BATCronaca

Caracciolo interroga su norme erogazione farmaci a base cannabinoidi


Di:

Bari – INTERROGAZIONE del consigliere regionale del Partito Democratico Filippo Caracciolo all’Assessore alle Politiche della Salute – programmazione assistenza territoriale e prevenzione, programmazione e gestione sanitaria, programmazione assistenza ospedaliera e specialistica – Donato Pentassuglia sulle “Modalità di erogazione dei farmaci e dei preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche” disciplinati in Puglia dalla legge regionale n. 2/2014.

La Regione Puglia con l’approvazione della legge n. 2/2014 ha colmato un vuoto normativo ponendosi l’obiettivo di disciplinare in modo più puntuale, e semplificando i passaggi burocratici, la modalità di prescrizione di erogazione dei farmaci e dei preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche a partire dal piano terapeutico predisposto dal medico specialista del servizio sanitario regionale ed il trattamento può essere somministrato oggi sia in ospedale (pubblico o privato accreditato) sia a casa attraverso cure domiciliari. La legge in oggetto ha avuto lo scopo di consentire un accesso al farmaco più agevole e meno oneroso per le persone che nella sofferenza di gravi malattie personali o di propri familiari sono costretti anche a subire costi elevati ed in alcuni casi a ricorrere anche all’acquisto dei farmaci e dei preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi sul mercato nero. La regione Puglia, pur essendo una delle prime regioni a livello nazionale ad aver regolamentato l’utilizzo e l’erogazione di farmaci e preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi, nella modalità di erogazione per finalità terapeutiche non ha specificato le tipologie di malattie che possono portare alla prescrizione dei predetti farmaci.

Ho scritto – sottolinea il consigliere regionale Filippo Caracciolo – per sapere se risponde a verità che presso la ASL BT sia stata negata l’erogazione di farmaci e di preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche per curare un giovane residente a Barletta di circa 17 anni affetto dalla sindrome di Tourette pur in presenza dei requisiti previsti dalla legge regionale n. 2/2014 ossia richiesta specialistica e contestuale piano terapeutico redatto da un Direttore di Struttura Complessa di Anestesia e Rianimazione di una ASL pugliese e la richiesta del medico di medicina generale gravando sulla famiglia del giovane ragazzo un costo che oggi dovrebbe essere a carico del Servizio Sanitario Regionale”.

La legge regionale n. 2/2014 approvata in Puglia consente che siano trattati trattate con farmaci e preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi malattie con forti spasticità e rigidità come ad esempio: la sclerosi multipla, la Sla, la fibromialgia, la neuropatia, il glaucoma, la sindrome di Tourette, pazienti affetti da HIV o con dolori oncologici. L’erogazione è vincolata alla prescrizione fatta dal medico specialista del Servizio sanitario regionale (SSR) e dal medico di medicina generale del SSR, sulla base del piano terapeutico redatto dal medico specialista del SSR come è avvenuto nel caso di cui sono venuto a conoscenza”.

“Attendo – conclude il consigliere regionale Filippo Caracciolo – che l’assessore alle Politiche della salute Donato Pentassuglia chiarisca il caso. Mia premura è che quanto prima possa essere sancito un diritto di legge e fornito, senza aggravio di costi da parte della famiglia, un supporto di grande aiuto a favore di chi si trova a convivere con patologie gravi legati alla salute. Il caso in questione investe peraltro la ASL BT del cui ottimo lavoro sono personalmente testimone. Sono convinto che un chiarimento da parte dell’assessorato regionale, probabilmente con una circolare, non potrà che favorire l’operato di tutte le aziende sanitarie pugliesi, compresa la stessa ASL BT”.

Redazione Stato

Caracciolo interroga su norme erogazione farmaci a base cannabinoidi ultima modifica: 2014-09-08T19:51:53+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This