Politica

Qualità acqua Pertusillo, Emiliano risponde a Marmo

Di:

Bari. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha risposto all’interrogazione del consigliere regionale di Forza Italia, Nino Marmo, con la quale si chiedeva alla Giunta regionale di far sì che l’ARPA pugliese e quella della Basilicata verificassero insieme le condizioni di potabilità dell’acqua proveniente dalla diga del Pertusillo, che giunge in Puglia attraverso l’Acquedotto pugliese.

Il Presidente della Giunta regionale, Michele Emiliano, ha ricordato che la reazione della Regione Basilicata all’approvazione della mozione in merito da parte del Consiglio regionale è stata molto veemente. La Regione Basilicata riteneva che il solo fatto di mettere in dubbio il corretto esercizio, da parte della Regione Basilicata, del diritto-dovere di procedere alle verifiche su un bacino idrico di esclusiva pertinenza della Regione Basilicata, fosse un atto riprovevole sotto l’aspetto della ripartizione delle competenze territoriali.

Da questo punto di vista, credo di poter dire che la posizione della Regione Basilicata, nel voler esercitare in maniera autonoma i poteri di sorveglianza sulla qualità delle acque del bacino di sua esclusiva pertinenza, non possa essere vinta né con il diritto né con altri mezzi. Evidentemente, la Regione Basilicata ha anche il diritto di difendere la propria capacità di controllare le acque a prescindere dall’intervento dell’ARPA Puglia. Quindi, quello che io mi sento di poter dire in risposta all’interrogazione è che gli atti di controllo che vengono effettuati sul bacino sono quotidiani, continui da parte dell’Acquedotto Pugliese, da parte dell’ARPA Basilicata e che allo stato non risultano fenomeni di inquinamento dell’acqua stessa.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Renato

    Quindi da questo articolo si deduce che dovremmo star tranquilli.BENE , come cittadino, potrei sapere quali tipologie di controlli sono stati effettuati e quanti , visto che la legge ne prevede minimo 52 esami tra batteriologici, parassitario, chimici e metalli pesanti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati