Capitanata
"Al via percorsi innovativi che serviranno a ridurre la spesa pubblica"

San Severo, saldo Tari, via Pec per 1.500 contribuenti

Di:

San Severo – Il saldo Tari relativo all’anno 2014 è stato inviato attraverso la Posta elettronica certificata a 1.500 contribuenti avviando così percorsi innovativi che serviranno a ridurre la spesa pubblica e semplificare i rapporti con i cittadini. “Si tratta di una scelta – spiega l’assessore al Bilancio, Ondina Inglese – che rappresenta solo la prima fase di un percorso innovativo che l’Amministrazione ha inteso attivare allo scopo di una progressiva riduzione dei costi della macchina amministrativa accompagnata da una crescente trasparenza e semplificazione nei rapporti tra Comune e cittadino”.

Il solo recapito dei predetti avvisi a mezzo PEC, attesa la sua equiparazione alla raccomandata postale con avviso di ricevimento, consentirà al Comune di evitare il successivo invio, a mezzo raccomandata, degli avvisi bonari propedeutici all’attività accertativa a carico dei soggetti morosi, con un conseguente risparmio di spesa.
“Tale procedura, replicata sui diversi processi di lavorazione degli uffici comunali – aggiunge il Sindaco Francesco Miglio -, consentirà, tra l’altro, di sfruttare le potenzialità previste dai recenti provvedimenti attuativi del Codice dell’Amministrazione Digitale per produrre un risparmio cospicuo per le casse comunali. Questo è un primo e importante passo sperimentale che per ora ha riguardato solo 1500 contribuenti, perlopiù aziende”.

Il Sindaco e l’assessore al Bilancio hanno inoltre annunciato ai cittadini che nelle loro abitazioni stanno ricevendo il bollettino per il saldo della Tari che lo stesso potrà essere pagato entro dieci giorni dal ricevimento del bollettino senza alcuna sanzione.

Redazione Stato

San Severo, saldo Tari, via Pec per 1.500 contribuenti ultima modifica: 2015-03-09T16:54:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi