Cultura
Il primo di cinque autori scelti per il progetto-concorso rivolto alle scuole di Capitanata

“Leggo QuINDI Sono” riparte da Giuliano Pesce

Giovedì 12 gennaio, ore 18.30, Ubik. Venerdì 13, ore 11, Istituto B. Pascal


Di:

Bari. Buona la prima, migliore sarà la seconda: dopo la premiazione dello scorso ottobre che ha portato al Teatro U. Giordano di Foggia ben trecento studenti, il premio-concorso “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole” riparte dal primo dei cinque autori selezionati per questa seconda edizione. Si comincia a fare sul serio insomma e, dopo la prima fase del progetto, in cui gli studenti delle scuole di Foggia e provincia hanno cominciato a leggere i nuovi romanzi dell’edizione 2016/2017 (ancora una volta scelti tra case editrici indipendenti), ecco che cominciano gli incontri con gli scrittori. Si parte dal ventiseienne Giuliano Pesce, autore del romanzo dal titolo Io e Henry, pubblicato da Marcos y Marcos, la casa editrice vincitrice lo scorso anno con il libro Bastaddi di Stefano Amato. Giovedì 12 gennaio, alle ore 18.30, il giovanissimo autore brianzolo, di recente insignito del prestigioso Premio Fiesole under 40, presenta il suo libro nello spazio live della Ubik di Foggia, partner del progetto, conversando con il libraio Salvatore D’Alessio e incontrando così sia gli allievi del Liceo C. Poerio e sia i lettori della libreria. L’indomani, venerdì 13 gennaio, ore 11, Giuliano Pesce porterà Io ed Henry all’Istituto B. Pascal.

Oltre alle due scuole fondatrici di Leggo QuINDI Sono, fanno parte di questa seconda edizione anche gli istituti “E. Masi – P. Giannone” e “L. Einaudi” di Foggia, “Giordani” di Monte Sant’Angelo, “Maria Immacolata” di San Giovanni Rotondo e “Pietro Giannone” di San Marco in Lamis. Tutti gli studenti che hanno aderito al progetto-concorso parteciperanno alla votazione finale, decidendo il vincitore del premio “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole 2016/2017”. Le scuole coinvolte, pertanto, incontreranno gli autori selezionati o invieranno una delegazione di studenti in occasione dei vari matinée. Oltre al romanzo di Giuliano Pesce, fanno parte della nuova selezione “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole” i seguenti titoli: Londra per famiglie (Nottetempo) di Mila Venturini; Le streghe di Lenzavacche (E/O) di Simona Lo Iacono; Una spiaggia troppo bianca (NN Edizioni) di Stefania Divertito; L’amore come le meduse (Hacca) di Roberto Delogu. Leggo QuINDI Sono è patrocinato e sostenuto dagli assessorati alla Pubblica Istruzione e alla Cultura del Comune di Foggia.

Io e Henry (Marcos y Marcos, aprile 2016; 288 pagine). La moglie l’ha lasciato per un filosofo francese, al giornale gli affidano incarichi sempre più meschini; Tagliaferro ha bisogno di una spalla amica. La trova, inaspettatamente, al Centro di salute mentale Villachiara. Entrato per una noiosissima intervista al direttore, infarcita di ‘neuroni pseudounipolari’ e ‘onde depolarizzatrici’, in sala d’aspetto incontra Henry, un matto che subito lo incanta con le sue storie. Tagliaferro torna a trovarlo, ben presto si affeziona e trascorre con lui le sue ore migliori, immersi in conversazioni senza fine. Anche la svolta nel loro rapporto è inaspettata. Un giorno Henry gli rivela di non essere un paziente come un altro, bensì un agente segreto vittima di un complotto. La sua missione è recuperare il Registro-01, il più importante documento nella storia dell’umanità. Il discorso, già di per sé sinistro, suona ancora più allarmante in manicomio, ma Tagliaferro non ha più molto da perdere e decide di dargli un’occasione, nella remota speranza di ricavarci uno scoop. Aiuta Henry a fuggire e insieme, a bordo di una Panda malandata, raggiungono la capitale, dove la contessina Kosinceva darà una grande festa. La contessina ha in mano informazioni cruciali sul Registro-01 e Henry non vede l’ora di trovarsi a tu per tu con lei. Un’avventura di ordinaria follia, un romanzo paradossale e smagliante.

Giuliano Pesce. Nato a Monza il 25 febbraio 1990. Cresce a Desio (MB), dove frequenta il liceo classico. La laurea in lettere moderne e il master in editoria sono le inevitabili conseguenze della sua passione per i libri. La potenza racchiusa nei racconti lo investe fin da bambino, spingendolo a rielaborare le prime storie con cui viene a contatto: cosa succederebbe se Batman incontrasse Spiderman? Cosa fa Super Mario quando non è impegnato a salvare la Principessa Peach? Nel 2010 pubblica il suo primo romanzo, La parziale indifferenza (Edizioni Il Foglio Letterario). Con Marcos y Marcos ha pubblicato Io e Henry.

“Leggo QuINDI Sono” riparte da Giuliano Pesce ultima modifica: 2017-01-09T14:56:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi