Manfredonia
Accusati di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente

Manfredonia, sequestrati 3 kg di hashish. 2 arresti (FOTO)

Al termine dell’attività i due responsabili sono stati tratti in arresto

Di:

Manfredonia. Nell’ambito della quotidiana attività di controllo economico del territorio, i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia hanno arrestato, in flagranza di reato, due soggetti di nazionalità italiana per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, nel corso di un pattugliamento del territorio finalizzato al contrasto degli illeciti in genere, i militari della Compagnia di Manfredonia hanno sottoposto a controllo un’autovettura con a bordo due persone, di cui uno pregiudicato, (N.P. di anni 39 e N.M. di anni 37), residenti nella città sipontina. All’esito dell’ispezione del veicolo sono stati rivenuti e sottoposti a sequestro 3 kg. di sostanza stupefacente del tipo “hashish” confezionata e pronta per essere immessa sul mercato locale. Le successive perquisizioni domiciliari permettevano di individuare ulteriore sostanza stupefacente, del tipo “hashish” e “marijuana”, nonché l’occorrente per la preparazione delle dosi (bilancino di precisione e coltelli).

IMMAGINE IN ALLEGATO - GUARDIA DI FINANZA

IMMAGINE IN ALLEGATO – GUARDIA DI FINANZA

Al termine dell’attività i due responsabili sono stati tratti in arresto. Con giudizio direttissimo, il Tribunale di Foggia ha convalidato i due provvedimenti disponendo nei confronti di uno degli arrestati l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari. L’attività di servizio svolta testimonia il costante presidio esercitato dalla Guardia di Finanza di Foggia nel territorio a tutela delle leggi vigenti ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
4

Commenti

  • La legge non è uguale x tutti
    Ma fatemi il piacere. Vogliamo i nomi x esteso non sono minorenni.


  • michele

    ampliare le carceri esistenti per questa sottospecie della razza umana per far si che la pena la scontano in carcere e non a casa loro.


  • Freccino

    Il titolo dell’articolo parlava anche di foto. Redazione che fine hanno fatto le stesse? (quelle che trova in allegato, non ne abbiamo altre, seguiranno aggiornamenti se possibile,ndr)


  • Gabbiano

    Certo sarebbe stato opportuno o utile mettere le foto di questi individui e chissà perché ora per tutto cio che si compie la pena è sempre l’arresto domiciliare che secondo me non serve a nulla sarebbe meglio impegnare questa gente nei centri sociali o altro lavorando e con l’obbligo di firma e non stare ad oziare a casa pensando di fare ancora peggio la prossima volta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati