ManfredoniaScuola e Giovani
Fino alla fine del 2017

Il Rettore UniFg alla guida del coordinamento degli Atenei pugliesi

Introdotto il principio di rotazione della nomina, per la prima volta l'incarico affidato all'Ateneo più giovane tra quelli regionali

Di:

Foggia. Il prof. Maurizio Ricci, Rettore dell’Università di Foggia, è stato nominato nuovo presidente del Comitato universitario regionale di coordinamento (C.U.R.C.), l’organo di controllo e indirizzo che coordina e mette in relazione politiche e strategie dei cinque Atenei della Puglia (Foggia, Salento, Bari Aldo Moro, Politecnico e L.U.M. Jean Monnet). Ieri mattina, durante l’ultima convocazione del comitato sotto la presidenza del prof. Eugenio Di Sciascio, Rettore del Politecnico di Bari, è avvenuta la nomina che ha sancito il passaggio di consegne conferendo l’incarico al prof. Maurizio Ricci fino al 31 dicembre 2017. Da quando, oltre due anni fa, all’interno del C.U.R.C. è stato introdotto il principio della rotazione della presidenza, che fino ad allora per storia spettava unicamente al Rettore dell’Università Aldo Moro di Bari, per la prima volta l’incarico più prestigioso è stato affidato al Rettore dell’Ateneo anagraficamente più giovane tra quelli che compongono il C.U.R.C.: cioè all’Università di Foggia. Un modo concreto per testimoniare attenzione e sensibilità anche nei confronti delle istanze degli altri Atenei, alle prese – come tutti – con una delicata congiuntura storica, caratterizzata dalla reiterata politica governativa dei tagli alla ricerca e al finanziamento dell’intero sistema accademico italiano, per non parlare del mercato del lavoro sempre così difficile da interpretare.

«Sarò garante di imparzialità ed equidistanza – commenta il prof. Maurizio Ricci, Rettore dell’Università di Foggia e da ieri nuovo presidente del C.U.R.C. Puglia – tenendo conto, sempre e comunque, delle istanze e delle necessità di tutti gli Atenei pugliesi che sono stato chiamato a rappresentare. Al tempo stesso sono davvero orgoglioso del fatto che l’Università di Foggia assuma sempre maggior peso specifico all’interno dell’organismo di coordinamento degli Atenei regionali, nella consapevolezza che i passi in avanti compiuti dall’Università di Foggia sono, evidentemente, otto gli occhi di tutti. Lavoreremo per modernizzare le Università della Puglia, puntando innanzi tutto sul potenziamento della qualità della ricerca scientifica, oltre a costruire una rete di proposte didattiche che sia credibile e soprattutto sostenibile da parte dei nostri studenti, che restano il primo dei nostri pensieri.

Sotto quest’ultimo profilo, è un obiettivo prioritario garantire sempre più effettività al diritto allo studio, a partire dall’integrale copertura delle borse, così come ha fatto di recente la giunta regionale presieduta dal Governatore Michele Emiliano, nei cui confronti, come CURC, dovremmo sviluppare un dialogo a tutto tondo sui temi della ricerca, della didattica e della terza missione dell’Università, sempre più volano per lo sviluppo socio-economico della nostra regione. Infine, un ringraziamento ai colleghi Rettori delle Università della Puglia, per la fiducia riposta nei miei confronti e per la preziosa collaborazione che, ne sono certo fin da ora, non faranno mai venir meno. E un grazie sincero al collega ed amico Eugenio Di Sciascio, per la proficua attività svolta, da presidente del CURC, nel mandato appena trascorso».



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi