CronacaGarganoManfredonia
"Improvvisa scomparsa del fascicolo riguardante Nicolina e Michele Pacini"

Nicolina sarebbe morta per “lo zampino del diavolo!”

"L'Avvocato promette chiarezza: si dovrà spiegare perché quello stesso fascicolo di Firenze aperto nel 2010, che in copia sarebbe stato spedito a Bari per competenza, e' misteriosamente sparito"


Di:

Nicolina sarebbe morta per “lo zampino del diavolo!”. Così il funzionario presso il Tribunale per i minorenni di Firenze quando l’avv Gelsomina Cimino manifesta disappunto per la non tanto improvvisa scomparsa del fascicolo riguardante Nicolina e Michele Pacini.

Per qualche oscura ragione, infatti, lo stesso Presidente del Collegio che nel 2013 aveva disposto l’archiviazione del procedimento, già giorni fa aveva chiesto che venisse prelevato dagli archivi di Sollicciano, ma già in questa occasione, non sarebbe stato ritrovato.

Si trattava di quell’unico fascicolo, nato a Firenze, trasferito a Bari quando i bambini sono stati prelevati dalla madre dalla casa famiglia di Viareggio e riportati a Ischitella.

Quell’unico fascicolo che avrebbe dato risposte al perché si trovassero ad Ischitella, lontano dai genitori; del perché, quella mattina, Nicolina, da sola si trovava alla fermata dell’autobus per andare a scuola e perché mai nessuno ha prestato attenzione alle minacce che il Di Paola aveva rivolto proprio a lei, puntandole un coltello allo stomaco…

Tutte domande che forse resteranno senza risposta perché quell’unico fascicolo che poteva spiegare tutto, e’ sparito sia dal Tribunale per i minorenni di Bari che dal Tribunale di Firenze.

L’Avvocato promette chiarezza: si dovrà spiegare perché quello stesso fascicolo di Firenze aperto nel 2010, che in copia sarebbe stato spedito a Bari per competenza, e’ misteriosamente sparito sia da Firenze – che ne avrebbe dovuto conservare l’originale -che da Bari, dove pure l’avv Cimino ha potuto estrarre “solo” quattro fascicoli riguardanti i minori.

E ancora: perché nonostante le promesse fatte alla stampa all’indomani dell’omicidio, il Ministro Orlando non ha disposto alcuna ispezione presso alcuno dei due Tribunali per i minorenni, permettendo così la misteriosa scomparsa che già l’Avvocato si accinge a denunciare a tutte le Autorità competenti”.

(A cura dello Studio Legale Avv. Gelsomina Cimino)

Nicolina sarebbe morta per “lo zampino del diavolo!” ultima modifica: 2017-10-08T21:16:31+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Michele

    Negligenza! Incompetenti! Lasciate stare il diavolo!


  • AmicodelCardinale

    Captite perché ancora adesso, nel 2017, e dopo secoli di scoperete e progressi scientifici si fa di tutto per tenere la gente nell’ignoranza e nella superstizione? E’ semplice, in tal modo è facile addomesticare la massa e far crtedere lodo che alcune vicende siano ancora di causa e fine metafisico. Continuare a coltivare culti di questo genere serve e tener vivoil fuoco dell’ignoranza, nel migliore dei casi, mentre nel eggiore, a fomentare faide tra religioni differenti e psicopatie di massa in grado di destabilizzare paesi interi. La religione dovrebbe essere vietat per legge. Ve lo dice uno che nella Chiesa, quella con la C maiuscola, c’è stato e ci va. E so cosa pensano di voi, gregge.


  • Alfredonia

    Come si fa’ a parlare di GIUSTIZIA o di LEGGE, se ci troviamo in una Nazione dove in un tribunale scompaiono dei fascicoli ( evento GRAVISSIMO ) e le cause durano 10/15 anni per portarle in prescrizione?.
    Se questa e’ GIUSTIZIA, l’INGIUSTIZIA quale sarebbe??????


  • Marcello

    Purtroppo è la giustizia del PD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi