Manfredonia
A cura di Alberto Mangano

La magia del “salasso” e “il treno per Siponto”

"Diciamo che il primo salasso era una specie di iniziazione del giovane studente da parte di qualcun altro più scaltro..."

Di:

”Sarebbe innanzitutto interessante scoprire come mai a Foggia si è sempre detto: “fare salasso” per indicare la piacevole azione di marinare la scuola, ma comunque sia, rimane un ricordo che più o meno tutti hanno dentro e che più o meno tutti raccontano con piacere e nostalgia.

Diciamo che il primo salasso era una specie di iniziazione del giovane studente da parte di qualcun altro più scaltro, solitamente più grande, e la prima esperienza serviva, non tanto a saltare la lezione in classe, quanto a poterla raccontare successivamente ai propri compagni.

Gli altri salassi, una volta preso il liscio, erano più o meno studiati, meno improvvisati e più programmati ed erano senz’altro legati alla propria impreparazione per un compito in classe o per una interrogazione (….)”

fonte, articolo completo, continua a leggere su manganofoggia.it – Titolo originale La magia del “salasso” a scuola – a cura di Alberto Mangano

La magia del “salasso” e “il treno per Siponto” ultima modifica: 2017-09-08T09:22:57+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Salassatore sipontino

    Non solo a Foggia, il salasso era molto praticato a Manfredonia..il classico salasso avveniva dalla primavera in poi. La destinazione principale era la pineta di Siponto ma anche la grotta dei Monaci e gli uliveti che portavano alla zona “Pace”. Il pallone era d’bbligo, donzelle a salassare rarissime, mente i maschietti erano tanti, una nazionale piuttosto che una Ms fumata in dieci..che bei tempi.


  • Salassatore sipontino

    Mi scuso se sono uscito un pò f.t., il treno cui accenna il sig. Mangano era un mito per i foggiani, manco immaginate come amassero siponto e Manfredonia, specialmente siponto negli anni 50/60/70/80…


  • Il ripetente

    Vero, il più scaltro era l’istigatore, era colui che decideva la meta del salasso era colui che portava il mangiadischi nello zainetto, era colui che ti iniziava anche a fumare la prima sigaretta. Ma non c’era cattiveria o deviazione mentale anche quando insieme aiutavama S.Giuseppe fantasticando sulle gambe affusolate di una prof .


  • lettore attento

    Bar della posta for ever… un cappuccino per 8 persone sedute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi