la Provincia di Foggia, faccia un sopralluogo, censendo i cartelloni pericolosi, affinché provveda al loro ripristino.

Inoltre, e le foto lo testimoniano, eliminare tutti quei pericoli “celati” di un arredo urbano e di sicurezza (diciamo) non utilizzato e rotto. Sempre davanti alla Scuola Media De Santis a Foggia, v’è un tubo alto più di circa 120 cm, la rimanenza, certamente, di un palo spezzato di qualche segnale, che presenta pericolosi bordi taglienti arrugginiti. Un pericolo per chiunque.

Credo anche che simili pericoli siano dispersi per la città e sempre “celati” all’occhio di chi dovrebbe garantire l’incolumità del cittadino.

La preghiera che rivolgo alle nostre Amministrazioni (Comunali e Provinciali), agli organi di stampa e d’informazione televisiva, che questi pericoli “celati” non passino inosservati e che i responsabili delle strutture incaricate alla manutenzione di queste “suppellettili urbane”, si adoperino per l’immediato ripristino, senza attendere che vi scappi il ferito o peggio.

Con ciò, spero che ai cartelloni pubblicitari siano sostituite le lamiere, eliminata la ruggine e verniciati. Come pure quel palo (insidiosamente a metà) davanti alla Scuola Media De Santis sia rimosso, e tutto ciò possa recare pericolo e danno al cittadino, specie se è uno “scolaro vivace”.

Sia i foggiani che mi hanno interpellato, sia io, siamo fiduciosi per il dovuto intervento, fiduciosi nella responsabile accoglienza del messaggio da parte del Primo Cittadino di Foggia, il Sindaco Gianni Mongelli, e del Presidente della Provincia di Foggia, l’On. Antonio Pepe, e soprattutto facciamo affidamento alle loro sensibilità e amore per la nostra cara amata città.

Termino ricordando che i concittadini sono presenti e attivi per dare l’aiuto richiesto, io son qui e, come sempre e vigile insieme a chi m’interpella, pronti a segnalare quei pericoli urbani, e non solo, che minano l’incolumità di noi foggiani.

Foggia, “più sicurezza in città per i nostri studenti” ultima modifica: 2010-09-08T10:13:05+00:00 da Nico Baratta



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi