Cronaca

Crisi Teleperformance, Cervellera (SeL) scrive ad Assessore Gentile

Di:

Il consigliere Alfredo Cervellera (Sel)

Bari – Il consigliere regionale Alfredo Cervellera (SEL) ha indirizzato all’Assessore regionale al lavoro, Elena Gentile e p.c. al Presidente della Regione, Nichi Vendola, al Presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido e al Sindaco di Taranto, Ippazio Stefàno, la lettera aperta che segue.

“Egr. Assessore, dopo l’impegno straordinario della Regione Puglia, della Provincia e del Comune di Taranto per scongiurare il pericolo di ben 712 licenziamenti nella sede locale di Teleperformance, dopo l’accordo raggiunto con le parti sociali ed il Ministero del Lavoro questa vicenda si ripresenta oggi con un taglio ancora più paradossale rispetto a questa estate.

Infatti, mentre ci sono da mesi centinaia di lavoratori a Cassa Integrazione a zero ore, senza il rispetto della rotazione tra il personale (prevista dall’Accordo) e senza l’avvio dei corsi di formazione “on the job”, l’Azienda avvia in grande stile e costi una campagna pubblicitaria per richiedere l’assunzione di lavoratori a progetto, cioè di precari a basso costo da “sfruttare” al posto dei propri dipendenti. Si innescherebbe una guerra tra poveri pescando a mani libere nel grande esercito dei disoccupati, si utilizzerebbero i soldi dello Stato (cioè di tutti noi) per tenere a casa i propri dipendenti sostituendoli con altri a più basso costo, ma sopratutto e si alimenterebbe la precarietà contro cui ha combattuto Nichi Vendola e la Regione Puglia , che in passato concesse a Teleperformance ingenti risorse pur di ottenere la stabilizzazione dei posti di lavoro dei propri dipendenti.

Il Sindacato ha già denunciato questa situazione assurda, ma non ha avuto risposta dall’Azienda né sulla mancata rotazione del personale posto da mesi in Cassa Integrazione che allevierebbe il sacrificio dei soliti “fessi” con una platea più amplia di dipendenti (su questo ha dovuto ricorrere al Giudice del Lavoro), né del perché ancora l’Azienda ed il Ministero non ha completato la procedura per i corsi di formazione che dovevano essere avviati ad Agosto e di cui la Regione Puglia ha disponibili le risorse concordate.

Caro Assessore Gentile,
conoscendo la tua sensibilità al problema, come la ferma volontà politica di Nichi Vendola nel voler combattere la precarietà nel mondo del lavoro, alla luce di quanto sopra esposto e in ottemperanza dell’Ordine del Giorno, approvato lo scorso giugno dal Consiglio Regionale, ti invito urgentemente a convocare (dando comunicazione ai Consiglieri Regionali tarantini) un tavolo con l’Azienda e con tutti i soggetti istituzionali e sociali che concorsero alla firma dell’Accordo per verificarlo nelle parti non attuate in Puglia, ma soprattutto per scongiurare le assunzioni a termine avviate che alimentano speranze ma che generano solo disperazioni”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi