ManfredoniaPolitica
Non si esclude il ricorso alla Corte Costituzionale

Manfredonia, Di Maio “Gpl Energas? Andremo avanti in qualsiasi tribunale” (VIDEO)

il vicepresidente della Camera, insieme alle consigliere Laricchia e Barone ed i consiglieri Fiore e Ritucci, a Palazzo Celestini per parlare di deposito Energas e Riforma Costituzionale

Di:

Manfredonia – A Palazzo dei Celestini è intervenuto ieri il vicepresidente della Camera Luigi di Maio, insieme alle consigliere regionali del Movimento Cinque Stelle Rosa Barone e Antonella Laricchia, ed ai consiglieri comunali Gianni Fiore e Massimiliano Ritucci per parlare di ambiente e territorio ma anche della riforma costituzionale.

Il consigliere comunale M5S Gianni Fiore

Il consigliere comunale M5S Gianni Fiore

Tema centrale della discussione, la lotta contro l’istallazione del deposito di gpl di Energas S.p.A. nel territorio sipontino, tema per il quale il vicepresidente della Camera, insieme ad altri esponenti del Movimento, aveva già mostrato il proprio interesse. L’anno scorso ai microfoni di Stato Quotidiano aveva detto, a proposito dell’eventuale decisione del Consiglio dei Ministri a favore dell’istallazione “Ci vediamo in tribunale e saremo noi a difendere i cittadini di Manfredonia”. Oggi non esclude, in tale eventualità, anche il ricorso alla Corte Costituzionale.

La lotta, come ha sottolineato, è quella di Davide contro Golia, la multinazionale che vorrebbe porre il deposito di gpl più grande d’Europa nel territorio della città. Di qui l’appello ad andare a votare e a votare no per difendere il territorio, perché “una grande azienda agricola su quel terreno darebbe più posti di lavoro” e perché l’esperienza, avutasi con la vicenda Enichem, sia d’insegnamento.

Procedere nella direzione di uno sviluppo del territorio nel quale ogni nucleo familiare e ogni azienda colmino il proprio fabbisogno energetico per mezzo delle energie rinnovabili, questo il modello al quale tendere secondo i relatori, modello sul quale stanno investendo Paesi con risorse eoliche e solari non paragonabili a quelle italiani. Perché non dovrebbe farlo l’Italia?

Il consigliere comunale Massimiliano Ritucci

Il consigliere comunale Massimiliano Ritucci

“Non stiamo imparando nulla da ciò che sta accadendo in centro Italia” – ha aggiunto Di Maio, in riferimento agli eventi sismici delle ultime settimane – “dobbiamo giocare sulla prevenzione, e prevenzione significa anche non istallare il deposito di gpl più grande d’Europa in una zona ad alto rischio sismico”.

Dure anche le parole contro Renzi e i suoi, accusati di essersi “impadroniti di Palazzo Chigi con un tweet, prese tutte le aziende di Stato e svendute all’estero, impadroniti di gran parte delle risorse pubbliche che potevano servire al reddito di cittadinanza e  alla rivoluzione energetica del Paese”.

Al referendum consultivo “vincerà il no”, conclude, sicuro del risultato, il vicepresidente della Camera, deciso a utilizzare il verdetto, “che è volontà del popolo di Manfredonia, per fermare quest’opera una volta per tutte.”

 

 

Valentina Sapone – v.sapone@statodonna.it

FOTOGALLERY ANTONIO TROIANO

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
17

Commenti


  • "2NO"

    Complimenti per l’organizzazione, una serata bellissima, ma non sono d’accordo su un parte del discorso del consigliere Fiore.

    Fiore, qual’è l’obbiettivo numero 1 per la cittadinanza?
    BUTTARE FUORI E CANCELLARE LA PAROLA ENERGAS DA QUESTA CITTA’, CON OGNI MEZZO COMPRESO LA MAGGIORANZA E IL REFERENDUM.

    Perchè continuate a giustificarvi e individuare il merito quando la parola Energas serpeggia ancora nella nostra città?

    Le tue richieste sono assurde: Può mai un sindaco eletto da tantissima gente dimettersi perchè prima era a favore dell’impianto e adesso invece sposa la causa dei cittadini e dell’opposizione?

    Campo, Gatta, Romani, Riccardi, stanno semplicemente facendo quello che vogliono i cittadini, niente di più, la politica è questa.
    Bene hai fatto a ricordare che questa gente era a favore, ma adesso il problema principale e di unire le forze per cacciare la possibilità di insediamento dell’impianto nel nostro territorio.

    Magno era del PD, se non fosse per la potenza di Riccardi alle primarie, mai si sarebbe sognato di venire da voi per trattare contro Energas,avrebbe preso tutto lui il merito,come ogni politico è abituato a farlo.

    Per il resto veramente una serata organizzata bene, anche se la pioggia ha rovinato l’evento in piazza.


  • pentastellato

    Luigi Di Maio è il figlio che ogni mamma vorrebbe avere. Noi pentastellati desideriamo che arrivi all’incarico di Capo del Governo dello Stato Italiano. W l’Italia; W Di Maio; W il M5S.


  • se seee

    Chiaramente tutti vogliono cavalcare l onda….e tutti vogliono salire sul carro dei vincitori…troppo facile…basta vedere come sta vorvenando roma…
    Praticamente tra un po crolla tutto…
    Quindi sono tutti uguali


  • reciclo

    roma e pure qua i cinque stelle reciclano e salvano facce già note alla politica e alle feste dei comunisti. buona la birra?


  • cittadino indignato

    Ma che referendum è mai questo? I certificati elettorali inviati senza raccomandata. Oggi in un grande condominio c’erano le buste del Comune (una trentina) depositate nella cassetta della pubblicità!! Il foglio esplicativo all’interno è utile per recarsi al voto! Roba da pazzi!!!


  • SIPONTINO ESILIATO X LAVORO

    Roma è molto più pulita e meno degradata di Manfredonia. I lobbisti e la politica sporca buttano il fango su questi giovani perchè annuiscono la fine delle loro velleità! Il popolo sovrano li caccerà perchè ha fame di onestà e giustizia vera!!


  • ELETTORE TRADIZIONALE DISGUSTATO DALLA POLITICA

    NON LO DESIDERATE PURE VOI MA ANCHE INTERE FAMIGLIE CHE VOTAVANO AL PD E FORZA ITALIA! BEN VENGA DI MAIO PROSSIMO PREMIER DELL’ITALIA


  • critico

    Voglio ricordare a tutti che il consigliere Magno è stato il promotore per la mozione contro l’energas e grazie a lui che i Manfredoniani ne sono venuti a conoscenza.Ed è stato uno dei primi a raccogliere le firme (5500 firme) nei tavolini di piazza fino a tarda notte, con la collaborazione dei suoi associati. Nonostante i pentastellati immeritevolmente pretendono loro tutti i meriti di questa battaglia contro l’energas ,Magno come un buon padre di famiglia e per la riuscita della causa in gioco,li lascia parlare senza controbattere. Loro sanno benissimo chi è Magno e le sue lotte che porta avanti per il paese fin dai tempi dell’enichem. Per lui ,quando si tratta di tutelare l’ambiente e l’uomo scende in campo come un grande pioniere senza simboli e bandiere. Fate voi se non è un uomo onesto e modesto.


  • cittadina che vota 5 stelle

    Ah ma quanti manfredoniani si fanno vedere quando arrivano i VIPs.
    <>…ma dove???Ma quando???Dov’è finita quella carta che avevate firmato un anno fa???NON HA FATTO PROPRIO NULLA DI MAIO.
    Ad avvalorare il mio pensiero è anche l’inutile intervento di ieri sera. Mi sarei aspettata un’intervento quanto meno tecnico e con “carte alla mano”, mentre ha solo accennato al rischio sismico. Ma avete notato che non sapeva neppure cosa dire quando ha detto che bisogna votare no anche il 4 dicembre? Non sapeva come collegare il #noenergas al #noallariformacostituzionale…quindi lui non se l’è neppure lette le carte, al massimo sa giusto qualcosina che gli hanno riferito gli altri 4 dell’apocalisse che erano accanto a lui nel tavolo.
    Di Maio…bastava dire che se cambia la riforma costituzionale il 4 dicembre, e quindi col cambio dell’articolo V, la materia ambientale diventerà esclusività dello stato, come anche sarà esclusiva decisione dello stato di costruire un’infrastruttura secondo lui strategica….ciò significa che se l’Energas l’anno prossimo vuole ripresentare il proprio progetto sarà lo Stato a decidere se farlo o meno, fregandosene altamente del parere dell’amministrazione locale e dei cittadini del luogo!

    Poi Gianni Fiore è stato a dir poco fantastico!!! <>…ma dove???ma quando??? Astento ti ho intravisto sabato scorso, ma tutti gli altri giorni quel tendone era completamente vuoto…ma a chi vuoi darla a bere???
    Però una cosa te l’applaudo…il tuo intervento è stato incisivo e giusto….sputtanando i vari politici che gli anni scorsi ricoprivano varie cariche politiche e che quindi DOVEVANO sapere del progetto Energas e non avevano mai detto nulla!!!Bravooooo….ma toglimi una curiosità….e tu che un giorno ti sei detto “progettista che al comune ha fatto arrivare un bel po’ di soldi” è possibile che non sapevi nulla dell’energas pur essendo impelagato con i tanti progetti nel settore delle attività produttive (se non ricordo male nel 2012, e forse anche nel 2009)???

    Comunque io voterò NO sia all’energas che il 4 dicembre, ma non di certo per vostri meriti di informazione e di denuncia!
    Penosi


  • Lello

    Ieri e’ stato citato il contributo di Magno giustamente..senon fosse lui e il suo movimento, i 5 stelle il caons il gruppo apnea nessuno avrebbe informato i cittadini in quanto ormai e’ plateale pezzi importantissimi della politica Sipontina…..diciamo che sono stati troppo sbadati.. va diciamo cosi ad esser buoni.


  • I FATTI DICONO ALTRO

    @ Critico,
    Non è una gara a chi ha iniziato prima l’azione d’informazione sul territorio ma ad onor del vero, ci sono fatti che dimostrano il contrario di quello che dici.
    Di seguito ti posto una delle azioni antecedenti alla Mozione di Magno in Consiglio Comunale, approdata in Parlamento tramite il Portavoce alla Camera Giuseppe D’Ambrosio del M5S prodotta dagli attivisti di Manfredonia ancor prima di entrare in Consiglio Comunale e ancor prima ce ne sono altre:

    http://www.statoquotidiano.it/11/04/2014/5-stelle-interrogazione-parlamentare-deposito-gpl-a-sud-siponto/203152/


  • Disgustato

    Che bella sfida. MANFREDONIA VECCHIA, e movimento CINQUE STALLE. Fanno a gara a sparare –.


  • critico

    Dott Disgustato non sottovalutare l’avversario, che puoi avere delle belle sorprese…


  • Neruda

    Certo che la dichiarazione di Di Maio che lega tutta la vicenda energas esclusivamente al rischio sismico la dice veramente lunga sul fatto che il progetto energas sotto il profilo tecnico amministrativo è ineccepibile.
    Naturalmente nulla è per puro caso ….., è il buon Di Maio non poteva attaccare IL DEPOSITO GPL con altre motivazioni eliminando la scusa ridicola del terremoto in quanto se lo avesse fatto , sarebbe finito in contraddizione considerando che al momento in Italia il più grande costiero di GPL si trova propio in una città amministrata al 100% dai 5 stelle.
    Naturalmente è elementare per chiunque intuire che se malauguratamente a Manfredonia ci fosse un sisma , la gente non sarebbe vittima della Energas , ma delle loro stesse case e della totalità delle strutture presenti a Manfredonia , che da una recente indagine risultano essere TUTTE sprovviste delle norme sismiche attualmente vigenti !


  • IO VOTO NO

    Ahhh, quanti rosiconi. C’è una vasta gamma. Più rosicate e più il M5S va avanti. Bene così…


  • CITTADINO ELETTORE INDIGNATO

    AVETE VISTO NEGLI USA? ORA POLITICI ITALIANI SPECIALMENTE I SIPONTINI INIAZETVI A TROVARVI UN ALTRO LAVORO IL POPOLO E’ STANCO!!


  • Ciccillo

    Fiore…sarà il prossimo Sindaco di Manfredonia! Simpatico e preparato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati