ManfredoniaMonte S. Angelo
C'è "unicamente una scelta correlata a valutazioni professionali"

A.Fusilli “In Procura? Se continuano le falsità ci andrò per querelare..”

Smentita dunque su qualsivoglia "'indagine' che mi vedrebbe coinvolto" (..) "e per la quale cosa, evidentemente, sarei stato avvistato in Procura"


Di:

Monte Sant’Angelo, 8 novembre 2017. “NON ho mai messo piede in Procura e sinceramente confido di non doverlo fare, neppure per depositare atto di querela al quale preferirei in ogni caso una richiesta risarcitoria che, non essendo laureato, riuscirei a contenere entro la competenza del giudice di pace. Ed è quest’ultimo l’unico consiglio che ho ricevuto, in altra occasione, dal mio legale di fiducia“: così in un documento inoltrato in serata a StatoQuotidiano (già inoltrato in ogni modo ad altra testata giornalistica) da Antonio Fusilli, che lo scorso 2 novembre ha comunicato “al sindaco Pierpaolo D’Arienzo e al presidente del Consiglio comunale, Giovanni Vergura“, la propria intenzione di dimettersi dalla carica di Consigliere Comunale del Comune montanaro.

I casi della vita sono strani e, a poche settimane da un’entusiasmante fase di impegno civile e politico, conclusasi nel modo più bello e soddisfacente possibile, si sono schiuse opportunità di crescita professionale che non posso non cogliere e che, tuttavia, non mi consentono di avere contemporaneamente responsabilità istituzionali”, aveva scritto nella nota del 2 novembre 2017 “il Consigliere comunale più suffragato di Monte Sant’Angelo“. Sarà sostituito in Consiglio da Vittorio De Padova, primo dei non eletti.

“La mia funzione presso l’Istituto previdenziale (…) non mi consente alcun margine di autonomia decisionale, il che sarebbe sufficiente ad escludere equilibri sinallagmatici” (data “l’assenza di laurea, non potrei sperare in alcuna progressione di carriera”, dice Fusilli nel documento inviato).

Smentita dunque su qualsivoglia “‘indagine’ che “vedrebbe coinvolto” l’ex consigliere (..) “e per la quale cosa, evidentemente, sarei stato avvistato in Procura”. “Per qualcuno, le dimissioni mi sarebbero state addirittura consigliate da un legale di mia fiducia”.

A StatoQuotidiano Antonio Fusilli ha ribadito in serata che alla base delle dimissioni c’è “unicamente una scelta correlata a valutazioni professionali” e di aver comunicato anzitempo la propria decisione, “come prassi, e in considerazione del ruolo di maggiore rilevanza nel partito”, all’assessore regionale Raffaele Piemontese.

 

Redazione StatoQuotidiano.it

A.Fusilli “In Procura? Se continuano le falsità ci andrò per querelare..” ultima modifica: 2017-11-08T22:02:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Domenico

    ANTONIO MI PIACEREBBE MOLTO CHE TU FOSSI IL PROSSIMO SINDACO DI MONTE, ALLA FACCIA DEI VERGURA,TROIANO E FEROSI! PERÒ ,VISTO CHE TI HO VOTATO, TI CHIEDO PERCHÉ TI SEI DIMESSO? PER ME L”ATTUALE SINDACO NON E COMPETENTE ED ALL’ ALTEZZA DELLA SITUAZION! SAREBBE MEGLIO SE SI DIMETTESSE!! CIAO ANTONIO


  • EX SIMPATIZZANTE PD

    Antonio io ti stimo molto sia nel campo professionale che in quello politico, fatta questa premessa devo dirti mio malgrado che ci sono rimasto male come penso gli altri 900 elettori che ti hanno votato perché io ho votato te credendo nella tua sincerità politica adesso non sono passati neanche 5 mesi e ti dimetti? Non ti sembra corretto che almeno a noi che siamo stati al tuo fianco ci devi almeno una risposta per questa improvvisata?

  • Stato furbo ad andare via prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi