Manfredonia
"Il Sindaco ha smentito se stesso"

Solarium, Italo Magno “La lotta vince sempre”

"Manfredonia finalmente s'è desta"

Di:

Manfredonia. ”Mi complimento con i 400 magnifici, che hanno condotto avanti la battaglia contro l’ennesimo scempio che si voleva perpetrare a danno della nostra costa. La lotta vince sempre. Manfredonia finalmente s’è desta. Occorre continuare così, per i tanti altri problemi che affliggono la nostra città. Il Sindaco ha smentito se stesso, avendo in Consiglio Comunale affermato, ad una mia interrogazione sul primo solarium, che il Comune non poteva fare nulla per evitarlo. Ma sono troppo contento per fare polemiche”. E’ quanto scrive il consigliere comunale di Manfredonia Nuova, Italo Magno, in seguito alla recente nota del sindaco di Manfredonia Riccardi, inviata all’Autorità Portuale di Manfredonia, e per conoscenza al Prefetto di Foggia e ad un privato, con oggetto “Concessione demaniale marittima per la realizzazione di un solarium (…) Osservazioni”.

LA NOTA CON LE OSSERVAZIONI DEL SINDACO


”(…) al fine di evitare un uso indiscriminato della costa, si propone, nelle more dell’approvazione della disciplina che regolamenta l’uso della costa nell’ambito di competenza di codesta Autorita Portuale, di sospendere ogni attività comportante la concessione di aree demaniali a privati (…)”.

Come ricordato, ”con avviso di pubblicazione del 16.08.2016, l’Autorità portuale di Manfredonia ha attivato la “consultazione finalizzata alla conclusione della procedura di concessione demaniale marittima” per la suddetta realizzazione di un altro solarium”.

Le osservazioni (02.09.2016)

Le osservazioni (02.09.2016)

Come riportato nelle osservazioni, nota del 02.09.2016 ”(..) il Comune di Manfredonia ha predisposto il Piano comunale delle Coste, ad oggi all’attenzione della Regione Puglia per la definitiva approvazione. Con petizione (di un privato,ndr) ed altri sono state evidenziate perplessità sull’opportunità di concedere a privati ulteriori tratti di scogliera. La norma regionale dispone che le aree sottoposte alla competenza dell’Autorità portuale siano sottratte alla competenza comunale ed assoggettate alle norme del Piano regolatore Portuale. Il Piano Regolatore Portuale è in corso di approvazione, pertanto ad oggi le norme di riferimento sono quelle del Piano Regolatore Generale (art 82 N.T.A.). ”.

” (..) ad oggi le norme di riferimento sono quelle del Piano Regolatore Generale (art 82 N.T.A.)”

(…) Si ribadisce – è scritto al termina della nota a firma del sindaco la disponibilità di questa Amministrazione a collaborare con codesta Autorità (Portuale,ndr), nello studio e futura pianificazione delle aree demaniall di VS competenza, al fine di rendere coerenti i due strumenti di pranificazione”.

SOLARIUM “LA ROCA”, LA REPLICA DEL SINDACO AL CONSIGLIERE MAGNO (SEDUTA 09.03.2016)
n004-del-09032016

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
32

Commenti


  • Sipontini trattati come gli indigeni della foce del Niger

    Peccato che i sipontini non lottano come dovrebbero per problemi ancor più gravi.

  • Complimenti per la tenacia


  • Masha

    Conosce la differenza tra le aree comunali e quelle dell’Autorità Portuale? Il Comune non può fare nulla e il sindaco glielo ha pure spiegato, consigliere Magno. Infatti cosa ha fatto stavolta il sindaco? Ha invitato l’Autorità Portuale a sospendere queste concessioni. Invitato non vuol dire che comanda il Comune, ma proprio il contrario.
    Sono andato a cercare il verbale di quel consiglio comunale e lo copio e incollo qua. Chissà il consigliere in questione riesce ad essere più bravo nella lettura che nell’ascolto.
    “Presidente, la ratio vorrebbe che chi presenta interrogazione dovrebbe essere attento, scrupoloso e soprattutto dovrebbe studiare gli atti amministrativi, invece viene in aula a fare interrogazioni di popolo, il che non guasta perché è il periodo giusto. Per la verità la questione è tutt’altra e tra l’altro si fa riferimento a Piani delle Coste che tutto potevano regolamentare tranne tratti di costa che non sono di competenza nostra, cioè noi possiamo pianificare, programmare attività su aree di pertinenza del Comune di Manfredonia, stiamo in presenza invece, al di là della demagogia spicciola, davanti a un Comune che non svende assolutamente niente, che non fa politica su queste questioni, tranne a dimostrare il contrario con i fatti, si fa riferimento, come spesso accade a differenza di quello che faccio io, a stabilimenti che nascono per essere provvisori e poi restano permanenti, ad abusi più o meno diciamo noti, io preferirei, e l’ho invitato già un’altra volta il professor Magno, di circostanziare fatti, situazioni, persone, in modo che quello che lui sostiene venga, così come deve accadere sempre, inviato all’Autorità giudiziaria per le valutazioni del caso e non fare generiche affermazioni facendo cadere accuse così sparse in quest’aula, cosa che a me francamente dà molto ma molto fastidio. Allora noi non facciamo i censori di nessuno, qui si applicano le leggi e le leggi non valgono solo quando si fa riferimento all’art. 1 delle Coste, che non c’entra assolutamente nulla con la fattispecie, stiamo parlando di concessione demaniale marittima, nella piena disponibilità dell’Autorità portuale di Manfredonia, il Comune di Manfredonia non c’entra assolutamente nulla, se non per gli aspetti finali del procedimento, cioè il permesso di costruire e la integrale documentazione necessaria finalizzata ad ottenere il permesso di costruire. Tale concessione demaniale viene rilasciata dall’Autorità portuale di Manfredonia, che ha titolo a farlo, nessuno può dire il contrario, purtroppo è così, le leggi vanno osservate, il 13/11/2015. A seguito della concessione demaniale, vengono espressi tutti i pareri previsti dalla legge, pareri di compatibilità dell’Autorità di bacino della Puglia, parere sanitario, autorizzazione sismica, autorizzazione paesaggistica, a seguito del parere della Sovrintendenza al Paesaggio di Bari, tutto questo consente al dirigente, che è organo di gestione, anche qui si fa confusione, il Comune, La Giunta, il Sindaco sono organi di indirizzo e non di gestione, quindi noi non gestiamo nulla, che poi qualcuno a tutti i costi ci vuole piazzare la gestione di qualcosa, va beh, bontà sua, fatto sta che il dirigente ha preso atto della documentazione e la rilasciato il permesso di costruire, cosa che non si può negare, non esiste un motivo perché si possa negare una cosa del genere. Sul manufatto in questione, non risulta esserci manufatto in cemento, anche la famosa trasmissione televisiva mandata ad hoc a Manfredonia per il solito scopo di denigrare questa città per fa comodo denigrarla perché è utile sempre, ha dovuto constatare il famoso Pinuccio, chiamandomi al telefono e facendomi le domande, ho detto: <>, <>, ho detto: <>, <>, ho detto: <>, <>, <>, <>, cioè stiamo parlando di una struttura che ha dei blocchetti di cemento appoggiati dalla sabbia, non ci sono fissaggi, non ci sono ancoraggi ed evidente, giustamente come dice Magno, che l’attività di vigilanza non può che essere la più attenta possibile perché così come il progetto è presentato, così deve essere realizzato e la temporaneità dell’intervento deve essere garantita da aprile a ottobre, così come è prevista. Questo è quello che è accaduto, che poi è sempre colpa del Sindaco, mettiamocelo pure, tanto ci sono altre ìinterrogazioni che non riguarderanno né me né la Giunta Comunale né l’Amministrazione Comunale, però siccome fa comodo, diciamo ci prenderemo la responsabilità anche di altri, in questo caso il Comune ha ottemperato puntualmente a una disposizione di legge precisa e puntuale, senza dover arrecare danni a chi ne aveva diritto e né si può chiedere, come si fa nella interrogazione, inutilmente dico io, chiedere al Comune la revoca dell’atto perché l’atto è irrevocabile in quanto presenta tutti i profili di legittimità e una eventuale revoca esporrebbe il Comune di Manfredonia e non gli altri enti al rischio di un risarcimento dei danni a favore degli imprenditori. Allora chiarisco per terminare: su quel tratto di costa noi non abbiamo nessun tipo di possibilità di pianificazione, non abbiamo nessun tipo di competenza, io vorrei demolire tutto, vorrei lasciare tutto aperto, vorrei demolire dal famoso posto industriale, tutto il porto industriale lo vorrei demolire e poi vorrei continuare fino a tutta la Riviera Sud andando verso Zapponeta, vorrei proprio demolire tutto e lasciare tutto libero, questa sarebbe la mia più grande aspirazione, il più grande sogno. Chissà, un giorno, per una mareggiata incredibile, uno tsunami può succedere una cosa del genere, però siccome vivo in questa città mantenendo i piedi a terra, perché vorrei tenere i piedi a terra e so quanto è difficile fare le cose quando dipende solo da noi, figuriamoci quanto è complicato fare le cose quando ci sono anche altri enti che su questa questione devono esprimere il loro punto di vista, Agenzia del Demanio, Genio Civile Opere Marittime, potrei elencare i venticinque enti per esempio che hanno partecipato alla conferenza di servizi per fare il lungomare del Sole di qualche decennio fa, ma mi limito qua per dire che noi faremo la nostra parte come l’abbiamo sempre fatta e non faremo mancare la vigilanza e l’attenzione necessaria perché vengano garantite le prescrizioni previste dal permesso di costruire che il Comune non poteva che rilasciare.”


  • il pastore

    Il difensore degli scogli. Adesso porterà le pecore a lavarsi ….. Pensasse alle cose serie


  • Zuzzurellone Sipontino

    Se, e dico se, fino a tot metri dalla battigia la legge consente comunque di stendere l’asciugamano e prendere il sole e bagnarsi. Se l’anno prossimo, comunque si dovesse aprire il nuovo solarium, si metta alla guida dei 400 e più, e muniniti di tutto l’occorrente, tutti i giorni si rechi li e prenda il sole e il bagno, finchè la battaglia non sarà vinta. ALLORA LE CREDEREMO.


  • Un cittadino si chiede............?

    INCREDIBILE! Sono appena passato sul Lungomare di Siponto e stanno smontante due stabilimenti, addirittura stanno smobilitando la struttura che giaceva da anni e anni inverno e estate a fianco della famigerata palude? Ma che sta succedendo?


  • Ex elettore magno pentito

    Come al solito il professore confonde fiaschi per fischi. Che peccato. Contento lui……. In altri termini un asino in mezzo ai suoni.


  • Giulia

    Cara MASHA, PERDI tempo a fare una disanime e a spiegare al professore il motivo per cui….. Il professore sa perfettamente che per racimolare qualche votino deve sciacallare e denigrare, qualsiasi iniziativa del SINDACO. Fa parte della sua indole. Mi sembra da come parla e scrive, uno del vecchio P.C.U.S. Per non parlare dei suoi interventi in consiglio comunale, dove dice nulla e il contrario del nulla. Quindi stai serena/o poiché chi semina vento raccoglie tempesta.


  • ex elettore di sinistra

    Io tifo x Magno anche se non l’ho votato e me ne pento amaramente.
    Certo che ne ha del coraggio da vendere il professoer è davvero durissimo svolgere il proprio compito politico con serietà e onestà. Lui è controccorente non è complice con il potere. Grazie Professor Magno x il suo encomiabile impegno. Prima o poi coloro ci hanno ingannato, riempito di debiti, tradito la nostra fiducia, cadranno di colpo e quando cadranno si udrà molto rumore.


  • PERICLE

    SONO SOLO CORTINE FUMEGENE PER OSCURARE LA MADRE DI TUTTE LA BATTAGLIE! lL’INSTALLAZIONE DEL DEPOSITO DI GPL! I BURATTINAI OCCULTI GODONO QUANDO I SIPONTINI SI SCANNANO O PER IL CALCIO, PER I SOLARIUM E PER ALTRO E VEDONO LA LINEA DI ATTENZIONE VERSO IL LORO GIOCATTOLO DIMINUIRE O RIMANERE STABILE.


  • Saverio

    Piazze d’acqua, corsi di cucito e tanti comunicati fetecchia . Mah . CANDIDATO SINDACO VA VA.


  • Manfredonia allo sbando totale.

    Quando designaranno il C.P. per Manfredonia?


  • l'anticristo si è fermato a Manfredonia

    Non ho capito ancora che cosa aspetta l’arcivesco di Manfredonia ad invitare nella nostra città tramite Papa Francesco il più esperto esorcista del mondo. Il male regna sovrano nel cuore e nella mente di molti, bisogna sradicarlo, bonificarlo, allontanarlo.


  • Antonella

    Per Un’Ora D’Amore

    Per un’ora d’amore non sò cosa farei,
    per poterti sfiorare non sò cosa darei…
    Chiudo gli occhi, senza te
    le serate non finiscono mai,
    sole giallo, mare blu,
    non vorrei farti restare così.
    Un ricordo d’estate di più
    e per un’ora d’amore venderei anche il cuore
    e per un’ora d’amore venderei anche il cuore
    Per un’ora d’amore non sò cosa farei,
    per poterti sfiorare non sò cosa darei…
    Chiudo gli occhi, ti vorrei
    non nei sogni ma così come sei,
    sole giallo, mare blu,
    che risveglio ora che manchi tu.
    Aspettarti e sapere che ormai
    io per un’ora d’amore venderei anche il cuore
    io per un’ora d’amore venderei anche il cuore
    Chiudo gli occhi, penso a te,
    i ricordi non finiscono mai,
    sole giallo, mare blu,
    come il vento sei volata anche tu…
    Non rimane che dire
    e per un’ora d’amore venderei anche il cuore
    e per un’ora d’amore venderei anche il cuore
    Per un’ora d’amore non sò cosa farei,
    per poterti sfiorare non sò cosa darei…


  • Turista per sempre

    Zuzzerellone sei molto male informato !
    La battigia è sempre pubblica è mai può ricadere oggetto di concessione , mai tratti di battigia con a ridosso spiaggia in concessione , pur restando pubblici possono unicamente essere attraversati a piedi da un cittadino. Ciò vuol dire che su quel tratto di battigia chiunque può camminare o fare il bagno , ma l’asciugamano in terra non puoi stenderlo nella maniera più assoluta perché vietato dalla LEGGE !
    Per scendere il telo mare devi spostarti sulla spiaggia libera dove puoi stenderti dove meglio preferisci.
    Ricordo inoltre che avere una concessione demaniale non è GRATIS nella maniera più assoluta , e che chi la ottiene deve pagare.
    Niente lidi , niente solarium , niente alberghi , niente bar , solo case costruite a ridosso di tutto il litorale. Ma come volete fare il turismo ? Come pensate che un turista che possa definirsi tale venga a Manfredonia. E lo chiedo anche a Magno : ” come si concretizza questa vocazione turistica sbandierata ai quattro venti sempre pronta ad essere cacciata magicamente dal cilindro ogni qual volta si presenta qulcuno che voglia fare impresa ?


  • Gabriel Pontello

    Un inno dedicato ad una tipologia di femminnaeccessivamente passionale e accaldata o un inno alla prostituzione femminile di corte?


  • ANNO X ERA RICCAMPO ( 2010) SCEMPIO INUTILE DELLA SCOGLIERA DEL VILLAGGIO DEI PESCATORI

    Santo cielo! Perchè tutte queste lotte tra poveri! Costruite 10 solarium nella zona ormai fatiscente e inutilizzabile delle paludi, li sarebbe davvero un opera buona per la cittadinanza! In luogo di costruire le case nella pineta e nella zona dei baracconi di fronte il villaggio pescatori che andrebbe utilizzata come verde pubblico, se ci fosse del buon senso le case/alberghi etc si potrebbero costruire nella zona del ponte di cemento incompleto! Quella zona è davvero spettrale e inutilizzate per quale cazzo di motivo dovete rompere le palle agli scogli, a quei ultimi scogli ormai rimasti a Manfredonia?


  • loredana

    Io vi chiedo pardon

    Ma non seguo il bon ton

    È che a cena devo avere sempre in mano un iPhone

    Il cane di Chiara Ferragni ha il papillon di Vouitton

    Ed un collare con più glitter di una giacca di Elton John

    Salvini sul suo blog ha scritto un post

    dice che se il mattino ha l’oro in bocca si tratta di un Rom

    Sono un malato del risparmio per questo faccio un po’ di terapia di Groupon

    Poi, lo sai, non c’è

    un senso a questo tempo che non dà

    il giusto peso a quello che viviamo

    Ogni ricordo è più importante condividerlo

    Che viverlo

    Vorrei ma non posto

    E ancora un’altra estate arriverà

    E compreremo un altro esame all’università

    E poi un tuffo nel mare

    Nazional popolare

    La voglia di cantare tanto non ci passerà

    E come faranno i figli a prenderci sul serio

    con le prove che negli anni abbiamo lasciato su Facebook

    Papà che ogni weekend era ubriaco perso

    E mamma che lanciava il reggiseno a ogni concerto

    Che abbiamo speso un patri-monio

    Impazziti per la moda, Armani-comio

    L’iPhone ha preso il posto di una parte del corpo

    E infatti si fa gara a chi ce l’ha più grosso

    È nata nel Duemila e ti ha detto nel ’98

    E che i diciotto li compie ad agosto

    Mentre guardi quei selfie che ti manda di nascosto

    E pensi “Purtroppo, vorrei ma non posto”

    E se lei t’attacca un virus

    Basta prendersi il Norton

    Tutto questo navigare senza trovare un porto

    Tutto questo sbattimento per far foto al tramonto

    Che poi sullo schermo piatto non vedi quanto è profondo

    Poi, lo sai, non c’è

    un senso a questo tempo che non dà

    il giusto peso a quello che viviamo

    Ogni ricordo è più importante condividerlo

    Che viverlo

    Vorrei ma non posto

    E ancora un’altra estate arriverà

    E compreremo un altro esame all’università

    E poi un tuffo nel mare

    Nazional popolare

    La voglia di cantare tanto non ci passerà

    Quando il termometro va a rosso

    (Che caldo fa)

    Ti togli i vestiti di dosso

    (Sei una webstar)

    Poi mangi il tuo gelato

    Fai le facce porno

    Tu non sai quanto soffro

    Vorrei ma non posto

    E ancora un’altra estate arriverà

    E compreremo un altro esame all’università

    E poi un tuffo nel mare

    Nazional popolare

    La voglia di cantare tanto non ci passerà

    Vorrei ma non posto Lyrics powered by musixmatch


  • Vendo bidoni raccolta differenziata causa inutilizzo.

    Causa inutilizzo, vendo bidoni raccolta differenziata mai usati al modico prezzo di Euro 2 cadaunoe Euro 5 in caso di acquisto complessivo degli stessi. Max serietà, trattative riservate, pagamento in contanti. No assegni circolari/bancari, no post pay. No assoluto a ricompense sessuali e quant’altro. Incontro riservato senza terzi presso Rione Monticchio – ore serali con orari e modalità da concordarsi. Astenersi perditempo, nullafacenti e curiosi.


  • Giorgio

    X Gabriel Pontello, complimenti bellissimo enigma. Io penso e propenso senza ombra di dubbio per la seconda ipotesi e cioè a un inno alla prostituzione femminile di corte.


  • Antonella

    Bravo Giorgione il testone!!!
    Indovinato!!!
    Ed il prossimo…che inno è?

    Controvento

    Fulmini attraversano l’aria
    ieieie… uououo… paura io non ho.
    Sintomi di quiete precaria
    uououo… ieieie.. paura non ho.
    E in mente ho te…uo io… ho te.

    Rit:
    Dimmi cos’è questa follia che sale bella ed irreale dentro di me
    Si muove controvento e ritorna da te.
    Dimmi cos’è questa follia che sale come un temporale dentro di me
    E prende il sopravvento e ritorna da te.
    Dimmi cos’è… Dimmi cos’è.

    Fulmini attraversano l’aria
    paura io non ho.
    Sintomi di follia planetaria
    paura non ho.

    Rit

    E’ come se io fossi invulnerabile
    Come se il vento non finisse mai.
    Cammino su un confine invalicabile
    Me la mia mente non si ferma
    Fulmini nel cielo si rincorrono
    chiari segnali di elettricità.

    Dimmi cos’è questa follia che sale bella ed irreale dentro di me
    Si muove controvento e ritorna da te.
    Dimmi cos’è….


  • antonella

    La canzone di j-ax racconta della pratica ormai collaudata tutta italiana, del prostituirsi per comprare esami all’universita, ovviamente la prostituzione e’pratica tanto fisica che mentale e morale. Credo che tra queste non ci sia molta differenza!


  • Gabriel PONTELLO


  • La figlia del fotografo


  • Pasquino

    Masha, ammesso e non concesso che il comune abbia fatto tutto secondo norme legislative vigenti, mi spieghi come mai, dopo il calar del sole il solarium e’ ancora aperto? Forse perché diventa un lunario? Allora a Manfredonia c’è abbondanza di licantropi? Vedi basta poco che c’è vo a mettere tutto in discussione.


  • Giorgio

    E cosa può essere cara Antonellona ,questa follia ……,se non il tuo –


  • Masha

    Pasquino credi che ci sia qualcosa non a norma? Perché non denunci alle autorità anzichè pettinare le bambole qui sopra? Basta poco che ce vò? Io ce l’ho le risposte a tutte e due le domande che ti ho fatto ma aspetto le tue.


  • antonella

    Pasquino da normativa queste strutture devo smontare entro il 15 ottobre. Vedremo se ottempereranno adeguandosi, a quel punto costateremo se il comune e i nostri amministratori faranno rispettare le norme che ricordo sono uguali per tutti, e non come qualcuno pensa di fare applicando la legge ai nemici e interpretando per gli amici.


  • Il Dottor Zivago

    Leggendo centinaia di interventi secondo me Giorgio è segretamente innamorato di Antonella, subisce il fascino della personalità è poichè la donzella è irrangiungibile per motivi che non conosco, puntualmente attacca


  • Ex elettore magno pentito

    Antonellona che ci vai a fare —-


  • antonella

    Redazione prego di cancellare il commento omonimo di chi vuole imitarmi. Grazie


  • Pasquino

    Masha la struttura non è stata soltanto poggiata sugli scogli e denunziare non serve a niente perché nella migliore delle ipotesi verrà archiviata per prescrizione. Io ti ho risposto. Ora, per onestà, dammi le tue risposte che già sapevi ti avrei dato. Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati