Manfredonia
Denunciato dalla Polizia autostradale

Per 190 volte non paga in A14, fermato dipend. ditta Manfredonia

Il reato ipotizzato è quello di insolvenza fraudolenta e truffa

Di:

Cesena – UN camionista dipendente di una ditta di autotrasporti di Manfredonia (Foggia) è stato denunciato dalla Polizia autostradale dell’A14 con l’accusa di aver “effettuato numerosi viaggi in Autostrada, circa 190, senza pagare“, così “accumulando un debito totale di oltre diecimila euro“.

Da raccolta dati, l’uomo, un 45enne di nazionalità senegalese, è stato bloccato al casello di Cesena Nord all’1.50 della notte tra venerdì e sabato. Il reato ipotizzato è quello di insolvenza fraudolenta e truffa.

Redazione Stato

Per 190 volte non paga in A14, fermato dipend. ditta Manfredonia ultima modifica: 2014-11-08T13:10:14+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Lo propongo come primo candidato assoluto al prossimo premio “Re Manfredi”, per il genio dimostrato per 190 volte e grandissimo spirito di iniziativa privata.


  • luca

    Vista la bravura nel fare i debiti lo vedo bene anche al comune.


  • Franco

    Anche questo reato non comporta nessuna conseguenza vera specialmente se uno non ha niente da perdere. La truffa non esiste…


  • leprotto varlotto

    la cosa che mi fa più pensare (ma che sapevo da tempo): possibile che non c’era un giovane disoccupato che voleva fare il camionista?


  • teratix

    io lo proporrei come .. sindaco .. questo ragazzo ha stoffa.. saprà farsi valere..


  • Michele

    Ma come si fa ad uscire dall’autostrada senza effettuare il pagamento?


  • carloX

    Cio’ significa che ha un OTTIMO datore, visto che e’ il proprietario dell’ automezzo, e ottimo maestro di vita. Si potrebbe almeno sapere di chi e’ alle dipendenze, perché e’ l’ unica condanna che resta di tale comportamento tutto meridionale. Bisognerebbe ondannarlo con un rimborso di 10 volte la tentata truffa.


  • luca

    Per Michele, come si fa basta attaccarsi dietro a un con il telepass.


  • Lupin

    Sono dei razzisti, se era un italiano sicuramente gli davano un premio.
    Se si candida a sindaco gli do il mio voto!!


  • Tonino1939

    Ma come si fa ad entrare ed uscire dall’autostrada con le barre abbassate? Solo se si ha il telepass che comporta l’addebito sul conto. Allora il conto era “cabriolet”, ossia scoperto!


  • semprevigile

    Ma al “datore di lavoro” nonché padrone del mezzo come venivano giustificati i viaggi in autostrada… se era questa la strada/percorso che gli è stato detto di fare… i documenti di trasporto… una situazione un pò particolare ed incredibile per certi versi….


  • Onesto Cittadino

    Qualche Settimana Fà,
    sono Andato Fuori Manfredonia per motivi familiari,
    e quando imboccaai l’Autostrada a FG,
    per errore… imboccai l’ENTRATA per il TELEPASS.
    Ebbene,,, pur se non avessi il Telepass
    UGUALMENTE si Alzò la Barra-Stop e mi fece Passare.
    Prontamente… Accostai per poter ritirare
    il tagliando d’entrata all’Autostrada,
    e preocvcupato di ritirare il tagliando
    perche non volevo che mi facessero pagare
    da dove inizia quell’Autostrada,
    e al Casello… un’Operatore mi DIsse
    non si Preoccupi… le hanno Scattato la Fotografia,
    e quindi… prosegui, ed all’uscita al Casello
    Pagai Normalmente… come se avessi
    ritirato il Tagliando,
    e così… ebbi pure la Ricevuta.!!!

    Quindi al Telepass… deduco
    che non vi è Bisogno ad accodarsi
    a qualcuno che abbia il TELEPASS,
    quello serve solo,,, per l’Accredito Telematico,
    all’Apertura… IL TELEPASS
    scatta una foto del Mezzo… con Autista,!
    Ed alza Automaticamente… la Barra-Stop.!

    Quindi credo che quel personaggio
    sia quando Entrava, che quando Usciva
    si servisse del Casello… con TELEPASS.!

    E solo uno… che ha usato un po di furbizia,
    unendo l’utile… al Dilettevole,
    e visto che non ha nulla da perdere
    e la cosa si è potuta fare… ne ha approfittato.

    Bye… Un Caro Saluto A Tutti Voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi