Cronaca

Arrestato pusher di Piazza Giordano, madri inviano lettere anonime in Questura

Di:

QuesturaFoggia, immagine d'archivio (da sito ufficiale)

Foggia – LA notizia è che un noto spacciatore di Borgo Mezzanone, straconosciuto dalle forze dell’ordine, è finito in manette. Ma ancor più rilevanti sono le modalità che hanno portato M.L, 38 anni, all’arresto. A giocare un ruolo determinante nel suo arresto, la denuncia sporta in Questura, tramite missive particolareggiate ripetute nel tempo, da alcune mamme che denunciavano la presenza dell’uomo nei pressi di Piazza Umberto Giordano, in pieno centro a Foggia.

E’ proprio grazie alle segnalazioni delle donne coraggio che gli inquirenti sono riusciti a ricostruire i movimenti di M.L. che, nei fine settimana, riforniva di stupefacenti molti minorenni del capoluogo dauno. Il metodo, sempre lo stesso. L’uomo veniva contattato dai ragazzi e si appartava in vie minori, limitrofe. E’ qui che si consumava lo spaccio.

Gli uomini della Polizia di Foggia, a seguito di accertamenti, pedinamenti, appostamenti, hanno prima accertato l’attività del pusher. Infine, l’hanno arrestato. Nella sua abitazione, i militari hanno rinvenuto 130 grammi di hashish destinati alla vendita e 800 euro, verosimilmente proventi dello spaccio

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi