Manfredonia
Indagini condotte dai Carabinieri di Manfredonia e coordinate dalla Procura di Foggia

“Ariete”, 19 arresti criminalità garganica. Indagato nega possesso immobile sequestrato

Di:

Foggia/Manfredonia. SVOLTISI gli interrogatori di garanzia, dinanzi al Gip dr.ssa Corvino, a carico degli indagati dell’operazione “Ariete“, che ha originato l’esecuzione – dopo 1 anno di serrate indagini condotte dai Carabinieri di Manfredonia e coordinate dalla Procura di Foggia – di un’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal G.I.P. di Foggia nei confronti di 19 persone, “quasi tutte appartenenti alla malavita garganica”.

L’operazione

Come già ricordato, con l’esecuzione del citato provvedimento, si è neutralizzata l’azione posta in essere da un importante gruppo criminale attivo nei Comuni di Manfredonia, Mattinata e Vieste, conducendo in carcere il 34enne F.S. di Mattinata, il 49enne M.L.R. di Manfredonia (già sottoposto alla detenzione domiciliare per altra causa), ritenuti elementi di spicco del gruppo, il 48enne P.F.G. di Mattinata, il 41enne A.Q. di Mattinata, il 28enne M.S. di Monte Sant’Angelo, il 37enne L.F. di San Marco in Lamis, il 27enne A.Q. di Mattinata (già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa), il 30enne D.P.D.M. di Vieste (già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa), il 30enne G.I. di Vieste (già detenuto in carcere per altra causa), il 32enne H.H. di Vieste (già detenuto in carcere per altra causa), ed il 50enne C.C. di Manfredonia, Assistente Capo della Polizia Penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Foggia.

Agli arresti domiciliari invece sono finiti il 34enne P.L.T. di Manfredonia, il 32enne A.G. di Manfredonia (già sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. per altra causa), il 50enne A.D.N. di Manfredonia, il 45enne M.M.D. di Vieste, il 49enne G.T. di Manfredonia, il 29enne A.F. di Manfredonia (già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa), il 43enne G.C. di Cerignola (già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa), ed il 46enne G.C. di Manfredonia (già detenuto in carcere per altra causa).

Relativamente agli interrogatori di garanzia, a carico di Antonio Guerra (alias nerone), Giuseppe Trimigno (alias u’biond) e Pietro La Torre (alias u’muntanar) – tutti difesi dall’avvocato Innocenza Starace del foro di Foggia, i primi due si sono avvalsi della facoltà di non rispondere mentre La Torre ha spiegato che “l’immobile a Siponto dove è stato proceduto il sequestro, sia in esterno che all’interno, non era più in proprio possesso da un precedente sequestro – interessante lo stesso immobile – avvenuto nel 2006 a cura dei militari della Guardia di Finanza, con custodia giudiziaria affidata ad funzionario del Comune”.

L’Avvocato Starace ha presentato istanza al Tribunale della Libertà di Bari (Riesame) per la rimessione in libertà dei 3 citati indagati, attualmente agli arresti domiciliari.

FOCUS
“Malavita del Gargano”, Carabinieri Manfredonia arrestano 19 persone (F-V)
“Ariete”: 36 capi d’imputazione. Assalto a portavalori sventato sulla Mattinata – Vieste
“Ariete”, 19 arresti nel Gargano. L’assalto al portavalori scoperto in un’intercettazione

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati