Manfredonia
Quanto senso è presente nei travestimenti di strada e nelle feste private?

Manfredonia, se non mascherarsi salva il buon gusto

In sostanza, se non ci riflettiamo più nel Carnevale, cosa il Carnevale può dirci di noi?

Di:

Quanto senso è presente nei travestimenti di strada e nelle feste private? E se alcuni travestimenti fanno parte dell’uso comune, quali invece non ne fanno parte, e perché? Quest’articolo è nato da un gioco. Dato che si discute tanto di crisi del carnevale e dei suoi valori, uscire in strada e osservare le maschere per trarne qualche conclusioni sembra essere l’idea vincente. Le maschere da sfilata, però, non hanno attratto l’interesse di quest’indagine, perché il travestimento privato rappresenta qualcosa di più ampio e al tempo stesso meno definito delle maschere ufficiali. Già, ma cosa? Data la crisi dell’evento, se da maschere e travestimenti di Carnevale non possiamo ricavare dati utili sui valori sociali, perché non farlo analizzando i costumi che non vengono adoperati? In sostanza, se non ci riflettiamo più nel Carnevale, cosa il Carnevale può dirci di noi? Ho sottoposto a test alcuni cittadini di Manfredonia, per vedere quali maschere indosserebbero e quali no, e studiato le motivazioni del rifiuto o dell’assenso (..)

(A cura di Antonella Attanasio, fonte, articolo integrale continua a leggerlo su www.statodonna.it)



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi