Manfredonia
Ancora una brusca conoscenza con il campionato, in cui il talento individuale non basta

Manfredonia, C Silver: trasferta “nera” nella città bianca

“Su un campo come questo di Ostuni serviva una grande forza mentale per stare in partita", dichiara il tecnico Ciociola


Di:

Manfredonia. La Silac Angel Manfredonia torna con una sconfitta dalla città bianca di Ostuni e continua la serie nera di risultati.

Ancora una brusca conoscenza con il campionato, in cui il talento individuale non basta, ma servono educazione ad eseguire, durezza mentale e fisica e la capacità di rispettare il piano partita.
Primo quarto a viso aperto, con un parziale che la dice tutta 32 – 25. Attacchi in grande forma controbilanciano difese blande. Jonikas (28) sotto le plance la fa da padrone, ben assistito dalla squadra, dall’altro lato il play Baraschi (10) gestisce bene in maniera oculata le azioni della propria squadra, realizzando precisi arresto e tiro o mettendo in moto i suoi compagni di squadra.Il secondo quarto vede l’Angel più determinata e concentrata.

La veloce rotazione di palla in attacco consente tiri comodi e realizzazioni da fuori con le guardie Rubbera (18) e Sansone (14), tanto da ribaltare il punteggio con il parziale di 18 – 30 e andare all’ intervallo lungo in vantaggio 55-50. Alla ripresa, con un parziale di 6-0 Ostuni annulla lo svantaggio, mentre per Manfredonia la luce inizia ad affievolirsi. Sale in cattedra fisicamente e tecnicamente Kasongo (33 pt, 8 r) che coadiuvato da Schiano (18) e Laquintana (17), infliggono un parziale che sarà determinante alla sirena finale, 26 – 10 Ostuni. L’attacco Angel si blocca, la palla scotta ed è ferma, le penetrazioni individuali scoprono il fianco a facili contropiedi da subire. L’ultima parte di gioco vede Ostuni amministrare il vantaggio, e l’Angel in pressing asfissiante che cerca di recuperare palloni e trovare veloci soluzioni per rientrare in partita. Il fallo sistematico della squadra sipontina, a un minuto dalla fine della gara, trova cecchini precisi dalla linea della carità, tanto che al 40esimo minuto il tabellone recita 91 – 85 a favore dei padroni di casa, applauditi dai propri tifosi che sportivamente riservano un caloroso saluto anche agli ospiti verso la strada degli spogliatoi.

“Su un campo come questo di Ostuni serviva una grande forza mentale per stare in partita. – dichiara il tecnico Ciociola amareggiato per il risultato a fine partita – Loro sono una squadra pericolosa che in casa enfatizza le proprie capacità di gioco. Noi incassiamo ancora una sconfitta nonostante aver segnato ben 85 punti in gara, ma non è bastato. Il black-out che ormai caratterizza il nostro terzo quarto, ha invertito l’inerzia della partita. Dobbiamo crescere come squadra ed avere la capacità di competere mentalmente per tutti i 40 minuti, solo così potremo cogliere risultati positivi.”

A questo punto del campionato, con un bilancio di sole 2 vittorie urge trovare un antidoto.

“Non possiamo vincere le partite solo per il nome che portiamo scritto dietro la maglia. – afferma il dirigente Pasquale Aulisa – Dobbiamo aver la voglia di lottare e batterci tutti assieme per rispetto al lavoro che stiamo portando avanti da agosto, ed al movimento che in questi anni abbiamo creato. Per essere competitivi e raddrizzare la situazione in classifica dobbiamo evitare alti e bassi ed avere il desiderio di essere protagonisti, tutti insieme, durante le partite. ”L’augurio è quello di assistere alla fine della serie negativa sin dal prossimo appuntamento casalingo di domenica 12 Novembre ore 19.00 al Palascaloria contro la Nuova Pallacanestro Monteroni.

TABELLINI

CESTISTICA OSTUNI 91
SILAC MANFREDONIA 85

Parziali: 32-25, 18-30, 26-10, 15-20.CESTISTICA OSTUNI: Laquintana 17, Schiano 18, Grasselli n.e., Tanzarella, Baraschi 10, Semerano n.e., Tsourakis 10, Petraroli n.e., Kasongo 33, Taliente n.e., Di Salvatore 3, Bagordo.SILAC ANGEL MANFREDONIA: Sansone 14, Rubbera B. n.e., Jonikas 28, Bialkowski 5, Vuovolo 3, Gramazio 10, Padalino A. 7, Padalino N. n.e., Rubbera P. 18, Ba n.e. Arbitri: Menelao Francesco, Balice Gianluca.

area comunicazione
SSD basket Angel Manfredonia

Manfredonia, C Silver: trasferta “nera” nella città bianca ultima modifica: 2017-11-08T18:14:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi