Manfredonia
"Aree occorse per la realizzazione delle opere di urbanizzazione.."

Urbanizzazioni “Ippocampo”, registrato decreto acquisizione aree a patrimonio Comune

"(...)cedute al Comune in virtù delle ridette convenzioni urbanistiche ma mai formalmente trasferite (..)"

Di:

Manfredonia. CON recente atto, il Comune di Manfredonia ha impegnato la complessiva somma di Euro 586,00, in bilancio, per la registrazione del “Decreto di acquisizione gratuita al patrimonio indisponibile del Comune di Manfredonia di aree occorse per la realizzazione delle urbanizzazioni della lottizzazione “Ippocampo”.

La spesa – in ossequio alle previsioni della deliberazione n.57/PRSP/2017 della Sezione Regionale di Controllo Puglia della Corte dei Conti – è stata assunta “in quanto trattasi di spesa urgente ed indifferibile finalizzata al rispetto dei livelli essenziali minimi di servizio in favore della collettività, che diversamente ove non adeguatamente tutelati creerebbe danni patrimoniali certi e gravi all’Ente”.

STRALCI DALL’ATTO AMMINISTRATIVO
”Con convenzione per notaio Nicola Signore, del 29.08.1975, stipulata tra il Comune di Manfredonia e la società I.T.I. – Immobiliare Turistica Ippocampo s.p.a. con sede in Barletta (..), trasformata successivamente in s.r.l. con sede in Manfredonia in località Ippocampo, integrata con atto del medesimo notaio in data 13.01.1978 (..) nonché da successivo atto del 1.07.1989, (..)del notaio Meterangelis di Foggia, (…), e prorogata con atto del notaio Adolfo Frattarolo in data 8.07.1994 (…), si disciplinava la lottizzazione “Ippocampo” ai sensi e per gli effetti dell’art. 28 della Legge Urbanistica 17.08.1942 n. 1150, come modificata dall’art.8 della legge “Ponte” n.765 del 6.08.1967.

L’art. 2 della Convenzione del 1.07.1989 prevedeva la cessione gratuita al Comune delle aree necessarie per le opere di urbanizzazione primarie e propriamente: l’area di tutte le sedi stradali ammontante a mq 97.181; l’area per i parcheggi di cui alle insule 13, 15, 25 e 29, per un totale di mq 17.541; la superficie relativa all’istruzione, insula n. 4, di mq 9.000; l’area dei servizi pubblici di cui alle insule n. 8, 9 e 10, per complessivi mq 23.298;

con provvedimento n. 310 del 21.11.2012 la Giunta Comunale, ritenuto non più dilazionabile il completamento e la messa a norma delle urbanizzazioni all’interno e a servizio del villaggio Ippocampo, deliberava di diffidare la società ITI Immobiliare Ippocampo in concordato preventivo, a procedere immediatamente al completamento e alla messa a norma delle urbanizzazioni, assegnando il termine di sei mesi, e dando mandato al Dirigente del Settore Urbanistica di procedere con relativo atto formale di diffida;

ritenuta non più procastinabile l’esecuzione di alcuni interventi tesi a mitigare il rischio di invasioni di acqua marina e ad impedire che l’inondazione di case, terreni, condotte idriche, fognarie e di altri sottoservizi potesse aggravare le già precarie condizioni di carattere sanitario e di igiene pubblica del cd. Villaggio Ippocampo, con deliberazioni di G.C. n.126/2014 e 221/2016, è stato approvato un progetto per la ricostruzione della duna di Ippocampo.

con deliberazione di G.C. n.18 del 27.01.2017 si è stabilito di procedere formalmente all’acquisizione delle aree ricadenti nell’ambito della lottizzazione Ippocampo occorse per la realizzazione delle opere di urbanizzazione di cui alle succitate convenzioni edilizie, cedute al Comune in virtù delle ridette convenzioni urbanistiche ma mai formalmente trasferite”.

Si ricorda tra l’altro che “In data 6.06.2007 il Tribunale Ordinario di Foggia, ad integrazione della Sentenza n.53 del 24.01.2003, con la quale è stato omologato il Concordato Preventivo della ITI Immobiliare Turistica Ippocampo, ha nominato liquidatore del Concordato il dott. Manfredi Franco, con studio in Manfredonia (..).””.

ATTO INTEGRALE
http://www.statoquotidiano.it/wp-content/uploads/2017/09/Det-n-1064_17.pdf”>Det n 1064_17

REDAZIONE STATOQUOTIDIANO.IT-RIPRODUZIONERISERVATA

Urbanizzazioni “Ippocampo”, registrato decreto acquisizione aree a patrimonio Comune ultima modifica: 2017-09-08T09:50:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • cittadino

    Altra lottizzazione che è tutta una mala storia amministrativa del nostro comune…. Era tutto disciplinato dalla convenzione ma che nessuno di chi doveva avere interesse acche le cose andassero in un certo modo…., per altre diciamo logiche non proprio oubblicistiche ha permesso che le cose andassero come sono andate. Leggasi a tal proposito relazione del legale appositamente delegato dal comune a verificarne la legittima realizzazione in particolare circa lavesecuzione delle opere di urbanizzazione che appunto avrebbero dovute essere eseguite e cedute gratuitamente al comune… , come in effetti NON è stato andando controllo l’nteresse pubblico, checdaciggi si sobbarca di altri oneri per la gestione/manutenzione/realizzazione delle previste opere di Urbanuzzazioni che avrebbero dovuto essere realizzare quarant’anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi