Regione-Territorio

Maltempo, 1 morto e tre dispersi nel Tarantino

Di:

Trovata morta, intorno alle 8 di oggi 8 ottobre 2013 Rossella Pignalosa, la donna di 30 anni di cui non si avevano notizie da ieri sera dopo essere stata travolta dall'acqua mentre guidava durante un violento nubifragio, nei pressi di un ponte che attraversa un torrente vicino al campo sportivo di Ginosa in provincia di Taranto, a una cinquantina di metri da casa sua. FOTO RENATO INGENITO/ANSA

(ansa) E’ di un morto e tre dispersi – una coppia di coniugi e un uomo – il bilancio provvisorio delle violenti ed incessanti piogge che nelle ultime ore hanno colpito la zona di Ginosa e Marina di Ginosa, nel tarantino. Lo si apprende dalla Prefettura di Taranto. La vittima, il cui corpo è stato recuperato stamani attorno alle 8, è la trentenne Rossella Pignarosa. I dispersi sono un un 32enne di Montescaglioso (Matera) e una coppia di coniugi trentenni che facevano i guardiani in un capannone. Probabilmente tutti e tre erano in auto quando sono stati travolti dall’acqua. L’auto della coppia di guardiani è stata ritrovata poco fa dai soccorritori ma all’interno non vi sono i corpi.

Maltempo: trovata morta donna nel tarantino – E’ stata trovata morta poco fa Rossella Pignarosa, la donna di 30 anni di cui non si avevano notizie da ieri sera dopo essere stata travolta dall’ acqua, nei pressi di un ponte che attraversa un torrente, nelle vicinanze della sua abitazione, a Ginosa, dove per tutta la notte si è abbattuto un violento nubifragio. Prima i soccorritori hanno trovato la vettura, capovolta sul ciglio della strada, sulla quale viaggiava la donna quando è stata travolta dall’acqua, una Fiat 600, e poco fa i sommozzatori hanno trovato il corpo della trentenne che è stato riconosciuto dalla mamma e dalla sorella. Un morto e un disperso a Ginosa, scuole chiuse – Il sindaco di Ginosa, Vito De Palma, ha disposto con ordinanza la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado di Ginosa e Marina di Ginosa e di tutte le strutture che offrono servizi socio educativi e riabilitativi a minori e disabili, a seguito dei danni provocati dal maltempo. Il territorio comunale è stato colpito da violente ed incessanti piogge che hanno causato anche la morte di una 30enne, Rossella Pignarosa, travolta dall’acqua, nei pressi del campo sportivo.

Sgomberate case in una contrada di Ginosa Marina – Per ragioni di sicurezza, a causa dell’eccessivo innalzamento del livello del Fiume Bradano provocato dal maltempo, a Marina di Ginosa (Taranto) è stato disposto lo sgombero delle abitazioni di Contrada Marinella. La decisione è stata assunta dal sindaco di Ginosa di concerto con la Prefettura. Alcune delle famiglie che hanno dovuto lasciare le loro abitazioni sono state accolte all’ interno della palestra della scuola ‘Raffaele Leone’.

”In queste ore, così come nelle prossime e sino a quando la situazione – sottolinea il sindaco in una nota – non si sarà normalizzata, su tutto il territorio comunale di Ginosa e Marina di Ginosa sono impegnate nelle operazioni di soccorso e di messa in sicurezza Vigili del Fuoco, Carabinieri, Polizia Municipale di Ginosa, volontari delle associazioni di Protezione Civile. Si invita la popolazione ad utilizzare con la massima cautela la strada indicata e di mettersi alla guida del proprio mezzo solo se strettamente necessario”.

———————————————————————L’on. Michele Pelillo (PD) sul nubifragio a Ginosa: affrontare l’emergenza con uno sforzo congiunto di tutte le istituzioni. “Esprimo cordoglio alle famiglie delle vittime e la mia vicinanza alla popolazione di Ginosa e di Marina di Ginosa, duramente colpita dal nubifragio delle ultime ore. La questione dell’assetto idrogeologico del territorio di Ginosa si conferma una delle emergenze della nostra provincia, senz’altro la più rilevante nell’area occidentale ionica. E’ necessario uno sforzo congiunto di tutte le istituzioni perché possa, finalmente, avviarsi un’improcrastinabile opera di messa in sicurezza di questa parte del territorio, una delle più belle e preziose della nostra Puglia”.

—————————————————————–
Nardoni venerdì a Ginosa per sopralluogo luoghi colpiti da alluvione. “Venerdì mattina sarò a Ginosa per osservare di persona la devastazione che ha colpito quei territori e per essere vicino a quella comunità così violentemente ferita. Già da oggi però sul campo sono al lavoro i tecnici del Consorzio di Bonifica che tengono sotto controlli i canali di deflusso delle acque gestiti dall’ente e i funzionari dell’UPA di Taranto che con me venerdì effettueranno un sopralluogo puntuale. Questa mattina ho chiamato il Sindaco De Palma a cui ho espresso tutto il mio cordoglio e tutta la mia piena disponibilità ad operare in favore di quell’area che già tempo fa era stata costretta subire gli effetti di una gestione del suolo e di un dissesto idro-geologico su cui ormai si impone una celere azioni di intervento non più procrastinabile”. Così l’assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, da Colonia dove partecipa ad un importante incontro internazionale sui temi dell’agricoltura. “Ho parlato anche il collega Minervini per ciò che concerne gli interventi di protezione civile e il necessario iter di valutazione dei danni da calamità naturale” – ha dichiarato infine Fabrizio Nardoni. L’assessore Nardoni venerdì mattina sarà a Ginosa dove incontrerà il Sindaco De Palma e subito dopo visiterà i luoghi colpiti dall’alluvione.

——————————————————————-
Nubifragio Salento, Vendola: un piano per la messa in sicurezza del territorio. “Torno a chiedere al Governo di adoperarsi per realizzare un piano straordinario per la messa in sicurezza del territorio”. La richiesta arriva da Bruxelles dove si trova in questi giorni il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, all’indomani del violento nubifragio che si è abbattuto sul Salento e che ha causato la morte di una donna di Ginosa, mentre risultano ancora disperse tre persone. “La metereologia – ha proseguito Vendola – oggi dice più della politica come sta messo il Paese. È incredibile che l’arrivo della pioggia venga annunciato non dal meteo, ma dalla Protezione Civile. È incredibile, che ogni pioggia produca esondazioni, alluvioni, frane. La pioggia rivela i danni che sono stati inferti, provocando un dissesto idrogeologico drammatico nel Paese delle sanatorio, dei condoni e della cementificazione selvaggia”.

“È appena il caso di ricordare – ha spiegato Vendola – che già quando si verificò l’esondazione del Bradano nel 2011, la Regione Puglia ottenne con grandissima difficoltà da parte del Governo la dichiarazione di emergenza. Segnalo, inoltre, che la Regione Puglia ha dovuto allocare le disponibilità, rastrellando dal bilancio autonomo e, sin dal maggio 2013 ha predisposto, grazie alla proficua collaborazione con l’Amministrazione di Ginosa, il Piano di Riparto. Tuttavia, siamo ancora in una situazione di stallo. Il Dipartimento delle Protezione Civile, infatti, ha stanziato i fondi che non sono stati ancora erogati in quanto il Ministero dell’Economia non ha dato la definitiva autorizzazione al prelievo, nonostante sia stato sottoscritto un atto d’intesa da parte della Regione Puglia. Mi auguro che su questo punto si possa, già nei prossimi giorni, accelerare al massimo le procedure al fine di dare una risposta ai cittadini che hanno subìto gravi danni”.

——————————————————————–
Maltempo: lutto cittadino a Ginosa (ANSA) – GINOSA, 08 OTT – Per domani, giorno in cui si svolgeranno i funerali della 30enne Rossella Pignalosa, vittima dell’alluvione che si è abbattuta su Ginosa, il sindaco Vito De Palma ha proclamato il lutto cittadino. Con due ordinanze sindacali è stata disposta anche la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado di Ginosa e Marina di Ginosa e il divieto di transito veicolare e pedonale nelle contrade più colpite. L’amministrazione chiede ai cittadini di rimanere in casa.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi