Foggia

Foggia, “Nelle terre dell’Arcangelo tra ecologia ed economia”


Di:

Foggia – LE vie della cultura ripartono da Foggia: mercoledì 10 settembre, alle ore 18, l’Auditorium Santa Chiara ospiterà l’incontro “Nelle terre dell’Arcangelo tra ecologia ed economia”, secondo appuntamento di “Michaelic”, rassegna di arti, culture e spiritualità nel segno dell’Angelo Guerriero. Interverrà Grazia Francescato, giornalista ANSA e RAI, già presidente del WWF, ambientalista e autrice del libro “In Viaggio con l’Arcangelo”. Ad accoglierla, vi saranno il presidente della Fondazione Apulia Felix, Giulio Volpe – nuovo presidente della Commissione Parco Archeologico di Roma – e il vicepresidente europeo delle Vie Francigene, Federico Massimo Ceschin.

Camminare in Puglia. Il modo migliore di scoprire i tesori materiali e immateriali di una regione-crocevia, perché le antiche vie di storia, di cultura e di pellegrinaggio, la Micaelica insieme alla Litoranea, alla Aecas-Sipontum (Beneventum), alla Herculea, all’Appia antica, all’Appia Traiana, alla Egnazia, alla Calabria, alla Leucadense, raccontano la nostra storia, ma anche quella dell’incontro tra Oriente e Occidente, tra Europa e Mediterraneo, attraverso le Vie Francigene, per stimolare nuovi percorsi di confronto e messaggi di pace.

Attraversare la Puglia scegliendo di viaggiare a piedi, a cavallo o in bicicletta, lungo l’Itinerario burdigalense (333-334) o quello dei luoghi santi di Bernardo il Saggio (867-870), degli storici viaggi straordinari di Mariano di Nanni da Siena (1431), di Gaugello Gaugelli di Pergola (1463) o del letterato fiorentino Serafino Razzi (1576), per riscoprire la straordinaria spiritualità dei luoghi. E scivolare lungo le verdi vie d’erba dei Tratturi della Transumanza. Oppure, ancora, ripercorrere i passi di Cesare Brandi e del suo personale tour in terra di Puglia nel Novecento, in un viaggio letterario e artistico immerso nei paesaggi di una regione ricca di tesori e sorprese, tra beni culturali e ambientali di grande pregio.

Sono questi i temi di fondo della rassegna “Michaelic” e, più in generale, l’ambizioso progetto della Rete Puglia Francigena, che riunisce in un partenariato di dimensione regionale tutti gli attori protagonisti di una filiera che, fino a ieri, è stata considerata immateriale ma che oggi – di fronte ai mutamenti di scenario della domanda turistica – è diventata la nuova frontiera delle esperienze e delle emozioni più ricercate dai viaggiatori contemporanei, in grado di offrire un contributo decisivo alla creazione di nuove economie territoriali.
Fino al prossimo 19 ottobre, “Michaelic” attraverserà tutta la Puglia e arriverà anche in Basilicata. Le tappe pugliesi della nuova rassegna riguarderanno anche le Sacre Grotte, quelle dedicate al culto di San Michele, da Monte Sant’Angelo a Cagnano Varano, San Nicandro Garganico, Orsara di Puglia.

Il programma “Michaelic” è ricchissimo e costantemente aggiornato sulla pagina facebook dell’evento (https://www.facebook.com/michaelic.festival). “Michaelic”, promosso dalla Rete “Puglia Francigena”, gode del partenariato di 42 organizzazioni, locali e internazionali, pubbliche e private, profit e non profit, per un cartellone unitario di 40 eventi in oltre 50 luoghi diversi. I Monti Dauni, entroterra collinare della provincia di Foggia, saranno ancora una volta protagonisti con iniziative a Biccari, Orsara di Puglia, Lucera, Troia e Deliceto.

(ph: viesteoggi)

Redazione Stato

Foggia, “Nelle terre dell’Arcangelo tra ecologia ed economia” ultima modifica: 2014-09-08T11:26:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This