Manfredonia
Meno 3 giorni all'inaugurazione del parco archeologico di Santa Maria di Siponto a Manfredonia valorizzato da un’installazione d’arte contemporanea

Manfredonia, venerdì inaugurazione opera Tresoldi nella basilica s.Maria di Siponto

Landmark alto 14 metri nel paesaggio Gargano

Di:

Manfredonia. Meno 3 giorni all’inaugurazione del parco archeologico di Santa Maria di Siponto a Manfredonia valorizzato da un’installazione d’arte contemporanea che ridisegna i volumi originari dell’antica basilica paleocristiana. Landmark alto 14 metri nel paesaggio Gargano. Venerdì 11 marzo si accenderanno le luci sulla basilica leggera e trasparente realizzata dal giovane artista Edoardo Tresoldi e sabato 12 marzo, prima del taglio del nastro, saranno i giovani studenti dell’Accademia e delle Università di Architettura a vedere e raccontare per primi l’opera coraggiosa promossa dal Segretariato Regionale MiBACT e dalla Soprintendenza Archeologia della Puglia.

Angelo Riccardi: “Un sogno che si realizza per la nostra città, opera innovativa che stimolerà la curiosità dei cittadini e dei turisti”.

“A Siponto ho unito due linguaggi differenti, quello antico e quello dell’arte contemporanea” parla il giovane artista Edoardo Tresoldi. (leggi l’articolo)

Incontro con il committente. Video-intervista. Il Soprintendente Archeologo Luigi La Rocca ha scommesso sull’industria creativa per realizzare un landmark che restituisce la terza dimensione all’architettura scomparsa. (leggi l’articolo)

Workshop a Siponto: Sabato 12 marzo una trentina di studenti visiteranno in anteprima l’opera di Tresoldi in occasione del laboratorio organizzato da FARE. Disegni, fotografie, video e testi per rileggere e descrivere il luogo e le relazioni tra il paesaggio, i ruderi, la chiesa e l’opera: una nuova opportunità di educazione e promozione del sito sfruttando la rete di social media e network.

A Venaria Reale, durante la conferenza ‘Valore Restauro Sostenibile. Costellazione di Confronti sul Restauro’, Giovanni Carbonara, ha citato l’esempio di Siponto. Un caso culturale e coraggioso, un intervento che non distrugge il sito e lo rende più comprensibile: “Con una struttura di fili trasparenti Edoardo Tresoldi ha reso democratica la cultura, adottando una soluzione sperimentale”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This