Cronaca
E’ fin troppo evidente – concludono i consiglieri di CoR - che essendoci di mezzo la salubrità dell’acqua che i pugliesi utilizzano quotidianamente

Inquinamento Pertusillo, Cor: “Aspettiamo ancora risposta da Arpa”

Non avendo ricevuto riscontro in merito, il 24 febbraio scorso il gruppo regionale CoR ha risollevato l’argomento con un’interrogazione al presidente Emiliano

Di:

Bari. I consiglieri regionali del gruppo Conservatori e Riformisti (Ignazio Zullo, Erio Congedo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola) sono tornati sull’argomento con un’interrogazione urgente il 24 febbraio scorso. “Il bacino del Pertusillo potrebbe essere inquinato dalla presenza nell’acqua di idrocarburi e metalli, stando almeno ai dati di uno studio scientifico condotto dal Dipartimento di Scienze dell’Università della Basilicata e dalla California State University che evidenziava in particolare per i territori del Salento e del Barese, il possibile inquinamento del bacino, principale fonte idrica della Puglia. E’ così o si tratta di un allarme eccessivo? Il quesito è stato già sollevato nella passata legislatura: il 20 gennaio dello scorso anno il Consiglio regionale approvò un Ordine del Giorno con il quale si impegnava l’allora presidente Vendola e la Giunta regionale ad affidare ad Arpa Puglia ‘l’immediata ed urgente verifica della presenza di idrocarburi e metalli nell’acqua che viene erogata nelle condotte in Puglia e proveniente dal bacino del Pertusillo, con particolare attenzione nei territori del Salento e delle zone di Bari serviti dal bacino in questione’.

Non avendo ricevuto riscontro in merito, il 24 febbraio scorso il gruppo regionale CoR ha risollevato l’argomento con un’interrogazione al presidente Emiliano e all’assessore ai Lavori pubblici per sapere se “siano state effettuate le verifiche sulla presenza di idrocarburi e metalli nell’acqua, se sia stato un adeguato monitoraggio idrico nel Salento, quale sia stato l’esito dell’attività di controllo, verifica e monitoraggio effettuata”. E’ fin troppo evidente – concludono i consiglieri di CoR – che essendoci di mezzo la salubrità dell’acqua che i pugliesi utilizzano quotidianamente si reputa urgente conoscere i dati della verifica, per tranquillizzare gli utenti o per correre ai ripari con adeguate bonifiche”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi