GarganoManfredonia
Anche il primo cittadino di Rignano, Vito Di Carlo, all’incontro di Peschici con il Governatore pugliese

Alluvione, Di Carlo a Vendola: ripristinare argini e ponti sul Candelaro

"Il sindaco ha passato in rassegna ad una ad una le questioni e i bisogni della sua comunità"

Di:

Rignano Garganico – Anche il primo cittadino di Rignano Garganico, Vito Di Carlo, presente nella giornata di ieri, 8 marzo 2015, all’incontro di Peschici. Incontro convocato appositamente dal Governatore della Puglia, Nichi Vendola, per fare il punto della situazione e convenire sulle cose da fare negli ultimi due mesi della legislatura, ma soprattutto per risolvere le questioni attinenti all’apertura della prossima stagione turistica. Ad eccezione di San Marco in Lamis, erano rappresentati i restanti centri del Promontorio. Per Rignano c’erano pure l’assessore Giosuè Del Vecchio e il delegato consigliere Antonio De Angelis.

Il sindaco Di Carlo, prendendo la parola, oltre ad esprimere vivi apprezzamenti per la sensibilità e disponibilità dimostrata dall’illustre interlocutore, ha passato in rassegna ad una ad una le questioni e i bisogni della sua comunità, sollecitando l’avvio dei lavori di ripristino degli argini e dei ponti sul Candelaro, rovinati dall’alluvione scorsa. Così dicasi anche per il ripristino della viabilità rurale e le strutture di bonifica. Si è complimentato, inoltre, con l’autorevole personaggio per la visita fatta al paese e alle campagne sottostanti, durante la predetta alluvione e l’interessamento dimostrato puntualmente per i restanti problemi sollevati e concordati telefonicamente, compreso quello dell’Imu sui terreni montani e quelli alluvionati. A quanto si è appreso della questione si sta occupando il senatore Stefàno.

Come noto, la soluzione è attesa dall’intera comunità, trattandosi di una tassazione ritenuta ingiusta e iniqua, perché ad essere colpiti sono i terreni incolti ed abbandonati da oltre mezzo secolo da parte di una miriade crescente di proprietari ed eredi. La modifica della legge la si invoca, infine, per rendere esente, di fronte a pari condizioni, l’intero Gargano e non solo una parte.

(A cura di Antonio Del Vecchio – adv.giornalista@libero.it)

Alluvione, Di Carlo a Vendola: ripristinare argini e ponti sul Candelaro ultima modifica: 2015-03-09T19:02:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi