CronacaCultura

Foggia, chiesta benemerenza civica per il testimone di giustizia Mario Nero

Di:

Foggia. L’Associazione “Giovanni Panunzio – Eguaglianza Legalità Diritti” ringrazia quanti ieri sera hanno partecipato alla serata in onore di Giovanni Panunzio, riempiendo in ogni ordine di posti il Teatro Umberto Giordano e ricordando l’imprenditore che si ribellò al racket della mafia, nel XXIV anniversario del suo omicidio. Repressione penale, educazione alla legalità, impegno civile, cultura e diritti: questa è stata ed è oggi la nostra proposta per contribuire alla costruzione della società che vogliamo: una società equa e libera, che premi i meriti e combatta soprusi e violenza criminale.

L’Associazione ringrazia i familiari di Giovanni Panunzio e tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita della serata: gli artisti del Centro Universitario Teatrale, i complessi corali diretti dal M° Luciano Fiore, il soprano Ripalta Bufo e il M° Fabrizio, insieme alle Istituzioni, alle Autorità, e a tutti gli altri ospiti intervenuti, nonché a Michela Magnifico, che ha presentato il libro dedicato all’imprenditore ucciso il 6 novembre 1992, a Elvira Zaccagnino della casa editrice “edizioni la meridiana”, alla presentatrice della serata Alessandra Benvenuto e a Mario Arpaia, Presidente dell’Associazione “Memoria Condivisa”, per la sua collaborazione.

Un ringraziamento caloroso va, inoltre, ai giovani presenti in gran numero e, in particolare, agli studenti, alle insegnanti e alla dirigente scolastica dell’Istituto scolastico cittadino “Blaise Pascal”, che condividono il nostro percorso per la legalità con azioni concrete e non solo a parole. Tra i momenti più intensi di ieri sera, l’intervento di Giovanna Belluna, con il suo messaggio rivolto direttamente agli assassini del suocero, i quali, come ha detto la nostra Vice Presidente, con la loro violenza omicida hanno reso imperituro l’esempio di Giovanni Panunzio, donato alla città di Foggia e all’Italia intera.

Poi, su tutto, la presenza del testimone di giustizia Mario Nero, il quale con la sua testimonianza rese possibile la condanna degli assassini di Panunzio e che è tornato a Foggia dopo 24 anni. L’Associazione intitolata a Giovanni Panunzio è orgogliosa di averne reso possibile il ritorno in città. Mario Nero, coraggiosamente, si è esposto pubblicamente sul palco del Teatro Giordano, con un discorso vibrante e forte, più volte interrotto dagli applausi.

Dopo Giovanni Panunzio e la sua famiglia, anche Mario Nero ha pagato un alto prezzo personale per il suo coraggio: assurdamente proscritto a causa dei criminali che decretarono e fecero eseguire la condanna a morte di Panunzio, egli ha dovuto lasciare i suoi affetti e la sua terra, senza rivederli più. Solo per aver esercitato il suo dovere civico di testimone.
È giunta l’ora che Foggia riconosca l’alto valore dell’esempio e della dedizione al bene comune di questo suo figlio, tanto negletto quanto meritevole della doverosa considerazione.
Troppi, diversamente da Mario Nero, hanno voltato o piegato la testa di fronte alle ingiustizie, ai soprusi e alla violenza criminale. Noi stiamo dalla parte di Giovanni Panunzio, di Mario Nero, di tanti e tante come loro.

L’Associazione “Giovanni Panunzio – Eguaglianza Legalità Diritti” ieri sera ha dato il proprio contributo affinché l’esempio di Mario Nero non venga dimenticato: ora chiediamo alle Istituzioni e agli Amministratori pubblici di Foggia e della Capitanata, per parte loro, di dare un concreto
seguito. Sia riconosciuta una benemerenza civica a questo testimone di giustizia, poiché è un gesto che egli merita appieno. Ne sarà sancito e valorizzato il suo esempio, agli occhi di chi visse allora quei tragici momenti e per le giovani generazioni.

Avv. Dimitri Lioi, Presidente Associazione Giovanni Panunzio – Eguaglianza Legalità Diritti
e-mail: presidente@giovannipanunzio.org

Ufficio stampa, via Lorenzo Scillitani nr. 2 – Foggia
www.giovannipanunzio.org
facebook.com/associazionegiovannipanunzio



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati